Navigation path

Left navigation

Additional tools

Other available languages: EN FR ES NL SV PT HU

IP/09/ 1558

Napoli, 21 Ottobre 2009

L'UE investe in opere di infrastruttura i primi 500 milioni di EUR dei finanziamenti TEN-T

La Commissione europea ha annunciato oggi il primo gruppo di progetti che beneficeranno di un totale di 500 milioni di euro destinati a importanti progetti di infrastrutture di trasporto in tutta l'UE. I fondi saranno assegnati a titolo del programma Rete transeuropea dei trasporti (TEN-T), che contribuisce a finanziare i lavori di costruzione dei collegamenti mancanti o di eliminazione delle strozzature, per rendere più rapida e facile la circolazione delle merci e delle persone tra gli Stati membri. Il pacchetto da 500 milioni di euro è una delle risposte decisive della Commissione alla crisi economica. Il finanziamento annunciato oggi è destinato a progetti realizzati in Austria, Belgio, Germania, Spagna, Francia, Ungheria, Italia, Paesi Bassi, Portogallo, Svezia e Regno Unito. Nei prossimi mesi sarà reso pubblico un secondo gruppo di progetti che beneficeranno dei fondi TEN-T.

Antonio Tajani, vicepresidente della Commissione europea responsabile dei trasporti, ha così commentato l'iniziativa: "Sono lieto di firmare oggi queste decisioni di finanziamento. Sono convinto che la capacità di crescita dell'Unione europea dipenda dalla qualità delle sue infrastrutture dei trasporti e il programma TEN-T svolge un ruolo fondamentale nel garantire il loro potenziamento. Sbloccando questi fondi, mirati a stimolare la crescita economica, la Commissione dimostra il suo impegno nel far fronte alla crisi economica. Questo finanziamento attribuito nell'ambito del programma TEN-T è di primaria importanza per far progredire l'Europa."

In un primo momento i 500 milioni di euro erano destinati ad essere ripartiti su vari anni, ma sono stati anticipati a quest'anno a causa della risposta coordinata della Commissione alla crisi economica. Dato che i trasporti sono un elemento cruciale dell'economia, delle infrastrutture migliori possono fungere da catalizzatore per intensificare l'attività economica.

Le sovvenzioni TEN-T contribuiscono in maniera sostanziale a realizzare le opere di infrastruttura, finanziando studi che aiutano a superare le difficoltà presenti nella fase iniziale dei progetti o finanziando una parte dei lavori veri e propri. Si prevede che entro il 2020 il traffico tra gli Stati membri raddoppierà. Per adeguarsi a quest'aumento sarà necessario intervenire fino al 2020 con investimenti massicci, per completare e ammodernare la rete secondo criteri sostenibili.

Il finanziamento è stato annunciato oggi nel corso della prima giornata della conferenza "TEN-T Days" che si tiene a Napoli. La conferenza di quest'anno verte sul tema "Il futuro delle reti transeuropee dei trasporti: costruire ponti tra l'Europa e i suoi vicini". In queste giornate i partecipanti faranno il punto dell'attuazione dei trenta progetti cosiddetti prioritari e definiranno a grandi linee le priorità comuni fino al 2020.

Elenco dei finanziamenti TEN-T annunciati oggi

(L'importo tra parentesi è il contributo comunitario)

Austria

  • Costruzione del quarto binario della tratta occidentale Vienna-Linz: stazione ferroviaria di Melk (3 400 000 EUR)

Belgio

  • Ricostruzione del Noorderlaanbridge (1 342 000 EUR)

Francia

  • Nuova linea ferroviaria ad alta velocità "LGV Est"
    Seconda fase: tratta Baudrecourt-Vendenheim (75 996 000 EUR)

Germania

  • BAB A3 Francoforte-Norimberga, restauro del ponte principale di Randersacker (2 395 000 EUR)

  • Ampliamento trimodale del porto di Colonia (3 330 000 EUR)

Ungheria

  • Costruzione di un 'area di imbarco comune per le operazioni Schengen e non-Schengen e il trasferimento ininterrotto dei passeggeri nell'aeroporto di Budapest ( 7 560 000 EUR)

Italia

  • Raccordo anulare di Roma - Tratto nordoccidentale - Creazione della terza corsia in entrambe le direzioni di marcia dal km 11+250 al km 12+650 – Lavori di completamento (2 981 000 EUR)

  • Opere di potenziamento dell'accessibilità nautica del porto di Venezia-Marghera: drenaggio ordinario e d'urgenza in due sezioni dei canali navigabili Ovest e Sud (3 912 000 EUR)

  • Nodo di Torino, tratta Susa-Stura, eliminazione della strozzatura (52 740 000 EUR)

  • Integrazione dell'IP1 di comunicazione e sorveglianza (4 048 000 EUR)

Paesi Bassi

  • Eliminazione della strozzatura dell 'arteria nord-sud A2 (E25): costruzione del tunnel autostradale urbano a Maastricht ( 15 000 000 EUR)

Portogallo

  • Piano di sviluppo dell 'aeroporto di Faro – Fase 1 ( 6 016 000 EUR)

Spagna

  • Superstrada SE-40 (Siviglia). Tratta Coria del Rio-Dos Hermanas (tunnel nord e sud) (23 969 000 EUR)

Svezia

  • Infrastrutture portuali nel porto nord di Malmö (5 922 000 EUR)

  • Collegamento di Partihall E6.21 (16 296 000 EUR)

Regno Unito

  • Opere di drenaggio e bonifica dell 'estuario del Tamigi a supporto dello sviluppo del porto multimodale integrato London Gateway e della logistica (14 174 000 EUR)

  • Piano di gestione del traffico del corridoio A14 (11 670 000 EUR)

  • Lavori sulla tratta Felixstowe-Nuneaton (9 234 000 EUR)

Per maggiori particolari sui singoli progetti si rimanda alla pagina

http://ec.europa.eu/transport/infrastructure/events/2009_10_21_naples_en.htm


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website