Navigation path

Left navigation

Additional tools

IP/10/1641

Bruxelles, 2 dicembre 2010

Avila vince la prima edizione del Premio europeo per le città a misura di disabili

Avila, città spagnola famosa per le sue mura medievali, ha vinto oggi la prima edizione del Premio europeo attribuito alle città che migliorano l’accessibilità per le persone disabili. La Commissione europea ha aggiudicato ad Avila il Premio 2011 per le città a misura di disabili (Access City Award). Questa distinzione annuale intende premiare le iniziative volte a migliorare l’accessibilità della struttura urbana per i disabili e a favorirne la partecipazione alla pari degli altri cittadini. La Commissione ha premiato il piano di Avila, in corso dal 2002, per migliorare l’accessibilità degli edifici pubblici e assegnare incentivi a favore di iniziative private. Il piano ha anche portato alla creazione di strutture turistiche di facile accesso e, operando direttamente con le organizzazioni impegnate a favore dei portatori di handicap e degli anziani, ha migliorato le opportunità di occupazione per i disabili. La vicepresidente della Commissione, Viviane Reding, commissario europeo per la giustizia, e Sua Altezza reale la Principessa Astrid del Belgio hanno consegnato il premio nel corso di una cerimonia svoltasi a Bruxelles in occasione della Giornata europea per i disabili (3 dicembre). Si tratta di una delle azioni incluse nella nuova strategia della Commissione per un’Europa senza barriere per i portatori di handicap (cfr. IP/10/1505).

La vicepresidente Viviane Reding, commissario europeo per la giustizia, ha dichiarato: “Desidero complimentarmi con Avila e con le altre città finaliste per il loro impegno a favore di una struttura urbana priva di barriere. I disabili hanno gli stessi diritti degli altri ma, per loro, l’accessibilità è un requisito essenziale per poterne godere. Ecco perché abbiamo posto questo obiettivo al centro della nostra strategia per costruire un’Europa senza barriere. Il Premio per le città a misura di disabili è un riconoscimento per chi ha profuso il massimo impegno nel migliorare l’accessibilità. Questa distinzione dovrebbe ispirare e motivare le città che devono ancora compiere ulteriori progressi in tal senso.”

Il Premio per le città a misura di disabili (Access City Award) mira a promuovere iniziative per migliorare l’accessibilità nelle città europee. Riconosce gli sforzi e i risultati ottenuti in quattro settori principali: strutture edilizie e spazi pubblici, trasporti e infrastrutture correlate, informazione e comunicazione (incluse le tecnologie informatiche e di comunicazione), nonché strutture e servizi pubblici.

Il comitato europeo di selezione ha scelto Avila per il suo piano globale, per l’alto livello di impegno politico, per i progressi conseguiti finora e per il reale coinvolgimento delle persone affette da disabilità in questo processo.

Nel luglio 2010, la Commissione ha bandito il primo Premio per le città a misura di disabili, aperto alle città dell’Unione europea con oltre 50.000 abitanti, poco più di un migliaio. La Commissione ha esaminato 66 candidature ammissibili, provenienti da 19 Stati membri.

Successivamente, un comitato europeo di selezione ha scelto quattro finalisti: Avila e Barcellona (Spagna), Colonia (Germania), Turku (Finlandia). Anche gli altri tre finalisti hanno messo a punto piani articolati per migliorare l’accessibilità nei quattro settori indicati dal concorso.

  • Per migliorare l’accessibilità, Barcellona sta seguendo l’ottica della “progettazione per tutti”, con un forte accento sulle strutture edilizie e sui servizi di trasporto, incluse biglietterie automatiche di facile accesso, progettate con il coinvolgimento di persone disabili.

  • Colonia mostra dal 2004 un forte impegno politico a migliorare l’accessibilità, coinvolgendo un ampio ventaglio di amministrazioni cittadine con chiare responsabilità e opportunamente coordinate, prevedendo al loro interno anche una formazione specifica destinata ai progettisti e al personale incaricato della supervisione delle opere di edificazione.

  • L’articolato programma in materia di accessibilità presentato da Turku ─ città storica di minori dimensioni, alle prese con problemi di accessibilità di difficile soluzione, in particolare per le strutture edilizie ─ rappresenta una vera e propria strategia in cui le persone affette da disabilità sono fortemente coinvolte.

Contesto

Per "accessibilità" si intende la possibilità per i disabili di accedere, alla pari degli altri, all'ambiente fisico, ai trasporti, alle tecnologie e ai sistemi informatici e di comunicazione, nonché ad altri servizi e strutture.

Migliorare l’accessibilità per i disabili è una delle azioni chiave della strategia europea in materia di disabilità 2010-2020, adottata nel novembre del 2010 (cfr. IP/10/1505 e MEMO/10/578).

Per ulteriori informazioni:

Premio europeo per le città a misura di disabili: “Access City Award”

www.accesscityaward.eu

La “Strategia europea sulla disabilità 2010-2020: un rinnovato impegno per un'Europa senza barriere” e la documentazione di supporto sono disponibili nel sito:

http://ec.europa.eu/social/main.jsp?langId=it&catId=89&newsId=933&furtherNews=yes

Sito internet della vicepresidente Viviane Reding, commissaria europea per la giustizia, i diritti fondamentali e la cittadinanza:

http://ec.europa.eu/commission_2010-2014/reding/index_en.htm


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website