Navigation path

Left navigation

Additional tools

Other available languages: EN FR DE DA ES NL SV EL

IP/09/305

Bruxelles, 23 febbraio 2009

Ambiente: Stoccolma e Amburgo sono le prime vincitrici del premio "Capitale verde europea"

Oggi Stoccolma e Amburgo sono state incoronate prime vincitrici del nuovo premio "Capitale verde europea". La capitale svedese sarà Capitale verde europea nel 2010, seguita da Amburgo nel 2011. Il nuovo premio istituito dalla Commissione europea incoraggia le città a migliorare la qualità della vita urbana tenendo sistematicamente conto dell'ambiente in fase di pianificazione urbana. I premi sono stati presentati dal commissario europeo per la scienza e la ricerca, Janez Potočnik nel corso di una cerimonia svoltasi oggi pomeriggio a Bruxelles.

Il commissario Dimas ha dichiarato: "Mi congratulo con Stoccolma e Amburgo per gli sforzi dispiegati per dare priorità all'ambiente e alla qualità della vita. Attualmente quattro europei sul cinque abitano in aree urbane, ed è lì che le sfide ambientali che la nostra società deve affrontare sono più evidenti. Con le misure adottate in fatto di inquinamento atmosferico, traffico e congestione, emissioni di gas ad effetto serra e gestione dei rifiuti e delle acque reflue, Stoccolma e Amburgo possono fungere da modello per il resto d'Europa."

Il Presidente del Comitato delle Regioni Luc Van den Brande ha dichiarato: "Il titolo Capitale verde d'Europa costituisce un progetto innovativo al quale il Comitato delle Regioni è fiero di poter partecipare. Il Comitato delle Regioni s'impegna a puntare sulla protezione ambientale come obiettivo prioritario e a promuovere un contesto sicuro e salubre per gli abitanti dei centri urbani."

Stoccolma, vincitrice per il 2010

Stoccolma, città di 800 000 abitanti in rapida crescita, si è fissata l'ambizioso obiettivo di fare a meno dei combustibili fossili entro il 2050. Il sistema di gestione integrata in uso in questa città consente di tenere sistematicamente conto delle questioni ambientali nel bilancio, nella pianificazione operativa, nella rendicontazione e nel monitoraggio.

Circa il 95% della popolazione vive a meno di 300 metri da aree verdi: ciò ha ripercussioni positive sulla qualità della vita in termini di svago, purificazione idrica, riduzione dei rumori e miglioramento della biodiversità e delle condizioni ambientali. La città si è messa in evidenza per il suo ampio programma di miglioramenti futuri per queste zone, ad esempio con la creazione di nuove aree di balneazione.

Un innovativo sistema integrato di smaltimento dei rifiuti ha permesso di raggiungere livelli elevati di riciclaggio, soprattutto dei rifiuti biodegradabili, attraverso impianti pneumatici sotterranei. Un pionieristico sistema di pedaggio urbano ha ridotto l'uso dell'automobile, ha aumentato l'uso dei trasporti pubblici e ha permesso di abbattere le emissioni: la città vanta una riduzione del 25% delle emissioni pro capite di CO2 dal 1990, il che ha portato le emissioni a circa la metà della media nazionale svedese.

Amburgo, vincitrice per il 2011

Con i suoi 1,8 milioni di abitanti, Amburgo è una città che ha saputo trovare risorse finanziarie all'altezza dei propri impegni ambientali. La qualità dell'aria è ottima, sono stati adottati numerosi programmi di sensibilizzazione e la città si è fissata obiettivi estremamente ambiziosi di tutela del clima: la riduzione delle emissioni di CO2 del 40% entro il 2020 e dell'80% entro il 2050.

Sono stati ad esempio adottati parametri di riferimento del rapporto costo-efficacia per le misure di risparmio energetico negli edifici pubblici e programmi di sostituzione di dispositivi di illuminazione, caldaie e frigoriferi. Sono state sostituite oltre 200 000 lampadine tradizionali in più di 400 edifici pubblici e negli ultimi anni sono stati spesi 18 milioni di euro per installare oltre 600 moderne caldaie a condensazione in sostituzione di vecchi impianti. Le emissioni di CO2 pro capite sono state ridotte del 15% circa rispetto al 1990, con un risparmio energetico annuo di 46 000 MWh.

Quasi il 100% dei cittadini di Amburgo ha accesso ai trasporti pubblici in un raggio di 300 metri da casa. Esiste inoltre una rete capillare di spazi verdi di facile fruibilità per i cittadini.

Di Amburgo sono state inoltre apprezzate la strategia di comunicazione e la proposta di ospitare un "treno delle idee", sul quale altre città hanno a disposizione un vagone per promuovere le proprie idee, i propri risultati e i piani futuri per l'ecologia.

Il premio "Capitale verde europea"

Questa nuova iniziativa premierà ogni anno una città all'avanguardia in fatto di soluzioni rispettose dell'ambiente per la vita urbana. La giuria incaricata di assegnare questo premio si avvale di dieci indicatori ambientali per valutare la capacità delle città candidate di raggiungere livelli elevati di tutela ambientale, il loro impegno per conseguire obiettivi sempre più ambiziosi in fatto di tutela dell'ambiente e sviluppo sostenibile e la possibilità di fungere da modello e di promuovere le migliori pratiche nelle altre città europee.

Per il 2010 e il 2011 si sono candidate al premio circa 35 città. Sono state selezionate otto finaliste: Amsterdam, Bristol, Copenaghen, Friburgo in Brisgovia, Amburgo, Münster, Oslo e Stoccolma. Le città possono ricandidarsi al premio.

La giuria del premio è composta da rappresentanti della Commissione europea, dell'Agenzia europea dell'ambiente, di ICLEI - Governi locali per la sostenibilità, della Federazione europea per il trasporto e l'ambiente (T&E), dell'Unione delle capitali dell'Unione europea e del Comitato delle regioni.

Le candidature per il 2012 si apriranno nel settembre 2009.

Altre informazioni

Maggiori informazioni sul premio "Capitale verde europea" sono disponibili all'indirizzo www.europeangreencapital.eu

Si veda anche MEMO/08/327.


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website