Navigation path

Left navigation

Additional tools

IP/10/1354

Bruxelles, 20 ottobre 2010

Nuova piattaforma "Trasporto aereo" per affrontare le sfide esistenti nel settore europeo dell'aviazione

In occasione della prima riunione della piattaforma "Trasporto aereo" Siim Kallas, vicepresidente della Commissione europea responsabile dei trasporti, ha incontrato oggi i rappresentanti al più alto livello del settore europeo del trasporto aereo per discutere le future sfide dell'aviazione in Europa. La piattaforma "Trasporto aereo" è stata istituita per fornire consulenza strategica al vicepresidente, allo scopo di gettare le basi per un futuro sostenibile del trasporto aereo e per la competitività negli anni a venire dell'industria europea in tale settore.

Il vicepresidente Kallas ha dichiarato: "Il settore del trasporto aereo deve affrontare sfide enormi ed è oggetto di pressioni sempre più forti affinché risponda a determinati requisiti politici e commerciali. È pertanto fondamentale riflettere in una prospettiva strategica sul suo futuro in Europa. Per mantenere la competitività dell'economia europea e soddisfare le esigenze di mobilità dei cittadini e delle imprese d'Europa, è necessario un sistema di trasporto aereo efficiente, affidabile ed economicamente accessibile."

La piattaforma "Trasporto aereo" ha tenuto a Bruxelles oggi, 20 ottobre, la sua prima riunione. In qualità di membri della piattaforma "Trasporto aereo" il vice presidente Kallas ha invitato 15 personalità di primo piano del settore del trasporto aereo, in rappresentanza di linee aeree, aeroporti, sindacati, società di gestione del traffico aereo e dell'industria. È previsto che la piattaforma, da lui presieduta, si riunisca due volte l'anno per discutere le sfide strategiche che detto settore dovrà affrontare.

La Commissione ha annunciato l'istituzione di una piattaforma "Trasporto aereo" in seguito alla crisi causata lo scorso aprile dalla nube di cenere vulcanica. I ministri dei Trasporti dell'UE e i rappresentanti delle parti interessate hanno accolto positivamente la creazione della piattaforma, che costituisce un ambito in cui avviare un dialogo strategico.

Nonostante la crisi economica mondiale, nel 2009 gli aeroporti dell'UE hanno accolto oltre 750 milioni di passeggeri in partenza o in arrivo. L'industria dell'aviazione (che comprende le linee aeree, gli aeroporti, i fornitori di servizi per la navigazione aerea, i fornitori di servizi a terra, gli organismi di manutenzione) impiega direttamente circa 700 000 persone in Europa. Fino a poco tempo fa, il trasporto aereo in Europa aveva registrato elevati tassi di crescita, nonostante fosse confrontato a sempre maggiori sfide a livello ambientale e di capacità.

Tra le principali conclusioni raggiunte dalla piattaforma, figura l'esigenza di:

  • assicurare la completa realizzazione del cielo unico, come deciso dai governi. Il cielo unico europeo dell'UE è un'iniziativa ambiziosa avviata dalla Commissione europea nel 2004 per riformare l'architettura della gestione del traffico aereo in Europa;

  • ampliare le iniziative già avviate dalla Commissione per garantire al settore del trasporto aereo europeo maggiori possibilità di entrare su nuovi mercati - firmando accordi bilaterali;

  • definire un'efficace struttura di governance per la futura adozione di SESAR (Single European Sky Air Traffic Management Research - Programma di ricerca sulla gestione del traffico aereo nel cielo unico europeo) il braccio tecnologico del cielo unico.

  • estendere i principi del cielo unico oltre i confini dell'Unione europea;

  • una decisione del vicepresidente di costituire un gruppo di alto livello sulla ricerca nel settore del trasporto aereo, per esaminare le sfide specifiche che il settore dovrà affrontare in questo ambito.

Allegato: membri della piattaforma "Trasporto aereo"

  • François Ballestero, Segretario politico per l'aviazione civile e il turismo della European Transport Workers' Federation (ETF)

  • Capitano Martin Chalk, presidente della European Cockpit Association (ECA)

  • Claude Chêne, consigliere speciale del vicepresidente Kallas

  • Richard Deakin, amministratore delegato (CEO) di NATS Ltd

  • Louis Gallois, amministratore delegato (CEO) della European Aeronautic Defence and Space Company EADS N.V.

  • Massimo Garbini, Direttore generale di ENAV S.p.A.

  • Jacek Krawczyk, presidente del consiglio di vigilanza delle linee aeree polacche LOT S.A. e vicepresidente del Comitato economico e sociale europeo

  • Rein Loik, presidente del consiglio di amministrazione di Tallinn Airport Ltd

  • Wolfgang Mayrhuber, presidente del comitato esecutivo di Deutsche Lufthansa AG

  • Carolyn McCall, amministratore delegato (CEO) di EasyJet plc

  • Ad Rutten, direttore operativo dello Schiphol Group e presidente di Airports Council International - Europe

  • Antonis Simigdalas, amministratore delegato (CEO) di Olympic Air S.A.

  • Jean-Cyril Spinetta, presidente del Consiglio di amministrazione di Air France-KLM

  • Niky Terzakis, direttore generale di TNT Airways SA

  • Willie Walsh, amministratore delegato (CEO) di British Airways plc e attuale presidente del Presidents' Committee of the Association of European Airlines

  • Daniel Weder, amministratore delegato (CEO) di Skyguide Swiss Air Navigation Services


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website