Navigation path

Left navigation

Additional tools

La Commissione europea finanzierà la coalizione finanziaria europea per combattere la diffusione di immagini pedopornografiche su Internet

European Commission - IP/09/342   03/03/2009

Other available languages: EN FR DE DA ES NL SV PT FI EL CS ET HU LT LV MT PL SK SL BG RO

IP/09/342

Bruxelles, 3 marzo 2009

La Commissione europea finanzierà la coalizione finanziaria europea per combattere la diffusione di immagini pedopornografiche su Internet

Il vicepresidente Jacques Barrot, commissario responsabile del portafoglio Giustizia, Libertà e Sicurezza, ha annunciato oggi che la Commissione stanzierà fino a 427 000 euro per le attività della coalizione finanziaria europea contro la pedopornografia su Internet.

Posta sotto la guida del "Child exploitation and online protection centre" (CEOP, l'organo di polizia britannico per la tutela contro lo sfruttamento sessuale dei minori) e finanziata dalla Commissione europea, la coalizione è un gruppo informale composto da attori pubblici e privati (autorità di polizia, operatori finanziari, fornitori di servizi Internet, ONG e altri partner) che collaborano alla lotta contro la pedopornografia.

MasterCard, Microsoft, PayPal, VISA Europe e l'ONG Missing Children Europe sono alcuni dei membri fondatori della nuova coalizione, cui hanno aderito in qualità di membri consultivi Allen and Overy e ICMEC (il centro internazionale per i bambini scomparsi e sfruttati). Per quanto riguarda l'attività di contrasto, figurano tra i membri fondatori della coalizione Europol e la Polizia postale e delle comunicazioni italiana.

La coalizione è stata varata oggi durante una conferenza stampa presso il CEOP alla presenza del vicepresidente Jacques Barrot.

La Commissione stanzierà fino a 427 000 euro di finanziamenti per le attività della coalizione, il cui fine è riunire tutti i partner impegnati a combattere la distribuzione commerciale di immagini pedopornografiche su Internet. La coalizione contribuirà a individuare e proteggere le vittime, a localizzare e arrestare i criminali – pedofili e quanti traggono profitto dalla vendita delle immagini – e, soprattutto, a confiscare i proventi di tali attività criminose. Sarà così impedito l'acquisto di materiale pedopornografico con carte di credito o altri sistemi di pagamento elettronico. Tra breve inoltre, la Commissione presenterà proposte per aggiornare e rafforzare la decisione quadro del Consiglio relativa alla lotta contro lo sfruttamento sessuale dei bambini e la pornografia infantile.

Sottolineando l'importanza di questa iniziativa, Jacques Barrot ha dichiarato: "Sono assolutamente determinato a far sì che i minori godano della massima protezione contro tutte le forme di criminalità e sfruttamento. È un dato di fatto che la rapida espansione di Internet ha aperto le porte a un importante mercato criminale di immagini pedopornografiche. La coalizione finanziaria europea contribuirà a individuare e proteggere le vittime e, soprattutto, a confiscare i proventi di queste attività criminose. Per essere pienamente efficace, però, la coalizione deve avere più partner, compresi gli Stati membri, e io sono pronto a dar loro pieno appoggio."


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website