Navigation path

Left navigation

Additional tools

Other available languages: EN FR DE EL

IP/09/1744

Bruxelles, 19 novembre 2009

Il Ghana firma con l 'UE il primo accordo volontario di partenariato sulle esportazioni di legname ottenuto legalmente

Domani il governo del Ghana firmerà uno storico accordo con l'UE volto a garantire che sul mercato comunitario sia importato, dal paese dell'Africa occidentale, solo legname ottenuto legalmente. L'accordo volontario di partenariato per l'applicazione delle normative, la governance e il commercio nel settore forestale sarà firmato da S.E. Nana Bema Kumi, capo della missione del Ghana presso l'UE, da Stavros Dimas, commissario europeo per l'ambiente e da Eskil Erlandsson, ministro svedese dell'agricoltura. La cerimonia si svolgerà presso la sede del Consiglio, a Bruxelles, e segnerà la fine del processo di ratifica dell'accordo. La stampa interessata è invitata a partecipare.

Il commissario per l'ambiente Stavros Dimas ha dichiarato: "Mi congratulo con il Ghana per essere stato il primo paese a firmare un accordo volontario di partenariato con l'UE relativo alle esportazioni di legname ottenuto legalmente, che contribuirà a migliorare la gestione delle foreste nel paese e garantirà che le importazioni di legname dal Ghana non siano collegate al disboscamento abusivo. In quanto produttori e consumatori di legname tropicale, il Ghana e l'UE condividono la responsabilità di porre fine al disboscamento abusivo e al commercio ad esso collegato.".

Karel De  Gucht, commissario europeo per lo sviluppo e gli aiuti umanitari, ha dichiarato: "Questo accordo rappresenta un grande passo avanti, sia per il Ghana che per l'UE, per assicurare che nell'Unione entri solo legname ottenuto legalmente. Si tratta di un esempio concreto di come il nostro partenariato possa favorire buone pratiche di gestione, apportare benefici ad entrambe le parti e servire da esempio per tutti.".

Firmato un accordo storico con il Ghana sulle esportazioni di legname ottenuto legalmente

Il governo del Ghana firmerà domani un accordo volontario di partenariato con l'UE per l'applicazione delle normative, la governance e il commercio nel settore forestale (FLEGT) in relazione alle esportazioni di legname ottenuto legalmente dal Ghana all'Unione europea. L'accordo, il primo di questo tipo, prevede l'istituzione di un quadro giuridico e di un sistema di monitoraggio volti a garantire che tutto il legname importato nell'UE in provenienza dal Ghana sia stato acquistato, tagliato, trasportato ed esportato nel rispetto delle leggi vigenti in Ghana. L'accordo istituisce inoltre un sistema di garanzia della legalità per tutto il legname commerciale e i prodotti derivati, anche quelli destinati a mercati non europei e al mercato nazionale.

Il Ghana ha deciso di stringere un accordo volontario di partenariato per dimostrare il proprio impegno ad adottare buone pratiche di gestione in ambito forestale, finalizzate a mantenere l 'accesso ai mercati più redditizi e ad accedere a mercati nuovi. L'UE è il mercato più redditizio per il Ghana, in quanto rappresenta il 43% del valore totale delle esportazioni e il 33% del loro volume totale. Il Ghana prevede che l'accordo faciliterà le riforme nel settore forestale, che potrà così contribuire alla lotta alla povertà, e promuoverà gli investimenti per garantire la redditività economica del settore anche in futuro.

Il disboscamento abusivo ha un impatto devastante sulle foreste in tutto il mondo e sulle popolazioni residenti che ne traggono sostentamento. La risposta dell'Unione europea a questo problema è definita nel piano d'azione per l'applicazione delle normative, la governance e il commercio nel settore forestale del 2003. Questa politica si basa sugli accordi volontari di partenariato conclusi tra l'UE e i paesi esportatori di legname e intesi a migliorare la gestione e a garantire che il legname importato nell'UE rispetti i requisiti di legge vigenti nel paese partner. Secondo questi accordi, i paesi esportatori definiscono dei sistemi per accertare la legalità delle esportazioni di legname e l'UE fornisce il proprio sostegno per migliorare i sistemi di verifica del rispetto delle norme. Attualmente sono in corso trattative tra l'UE e diversi paesi per concludere accordi di questo tipo.

I prossimi passi

Si prevede che le prime spedizioni di legname dal Ghana nel quadro del regime istituito dall 'accordo firmato oggi si avranno alla fine del 2010. I funzionari doganali negli Stati membri dell'UE garantiranno che sia importato nell'UE solo legname che rispetta i requisiti di garanzia della legalità. Gli operatori comunitari avranno così la certezza che tutto il legname importato dal Ghana è di provenienza lecita.

L 'accordo prevede che l'intero sistema di garanzia della legalità sia sottoposto a verifiche effettuate da terzi, per assicurare la credibilità e l'efficacia dei controlli e delle licenze concesse nell'ambito dell'accordo. Le verifiche indipendenti rafforzeranno la trasparenza e saranno rese pubbliche. Il Ghana e l'UE ritengono che la trasparenza e la diffusione di informazioni siano elementi cruciali per garantire la responsabilità, aumentare la consapevolezza e conferire credibilità ai sistemi istituiti ai sensi dell'accordo. Ogni anno il Ghana e l'UE stenderanno delle relazioni in cui saranno esaminate l'efficacia delle azioni intraprese nel quadro dell'accordo e le ripercussioni di tali azioni; le relazioni saranno rese pubbliche.

Affinché l 'accordo sia applicato in maniera soddisfacente occorrono determinazione politica e investimenti in molti settori, nonché il rafforzamento dei sistemi normativi. In aggiunta ai finanziamenti nazionali, il Ghana riceve un sostegno per l'attuazione dell'accordo sotto forma di fondi erogati tramite un programma multidonatori sostenuto dalla Commissione europea, dalla Francia, dai Paesi Bassi, dal Regno Unito e dalla Banca Mondiale.

Per ulteriori informazioni:

http://ec.europa.eu/environment/forests/flegt.htm

Disposizioni pratiche: la cerimonia di firma avrà luogo il 20 novembre 2009 presso la sede del Consiglio, stanza 50.4.


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website