Navigation path

Left navigation

Additional tools

Aiuti di Stato: la Commissione adotta una serie di orientamenti per una valutazione dettagliata degli aiuti regionali destinati ai grandi progetti di investimento

European Commission - IP/09/993   24/06/2009

Other available languages: EN FR DE DA ES NL SV PT FI EL CS ET HU LT LV MT PL SK SL BG

IP/09 /993

Bruxelles, 24 giugno 2009

Aiuti di Stato: la Commissione adotta una serie di orientamenti per una valutazione dettagliata degli aiuti regionali destinati ai grandi progetti di investimento

La Commissione europea ha adottato un documento d'indirizzo che definisce i criteri per una valutazione dettagliata degli aiuti regionali destinati ai grandi progetti di investimento. Il documento illustra, oltre al tipo di informazioni che la Commissione richiede per svolgere una valutazione approfondita della compatibilità, anche il metodo di valutazione, basato su un principio di equilibrio tra gli effetti negativi e positivi degli aiuti. Gli orientamenti sono in linea con l'approccio economico più accurato adottato dalla Commissione per l'analisi degli aiuti di Stato, che è ispirato ai principi delineati nel piano d'azione per questo settore (vedi IP/05/680 e MEMO/05/195 ). Il documento d'indirizzo rientra tra le iniziative della Commissione per rendere più chiare e precise le norme sugli aiuti di Stato .

Il commissario responsabile della Concorrenza Neelie Kroes ha dichiarato: "Il documento d'indirizzo rappresenta uno strumento utile e pratico per consentire ad autorità pubbliche e imprese di stabilire le migliori modalità di presentazione di progetti per aiuti regionali che comportino grandi investimenti, con l'obiettivo di accelerare i tempi di decisione. Si tratta di un nuovo passo in avanti verso l'approccio di tipo economico delineato nel piano d'azione della Commissione nel settore degli aiuti di Stato del 2005."

Gli Orientamenti in materia di aiuti di Stato a finalità regionale 2007-2013 (vedi IP/05/1653 ) prevedono l'obbligo di notificare individualmente alla Commissione i grandi progetti di investimento al di sopra di determinate soglie, in quanto presentano rischi maggiori di distorsione della concorrenza. La Commissione avvia un procedimento di indagine formale in merito a un progetto qualora il beneficiario degli aiuti disponga di una quota di mercato superiore al 25% o se la capacità produttiva creata dal progetto è superiore al 5% del mercato (mentre il tasso di crescita del mercato del prodotto interessato è inferiore al tasso di crescita del PIL all'interno del SEE). Gli aiuti regionali concessi a investimenti di tale entità comportano un rischio più elevato di distorsione della concorrenza. La Commissione fornisce oggi ulteriori orientamenti sulle modalità con cui svolgerà questa valutazione dettagliata.

Il documento d'indirizzo è basato sui principi del piano d'azione della Commissione nel settore degli aiuti di Stato, in particolare sul metodo che consiste nel mettere a confronto e soppesare gli effetti positivi degli aiuti e l'impatto negativo derivante dai loro potenziali effetti di distorsione della concorrenza.

Gli Stati membri sono quindi tenuti a fornire informazioni sugli effetti positivi degli aiuti, come pure sull'adeguatezza, la proporzionalità e l'effetto di incentivazione degli stessi. La valutazione globale degli aiuti da parte della Commissione si fonderà su questi criteri.

Per ulteriori informazioni, si veda anche MEMO/09/292 .

Il testo integrale del documento d'indirizzo potrà essere consultato alla seguente pagina web:

http://ec.europa.eu/comm/competition/state_aid/reform/reform.cfm


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website