Navigation path

Left navigation

Additional tools

IP/09 /1863

Bruxelles, 2 dicembre 2009

Sicurezza stradale in Europa: una priorità per il prossimo decennio

Nel 2008 sono deceduti in incidenti automobilistici 39 000 cittadini europei. L’obiettivo dell’UE di dimezzare il numero delle vittime di incidenti stradali entro il 2010 (ossia 27 000 decessi) sarà difficile da raggiungere. La Commissione europea ospita oggi una conferenza che presenta i risultati di una consultazione pubblica preliminare alla stesura del Programma di azione europeo per la sicurezza stradale 2011-2020. Oltre 400 soggetti interessati di diversi settori tratteranno delle problematiche e della situazione attuale della sicurezza stradale nell’Unione europea.

La consultazione pubblica e la conferenza di oggi contribuiscono a definire un programma di azione europeo per la sicurezza stradale chiaro e quantificabile per il periodo 2011-2020. L’Europa non può abbassare la guardia sulla sicurezza stradale: sono in gioco ogni anno decine di migliaia di vite umane. Questo programma di azione ci consentirà di restare vigilanti e determinati nella lotta contro gli incidenti automobilistici. Il nuovo programma di azione si concentrerà anche su priorità quali gli incidenti sulle strade rurali (60% del numero totale di vittime) e sugli utenti della strada più vulnerabili, come pedoni, ciclisti, motociclisti, e anziani”, ha dichiarato il Commissario europeo ai Trasporti Antonio Tajani all’apertura della conferenza.

Dopo aver valutato i ris ultati dell’attuale Programma di azione europeo per la sicurezza stradale (2001 – 2010), la Commissione pubblicherà i risultati della consultazione tenutasi nei mesi scorsi per contribuire all’elaborazione del prossimo programma di azione. Questo processo ha coinvolto sia esperti, sia cittadini, con l’intento di raccogliere idee su azioni future per migliorare ulteriormente la sicurezza stradale nell’Unione.

Il dibattito si svolge sotto forma di tavoli di discussione tra esperti e sessioni plenarie con tutti i partecipanti. Oggetto del primo tavolo di discussione sono la sicurezza dei veicoli e delle infrastrutture, con una particolare attenzione per la sicurezza delle motociclette, i veicoli del futuro quali le auto elettriche, la guida ecologica e il modo di adeguare le infrastrutture alle diverse categorie di utenti della strada. Il secondo tavolo di discussione tra esperti verte sul ruolo che i cittadini possono svolgere per migliorare la sicurezza stradale. Gli esperti partecipanti sono vittime della strada, guidatori professionisti, organismi pubblici, polizia stradale e utenti vulnerabili, quali pedoni, ciclisti e anziani, nonché esponenti dell’industria .

Oggi è stata lanciata anche una nuova sezione del sito EUROPA dedicata alla sicurezza stradale. Queste pagine web multilingui e di facile accesso offriranno un’informazione esaustiva sulla sicurezza stradale presentata per categorie di utenti della strada, quali automobilisti, motociclisti, pedoni e ciclisti, con pittogrammi e altre informazioni facilmente comprensibili.

Il Vicepresidente Tajani ha altresì assegnato i premi d’eccellenza per la sicurezza stradale 2009. Questi premi costituiscono parte della Carta europea della sicurezza stradale, un’iniziativa della Commissione che fornisce ad aziende, associazioni, istituti di ricerca e organismi pubblici una piattaforma sulla sicurezza stradale. L’obiettivo comune è compiere azioni concrete e condividere le migliori pratiche per affrontare i problemi di sicurezza stradale incontrati. La Carta europea della sicurezza stradale rappresenta una delle componenti del Programma europeo di azione per la sicurezza stradale 2001 – 2010. Ecco l’elenco dei premiati di quest’anno, per categoria:

  • Grandi aziende e multinazionali: EKO Fuel Stations Bulgaria (Bulgaria)

  • Piccole e medie imprese : Transportes Bizarro Duarte, Lda. (Portogallo)

  • Federazioni e associazioni: Zrzeszenie Miedzynarodowych Przewozników Drogowych (associazione di autotrasportatori - Polonia)

  • Istituzioni : Shropshire Fire and Rescue Service (Regno Unito)

  • O NG: Prague Mothers (Repubblica Ceca)

  • Enti locali (regioni e città): Linköpings kommun (Svezia)

Per saperne di più :

http://ec.europa.eu//road_safety/

http://www.erscharter.eu/


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website