Navigation path

Left navigation

Additional tools

Consumatori: la Commissione europea adotta uno standard UE per i girelli al fine di prevenire gli incidenti a danno dei bambini

European Commission - IP/09/45   13/01/2009

Other available languages: EN FR DE DA ES NL SV PT FI EL CS ET HU LT LV MT PL SK SL BG RO

IP/09/45

Bruxelles, 13 gennaio 2009

Consumatori: la Commissione europea adotta uno standard UE per i girelli al fine di prevenire gli incidenti a danno dei bambini

Una norma europea di sicurezza relativa ai girelli, che contribuirà a prevenire numerosi incidenti che colpiscono i bambini, è stata pubblicata oggi sulla Gazzetta ufficiale dopo l'adozione formale da parte della Commissione europea. I dati raccolti presso i centri di pronto soccorso dell'UE e degli USA negli ultimi 20 anni indicano costantemente che i girelli costituiscono un rischio potenziale e che ogni anno migliaia di bambini ricevono un trattamento medico in seguito ad incidenti causati dai girelli. Ricerche effettuate in Australia indicano che tra i bambini che usano girelli almeno uno su tre riporterà prima o poi una lesione. Ulteriori ricerche condotte dal Child Accident Prevention Trust del Regno Unito giungono alla conclusione che i girelli, rispetto a qualsiasi altro articolo di puericoltura, sono all'origine del maggior numero degli incidenti di cui sono vittima i bambini. Gli incidenti dovuti ai girelli come ribaltamenti o cadute dalle scale, possono essere estremamente gravi e nella maggior parte dei casi comportano lesioni del capo. La norma UE introduce una disposizione relativa a test di stabilità durante la produzione dei girelli e prevede che nella fase di progettazione si tenga presente la necessità di ridurre il rischio di lesioni. Nel novembre 2008 gli Stati membri, in sede di Comitato per la sicurezza generale dei prodotti (GPSD), hanno espresso il loro appoggio alla proposta della Commissione di introdurre questa norma ed anche il Parlamento europeo ha accolto con favore tale decisione. La norma fornirà a tutti gli operatori economici e alle autorità preposte alla sorveglianza del mercato un riferimento unico, chiaro e di facile applicazione per la produzione, l'importazione e il controllo dei girelli nell'ottica della sicurezza.

Meglena Kuneva, commissario UE responsabile per la protezione dei consumatori, ha affermato: "Questa norma contribuirà alla sicurezza dei più giovani e dei più vulnerabili tra i cittadini dell'UE. Anche se la sorveglianza dei genitori o di un adulto costituisce la massima garanzia di protezione per un bambino, un extra di precauzioni di sicurezza nella fabbricazione dei prodotti per l'infanzia è anch'esso cruciale".

Cos'è un girello?

I girelli sono dispositivi su ruote che aiutano i bambini in tenera età non ancora capaci di camminare a spostarsi puntandosi sui piedi. Essi sono usati in generale non appena il bambino è in grado di stare seduto senza aiuto e fino a quando il bambino è in grado di camminare autonomamente. I bambini che usano i girelli hanno un'età che va dai 6 ai 15 mesi circa.

Qual è il problema?

Ogni anno nell'UE i girelli sono all'origine di migliaia di lesioni a danno dei bambini. Gli incidenti dovuti ai girelli sono essenzialmente dovuti alla caduta dalle scale o a ribaltamenti, soprattutto allorché i bambini tentano di spostarsi su superfici irregolari come soglie o bordi di tappeti. Le lesioni che derivano da questi incidenti possono essere estremamente gravi poiché nella maggior parte dei casi interessano il capo del bambino.

  • Da dati relativi al Portogallo emerge che 850 bambini tra i 7 e i 15 mesi hanno avuto bisogno di cure d'emergenza per le lesioni riportate a causa dei girelli[1]. La metà di questi casi era dovuta a cadute dalle scale e più del 60% delle lesioni interessava il capo.
  • Nel Regno Unito il Child Accident Prevention Trust ritiene che i girelli causino più incidenti di tutti gli altri prodotti di puericoltura: nel 2002 più di 2 350 bambini sono finiti all'ospedale in seguito a incidenti dovuti ai girelli, e quasi il 70% di loro aveva meno di un anno di età.
  • Uno studio del "Centre Hospitalier Universitaire de Toulouse" effettuato tra il 2003 e il 2006 ha riscontrato che 178 bambini tra i 7 e i 12 mesi sono stati accolti in ospedale per un trattamento pediatrico in seguito a cadute dovute ai girelli.

Considerata la crescente incidenza delle lesioni causate da questi dispositivi, gli Stati membri hanno chiesto che venisse definita a livello UE una norma di sicurezza.

Qual è la procedura?

La norma è stata sviluppata dal Comitato europeo di normalizzazione (CEN) ed è già utilizzata dalle autorità preposte alla sorveglianza del mercato negli Stati membri nei loro controlli sul mercato per individuare prodotti di puericoltura carenti sul piano della sicurezza. Queste norme UE sono volontarie ma un prodotto fabbricato nel rispetto di uno standard pubblicato sulla Gazzetta ufficiale dell'UE gode di una presunzione di sicurezza. Se i fabbricanti decidono di deviare dalla norma UE essi devono assicurare che il loro prodotto garantisca – almeno – lo stesso livello di sicurezza e rispetti le stesse disposizioni di cui alla norma. Ciò richiede gravose procedure addizionali di certificazione che possono essere evitate attenendosi semplicemente alla norma di riferimento UE. Di fatto le norme UE tendono a diventare le norme applicate dall'industria.

Quali sono i principali elementi e le principali novità recati dalla nuova norma?

Il rischio principale legato ai girelli è dovuto al ribaltamento. Per affrontare il problema la nuova norma prevede test e disposizioni in materia di stabilità che riducono il rischio di ribaltamento. La nuova norma (riferimento: EN 1273:2005) contiene disposizioni e metodi di prova per la fabbricazione dei girelli in modo da ridurre la possibilità per i bambini di sporgersi per raggiungere oggetti pericolosi e di cadere in luoghi instabili come ad esempio scale o curve.

Gli avvertimenti e le istruzioni per gli adulti sono particolarmente importanti per assicurare l'uso sicuro dei girelli poiché, in definitiva, è compito dell'adulto che sorveglia il bambino assicurarsi che l'ambiente circostante del bambino che si trova in un girello sia il più sicuro possibile. Inoltre, i girelli non sono un dispositivo per imparare a camminare e un loro uso prolungato può interferire con lo sviluppo naturale della capacità di camminare autonomamente.

Per tale motivo la norma impone anche di corredare i girelli di istruzioni per attirare l'attenzione degli adulti sul fatto che il prodotto non è destinato a bambini al sopra di un certo peso o ai bambini che sono ancora troppo giovani per poter stare seduti senza aiuto.

Per ulteriori informazioni:

http://ec.europa.eu/consumers/safety/news/index_en.htm

http://www.cen.eu/


[1] European Child Safety Alliance Report, 2006


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website