Navigation path

Left navigation

Additional tools

Diritto di libera circolazione e di soggiorno dei cittadini UE e dei loro familiari: orientamenti della Commissione per un migliore recepimento e una migliore applicazione della direttiva 2004/38/CE ad uso degli Stati membri e dei cittadini UE

European Commission - IP/09/1077   02/07/2009

Other available languages: EN FR DE DA ES NL SV PT FI EL CS HU LT LV MT PL SK SL BG RO

IP/09/1077

Bruxelles, 2 luglio 2009

Diritto di libera circolazione e di soggiorno dei cittadini UE e dei loro familiari: orientamenti della Commissione per un migliore recepimento e una migliore applicazione della direttiva 2004/38/CE ad uso degli Stati membri e dei cittadini UE

La Commissione ha adottato oggi orientamenti per un migliore recepimento e una migliore applicazione della direttiva 2004/38/CE relativa al diritto dei cittadini dell'Unione e dei loro familiari di circolare e di soggiornare liberamente nel territorio degli Stati membri. Gli orientamenti chiariscono i diritti dei cittadini UE e dei loro familiari e forniscono indicazioni agli Stati membri sui provvedimenti che possono adottare per contrastare la criminalità, gli abusi e i matrimoni fittizi.

Il vicepresidente Barrot, responsabile del portafoglio Giustizia, libertà e sicurezza, ha dichiarato: "La libertà di vivere e lavorare all'estero è uno dei principi fondamentali dell'Unione europea, riconosciuto a vantaggio dei cittadini dell'Unione, degli Stati membri e della competitività delle nostre economie. Otto milioni di cittadini europei si sono trasferiti in un altro Stato membro. Oggi, attraverso gli orientamenti per garantire un migliore recepimento e una migliore applicazione della direttiva, forniamo informazioni ai cittadini dell'Unione e assistenza agli Stati membri."

Tutti gli Stati membri hanno adottato la normativa nazionale di recepimento della direttiva 2004/38/CE relativa al diritto dei cittadini dell'Unione e dei loro familiari di circolare e di soggiornare liberamente nel territorio degli Stati membri. Nel dicembre 2008 la Commissione ha adottato una relazione sull'applicazione della direttiva. Tale documento giunge alla conclusione che nel complesso il recepimento della direttiva è stato piuttosto insoddisfacente: non un singolo Stato membro ha recepito in modo effettivo e corretto l’intera direttiva e non un singolo articolo della direttiva è stato recepito in modo effettivo e corretto in tutti gli Stati membri.

La Commissione si è impegnata a garantire che i cittadini UE e i loro familiari beneficino effettivamente del diritto di libera circolazione. A tal fine ha annunciato che fornirà più informazioni ai cittadini e che lavorerà in partenariato con gli Stati membri per assicurare la piena applicazione della direttiva.

Gli orientamenti adottati oggi sono il primo risultato concreto di questa collaborazione tra la Commissione e gli Stati membri. Mirano a fornire informazioni e assistenza agli Stati membri e ai cittadini dell'Unione sugli aspetti più problematici del recepimento o dell'applicazione della direttiva, quali le definizioni di risorse economiche sufficienti, qualità di persona a carico, ordine pubblico, pubblica sicurezza e abuso. La Commissione continuerà ad operare a livello tecnico con gli esperti degli Stati membri per raccogliere informazioni e scambiare le migliori pratiche.

La Commissione sta inoltre lavorando a una versione aggiornata della guida semplificata per i cittadini e a un articolo sui diritti dei cittadini da pubblicare su Wikipedia.

La Commissione continuerà a vigilare sull'applicazione della direttiva sulla libera circolazione nei singoli Stati membri, e farà pieno uso dei poteri che le sono conferiti dal trattato per garantire che i cittadini UE possano effettivamente beneficiare dei loro diritti.


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website