Navigation path

Left navigation

Additional tools

IP/10/1090

Bruxelles, 2 settembre 2010

La Commissione aggiunge due compagnie aeree del Ghana all'elenco UE dei vettori aerei soggetti a divieto operativo

La Commissione europea, in data odierna, ha aggiornato l'elenco delle compagnie aeree soggette a divieto operativo nell'Unione europea inserendovi un vettore del Ghana e imponendo restrizioni operative ad un altro vettore dello stesso paese.

Il vicepresidente della Commissione Siim Kallas, responsabile per la mobilità e i trasporti, ha dichiarato: "Non possiamo permetterci di accettare compromessi in materia di sicurezza aerea. Quando disponiamo di prove che dei vettori aerei non operano in modo sicuro o quando le autorità di regolamentazione non ottemperano al proprio obbligo di imporre il rispetto delle norme di sicurezza, dobbiamo intervenire per eliminare qualsiasi rischio per la sicurezza."

Il nuovo elenco sostituisce il precedente ed è immediatamente disponibile sul sito Internet della Commissione (1).

Questo aggiornamento è stato adottato in seguito alle misure eccezionali prese da due Stati membri che hanno imposto un divieto operativo ai vettori in questione sul loro territorio. Con questo aggiornamento, viene inserito nell'elenco delle compagnie aeree soggette a divieto operativo il vettore Meridian Airways del Ghana, in conseguenza dei risultati di una serie di ispezioni effettuate oltre che sui suoi aeromobili anche sulle installazioni utilizzate da questa compagnia all'interno dell'UE, che lasciano alquanto a desiderare.

I risultati delle ispezioni alle quali è stato sottoposto un altro vettore aereo del Ghana, Airlift International, hanno evidenziato un livello di sicurezza ben al di sotto di quanto previsto dalle norme internazionali. Il comitato per la sicurezza aerea ha approvato all'unanimità l'introduzione di restrizioni operative a carico di Airlift International al fine di escludere dalle operazioni di volo nell'UE l'aeromobile sottoposto a ispezione, più altri due aeromobili attualmente in deposito. In questo modo alla compagnia resta un solo aeromobile autorizzato a operare nell'UE. La Commissione continuerà a monitorare da vicino le prestazioni di questo vettore e intensificherà le consultazioni con l'organizzazione per l'aviazione civile del Ghana al fine di trovare soluzioni sostenibili ai problemi di sicurezza riscontrati. La Commissione intende riesaminare la situazione dei due vettori in questione alla prossima riunione del comitato per la sicurezza aerea in novembre.

Attualmente, l'elenco dell'Unione contiene cinque vettori individuali le cui attività sono sottoposte a divieto operativo totale nell'Unione europea: Afghanistan (Ariana Afghan Airlines), Suriname (Blue Wing Airlines), Ghana (Meridian Airways), Cambogia (Siem reap Airways International) e Ruanda (Silverback Cargo Freighters). Sono colpiti da divieto operativo tutti i vettori di 17 paesi, per un totale di 278 compagnie aeree: Angola, Benin, Repubblica democratica del Congo, Gibuti, Guinea equatoriale, Gabon, (con l'eccezione di tre vettori che operano con determinate restrizioni e condizioni), Indonesia (con l'eccezione di sei vettori cui sono state tolte tutte le restrizioni), Kazakstan (con l'eccezione di un vettore che opera con determinate restrizioni e condizioni), Repubblica kirghisa, Liberia, Filippine, Repubblica del Congo, Sierra Leone, São Tomé e Príncipe, Sudan, Swaziland e Zambia. 10 vettori sono autorizzati ad operare con determinate restrizioni e condizioni: Kazakhstan (Air Astana); Repubblica democratica popolare di Corea (Air Koryo); Ghana (Airlift International); Comore (Air Service Comores); Gabon (Gabon Airlines, Afrijet e SN2AG); Iran (Iran Air); Angola (TAAG Angola Airlines) e Ucraina (Ukrainian Mediterranean Airlines).

1 :

http://ec.europa.eu/transport/air-ban/


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website