Chemin de navigation

Left navigation

Additional tools

La Commissione destina oltre 1 miliardo e mezzo di euro a 15 progetti di CCS e nel settore dell’energia eolica offshore per sostenere la ripresa economica dell’Europa

Commission Européenne - IP/09/1896   09/12/2009

Autres langues disponibles: FR EN DE DA ES NL SV PT FI EL CS ET HU LT LV MT PL SK SL BG RO

IP/09/ 1896

Bruxelles, 9 dicembre 2009

La Commissione destina oltre 1 miliardo e mezzo di euro a 15 progetti di CCS e nel settore dell’energia eolica offshore per sostenere la ripresa economica dell’Europa

La Commissione ha approvato oggi 15 progetti nel settore energetico che contribuiranno in maniera significativa alla ripresa economica dell’UE, potenziando nel contempo la sicurezza dell’approvvigionamento e riducendo notevolmente le emissioni di CO 2 . La Commissione ha deciso oggi di assegnare 1 miliardo di euro a sei progetti nel settore della cattura e stoccaggio del carbonio e 565 milioni di euro a nove progetti relativi all’energia eolica offshore.

Andris Piebalgs, commissario per l’energia, ha dichiarato in proposito: “Con questa decisione la Commissione getta le basi per lo sviluppo di due tecnologie sostenibili cruciali, che saranno essenziali nella lotta contro i cambiamenti climatici. Questa decisione senza precedenti non solo dà impulso all’economia e all’occupazione, ma sostiene anche tecnologie innovative nel settore energetico che in futuro potranno creare più posti di lavoro e favorire la crescita.”

Promuovendo la tecnologia di CCS (cattura e stoccaggio del carbonio), la Commissione riconosce l’importanza costante dell’energia ottenuta da combustibili fossili e la necessità di adeguarsi ad un sistema energetico a basse emissioni di carbonio. I progetti nel settore dell’energia eolica offshore favoriscono lo sviluppo e il consolidamento di un settore competitivo in Europa e creano numerosi posti di lavoro “ecologici”.

Questi progetti innovativi e premiati contribuiranno a raggiungere gli obiettivi vincolanti in termini di riduzione delle emissioni di gas a effetto serra e di energie rinnovabili entro il 2020 e oltre.

La decisione relativa ai 15 progetti è il primo passo verso un utilizzo ottimale dei quasi 4 milioni di euro che a maggio 2009 l’UE ha accantonato per progetti nel settore energetico volti a sostenere la ripresa economica. L’accordo storico sul programma energetico europeo per la ripresa, concluso a maggio, prevede che l’Unione conceda assistenza finanziaria a progetti nei settori di CCS, energia eolica offshore e infrastrutture per elettricità e gas. Le procedure relative ai progetti infrastrutturali sono in corso e si prevede che la relativa decisione venga presa a febbraio 2010.

I progetti finanziati sono descritti dettagliatamente in MEMO/09/542 , MEMO/09/543 .


Side Bar

Mon compte

Gérez vos recherches et notifications par email


Aidez-nous à améliorer ce site