Navigation path

Left navigation

Additional tools

Cinquantesimo anniversario del programma di tirocini della Commissione

European Commission - IP/10/1352   20/10/2010

Other available languages: EN FR DE DA ES NL SV PT FI EL CS ET HU LT LV MT PL SK SL BG RO

IP/10/1352

Bruxelles, 20 ottobre 2010

Cinquantesimo anniversario del programma di tirocini della Commissione

Che cosa accomuna re Mohammed VI del Marocco, Mario Monti, Silvana Koch-Mehrin e Michael Froman, consigliere economico di Barack Obama? Tutti sono stati tirocinanti alla Commissione europea. Dal varo nel 1960, oltre 40 000 giovani laureati hanno partecipato al programma di tirocini della Commissione. Nessun altro programma di questo tipo vanta una tradizione così lunga e un numero altrettanto elevato di partecipanti ogni anno. I tirocinanti (più spesso chiamati "stagiaire") lavorano a fianco dei funzionari permanenti della Commissione per un periodo di cinque mesi, svolgendo un'ampia gamma di mansioni. Alcuni sono poi diventati commissari europei o membri del Parlamento europeo, mentre altri sono diventati re e anche giornalisti. La Commissione organizza oggi a Bruxelles una conferenza per festeggiare il cinquantesimo anniversario del programma di tirocini (lo stage per antonomasia!).

Androulla Vassiliou, commissario europeo responsabile per l'istruzione, la cultura, il multilinguismo e la gioventù, ha dichiarato: "In termini di dinamismo e conoscenze il contributo che i tirocinanti hanno apportato alla Commissione nel corso degli anni è stato enorme. Per molti quest'esperienza ha segnato un passaggio cruciale della loro successiva carriera e una tappa essenziale del loro impegno duraturo nei confronti dell'Unione europea."

Nel 1960, primo anno di vita del programma, i tirocinanti sono stati tre; nel 1983 il loro numero è salito a 500 e oggi si è arrivati a quasi 1 200 partecipanti. Negli ultimi 50 anni i paesi di origine rispettivamente del maggior numero di partecipanti (quasi 4 500) e del minor numero di partecipanti (circa 50) sono stati l'Italia e Malta. I tirocinanti di paesi non appartenenti all'UE sono stati circa 3 500. Negli ultimi dieci anni le tirocinanti sono state più numerose dei colleghi maschi, con un rapporto di 70 a 30. Nel 2009 i tirocinanti avevano un'età media di 26 anni, erano in grado di parlare, in media, oltre quattro lingue ed erano titolari, in media, di quasi due diplomi.

Dieci ex tirocinanti della Commissione

Tra gli ex tirocinanti della Commissione figurano:

Dacian Ciolos, commissario responsabile dell'agricoltura e dello sviluppo rurale

il principe Felipe di Spagna, erede al trono di Spagna

Michael Froman, assistente aggiunto del presidente statunitense Barack Obama e viceconsigliere alla sicurezza nazionale per gli affari economici internazionali

Silvana Koch-Mehrin, vicepresidente del Parlamento europeo e presidente della delegazione del partito liberale democratico (FPD) tedesco al Parlamento europeo

Manuel Marín, già vicepresidente della Commissione

Re Mohammed VI del Marocco

Mario Monti, già commissario europeo responsabile del mercato interno e della concorrenza

Christine Ockrent, giornalista belga, già capo redazione del settimanale "L'Express", e giornalista televisiva a France 2 e France 3

Odile Quintin, ex direttore generale della DG Istruzione e cultura della Commissione europea

Viviane Reding, vicepresidente della Commissione europea, responsabile di giustizia, diritti fondamentali e cittadinanza

Per celebrare il cinquantesimo anniversario, la Commissione organizza a Bruxelles (edificio Charlemagne) una conferenza sul tema "passato, presente e futuro del programma di tirocini". Tirocinanti di varie nazionalità e di diverse generazioni racconteranno le loro esperienze, mentre rappresentanti dei servizi della Commissione, in particolare delle risorse umane, effettueranno alcune presentazioni. L'ufficio tirocini proietterà un video sui benefici sociali, culturali e professionali del programma.

Come diventare tirocinante della Commissione

Al programma di tirocini, che si rivolge a laureati di tutto il mondo, partecipano per il 90% tirocinanti degli Stati membri dell'UE. La concorrenza è enorme: ogni anno, a fronte di oltre 14 000 candidature, il numero di posti disponibili è di 1 200. Sono previsti due periodi di tirocinio l'anno, con inizio rispettivamente il 1º marzo e il 1º ottobre. Le candidature devono essere presentate sette mesi prima dell'inizio del periodo interessato tramite il sito web dell'ufficio tirocini. I partecipanti ricevono una borsa mensile di 1 067 EUR oltre al rimborso delle spese di viaggio. L'ufficio tirocini gestisce inoltre un programma speciale che si rivolge a candidati Rom (10 tirocinanti l'anno) e ad interpreti cinesi (10 l'anno).

L'ufficio tirocini, cui è affidata la gestione del programma, dispone di un bilancio annuale di 7 milioni di EUR (2009).

La competenza del programma di tirocini della Commissione è della direzione generale dell'Istruzione e della cultura. La Commissione ha intenzione di creare una comunità di "ambasciatori di buona volontà", costituita da ex tirocinanti chiamati a promuovere le idee e i valori europei.

Per saperne di più:

Ufficio tirocini della Commissione: http://ec.europa.eu/stages/

Testimonianze di ex tirocinanti (1960-2010):

http://www.traineeship-anniversary.eu/en/testimonials

Sito web della conferenza: http://www.traineeship-anniversary.eu/.


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website