Navigation path

Left navigation

Additional tools

Attestato di buona salute per i conti UE: i revisori trovano meno errori nei pagamenti

European Commission - IP/10/1480   09/11/2010

Other available languages: EN FR DE DA ES NL SV PT FI EL CS ET HU LT LV MT PL SK SL BG RO

IP/10/1480

Bruxelles, 9 novembre 2010

Attestato di buona salute per i conti UE: i revisori trovano meno errori nei pagamenti

Per il terzo anno consecutivo i conti annuali dell'UE hanno ricevuto un attestato di buona salute da parte dei revisori esterni. Per quanto riguarda i pagamenti la valutazione complessiva è nettamente migliorata, con una significativa diminuzione degli errori riscontrati negli aiuti accordati alle regioni dell'UE.

Algirdas Šemeta, commissario per la Fiscalità e l'unione doganale, l'audit interno e la lotta antifrode, ha dichiarato: "Nell'attuale clima economico, i cittadini hanno bisogno di essere rassicurati sul fatto che i fondi UE sono gestiti efficientemente e spesi effettivamente. Si tratta di una priorità assoluta per la Commissione. Possiamo rallegrarci dei miglioramenti realizzati nella gestione delle finanze dell'UE, riconosciuti oggi dalla Corte dei conti. Ma si può fare di più, e la Commissione proseguirà gli intensi sforzi per assicurare che i fondi UE siano gestiti e spesi correttamente.".

Percentuale di errori in calo

Il verdetto è rassicurante. I conti sono stati considerati "fedeli", il che equivale ad un attestato di buona salute. Per quanto riguarda i pagamenti, la Commissione è riuscita per la prima volta a ridurre al di sotto del 5% la percentuale complessiva di errori per la spesa UE. Ciò significa che almeno il 95% dei pagamenti complessivi effettuati nel 2009 è corretto.

Per le spese di coesione (aiuti a favore delle regioni UE e dell'occupazione) la Commissione si rallegra del riconoscimento da parte della Corte dei progressi concreti conseguiti in questo ambito, e intensificherà gli sforzi per consolidare i miglioramenti realizzati.

Per quanto riguarda il settore dell'agricoltura, la situazione è rimasta stabile negli ultimi anni, con un livello di errore che oscilla intorno alla soglia del 2% fissata per il rilascio dell'"attestato di buona salute". Un risultato eccellente data la complessità e la portata dei pagamenti agricoli, versati direttamente a milioni di agricoltori in tutta Europa.

Migliore protezione del bilancio UE

Il valore dei fondi recuperati da progetti in cui si sono riscontrati errori, o dalle autorità nazionali competenti, continua a crescere: segno della determinazione della Commissione a proteggere il bilancio UE in tempi di austerità finanziaria. I recuperi e le correzioni finanziarie confermati o decisi nel 2009 sono aumentati a 3,3 miliardi di euro, rispetto ai 2,9 miliardi di euro del 2008. La Commissione continuerà a incoraggiare gli Stati membri a migliorare la comunicazione sui ricoveri effettuati a livello nazionale.

Misure preventive

Sul versante della prevenzione, la Commissione sta incrementando gli sforzi per semplificare, dove possibile, le norme finanziarie, una misura caldeggiata dai revisori. Una nuova proposta di semplificazione delle procedure per la concessione delle sovvenzioni e la stipula dei contratti UE è stata presentata quest'anno ed è ora all'esame del Parlamento europeo.

La trasparenza dei pagamenti è un altro mezzo per migliorare la qualità della spesa UE. La banca dati online della Commissione, accessibile all'indirizzo http://ec.europa.eu/beneficiaries/fts/index_en.htm, fornisce informazioni su più di 114 mila sovvenzioni concesse e contratti stipulati direttamente dalla Commissione europea, nonché link a siti nazionali contenenti informazioni sui beneficiari dei pagamenti agricoli e delle sovvenzioni regionali.


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website