Navigation path

Left navigation

Additional tools

IP/09 /1064

Bruxelles, 1° luglio 2009

Fine delle tariffe di roaming esorbitanti: da oggi, grazie all 'azione dell'UE, inviare SMS, chiamare o navigare sul web all'estero costerà molto meno

A partire da oggi inviare un SMS dall'estero verso un altro paese dell'UE costerà al massimo 0,11 euro, quasi tre volte meno dell'attuale media UE di 0,28 euro (IVA esclusa). Fare una chiamata in roaming in un altro paese dell'UE non potrà costare più di 0,43 euro e ricevere una chiamata non più di 0,19 euro. Da oggi le chiamate in roaming in uscita saranno soggette a una tariffa al secondo dopo i primi 30 secondi, anziché al minuto come ora, e le chiamate in entrata saranno addebitate al secondo a partire dal primo secondo. Inoltre, grazie all'imposizione di un prezzo massimo all'ingrosso di 1 euro per megabyte (MB) scaricato, turisti e viaggiatori d'affari potranno navigare sul web, scaricare film o inviare fotografie con il proprio cellulare in roaming senza il timore di ritrovarsi a dover pagare una bolletta astronomica. Ci si aspetta che queste misure consentiranno di ridurre di un ulteriore 60% i costi di roaming per i consumatori dell'UE e faranno aumentare l'uso dei telefoni cellulari. L'UE era intervenuta per la prima volta sul roaming nel 2007, riducendo del 70% i costi del roaming vocale.

" A partire da oggi tutti gli europei che effettuano chiamate o inviano SMS da un cellulare potranno constatare che esiste un autentico mercato unico UE senza confini. Grazie all'azione risoluta della Commissione europea, del Parlamento europeo e dei 27 Stati membri della UE sta per concludersi la fase delle tariffe di roaming esorbitanti ", ha dichiarato la Commissaria dell'UE per le telecomunicazioni, Viviane Reding. "Sono convinta che grazie alle nuove norme UE in materia di roaming sarà molto più economico navigare sul web all'estero a partire da un telefono cellulare. Per il momento le norme UE si limitano a ridurre le tariffe interoperatore. Esorto tuttavia il settore della telefonia mobile a trasferire rapidamente tali risparmi agli utenti del roaming di dati. La Commissione e le autorità nazionali di regolamentazione effettueranno un attento monitoraggio delle tariffe del roaming di dati e l'anno prossimo esamineranno la situazione per verificare se il mercato stia finalmente diventando concorrenziale".

Le nuove norme in materia di roaming applicabili da oggi:

  • limitano a 0,11 euro (IVA esclusa) il costo dell'invio di un SMS dall'estero rispetto a una media attuale di 0,28 euro;

  • riducono ulteriormente i prezzi delle chiamate effettuate in roaming. Da oggi i limiti sono rispettivamente di 0,43 euro per le chiamate effettuate e 0,19 euro per le chiamate ricevute all'estero e ulteriori riduzioni sono previste a partire dal 1° luglio 2010 (rispettivamente 0,39 e 0,15 euro) e dal 1° luglio 2011 (rispettivamente 0,35 e 0,11 euro) (prezzi al minuto IVA esclusa). Fino a ieri il prezzo massimo per le chiamate effettuate e ricevute all'estero era pari rispettivamente a 0,46 euro e 0,22 euro. Nell'estate del 2005, prima dell'intervento dell'UE, il costo di una chiamata in roaming all'interno dell'UE si aggirava intorno a 1,70 euro per un tedesco che chiamava dall'Austria, a 1,47 euro per un britannico che chiamava dall'Italia e a 2,50 euro per un belga che chiamava da Cipro ( MEMO/05/247 );

  • introducono la fatturazione al secondo dopo i primi 30 secondi per le chiamate effettuate in roaming e dopo il primo secondo per le chiamate ricevute all'estero. Fino a oggi i consumatori pagavano fino al 24% in più del tempo effettivamente utilizzato per effettuare o ricevere chiamate;

  • riducono le tariffe per navigare sul web e scaricare film o programmi video con un cellulare all'estero, grazie all'imposizione di un prezzo massimo all'ingrosso di 1 euro per MB scaricato, rispetto all'attuale prezzo medio all'ingrosso di 1,68 euro per MB, con picchi in Irlanda (6,82 euro), Grecia (5,30 euro) e Estonia (5,10 euro). Il prezzo all'ingrosso del download sarà ulteriormente ridotto nei prossimi due anni e passerà a 0,80 euro nel 2010 e a 0,50 euro nel 2011. I consumatori saranno informati del costo dei servizi di trasmissione dati, in quanto le nuove norme impongono agli operatori di fornire (mediante SMS o finestra "pop-up") gratuitamente ai loro clienti informazioni specifiche per paese sulle tariffe di roaming non appena si recano in un altro Stato membro e utilizzano i servizi di dati. Per evitare brutte sorprese e bollette astronomiche per i consumatori, le nuove norme prevedono un meccanismo di blocco quando la bolletta raggiunge 50 euro o un'altra soglia a scelta del consumatore (recentemente un tedesco che aveva scaricato un programma televisivo in roaming durante un soggiorno in Francia si è visto recapitare una bolletta di 46 000 euro). Gli operatori avranno tempo fino a marzo 2010 per mettere in atto questo meccanismo.

Le nuove norme sul roaming, che si basano sul primo regolamento dell'UE sui servizi di roaming vocale adottato nel 2007 ( IP/07/870 ), si applicheranno fino all'estate 2012. Il Parlamento europeo e il Consiglio hanno chiesto alla Commissione di riferire sul funzionamento delle nuove norme entro l'estate del 2010. A quel punto la Commissione potrebbe proporre altre norme, se necessario, entro la fine di giugno 2011.

Contesto

Il regolamento UE sul roaming del 2007 ha introdotto limiti tariffari ("eurotariffa") per le chiamate effettuate e ricevute in paesi esteri all'interno della UE, con risparmi medi per i consumatori dell'ordine del 70% rispetto al 2005, ovvero prima dell'intervento dell'UE.

Nel 2008 dopo un riesame delle norme sul roaming la Commissione ha proposto di prorogarle per altri tre anni, con nuove norme sugli SMS e i servizi di dati. Il Parlamento europeo ha approvato a larga maggioranza le nuove norme UE sul roaming nell'aprile 2009 ( IP/09/620 ), seguito, l'8 giugno, dal Consiglio UE dei ministri delle telecomunicazioni ( IP/09/880 ).

Dall'insediamento dell'attuale Commissione europea nel 2004, l'uso della telefonia mobile nell'UE è aumentato dall'84,6% al 119% della popolazione ( IP/09/473 ).

Per una panoramica delle tariffe UE di roaming paese per paese si invita a consultare il sito web dell'UE sul roaming :

http://ec.europa.eu/information_society/activities/roaming/index_en.htm

MEMO/09/ 309

ANNEX

Retail caps for roamed voice calls without VAT ( € cents) – as of 1 July 2009

Voice calls

Calls made

43

Calls received

19

SMS

SMS sent

11

SMS received

Free of charge

Roamed calls made

Figures and graphics available in PDF and WORD PROCESSED


Roamed calls received

Figures and graphics available in PDF and WORD PROCESSED


Roamed SMS

Figures and graphics available in PDF and WORD PROCESSED


Prices for making a roamed call including VAT

(1 minute)

 

 

 

travelling to

2005

2009 reg. prices

Austria

Greece

0.93

0.52

Belgium

Cyprus

1.80

0.52

Bulgaria

Austria

n/a

0.52

Cyprus

Belgium

3.00

0.50

Czech Republic

United Kingdom

1.99

0.51

Denmark

Slovakia

1.52

0.54

Estonia

Germany

1.01

0.52

Finland

Spain

0.88

0.53

France

Poland

1.50

0.51

Germany

France

1.49

0.51

Greece

Estonia

2.02

0.51

Hungary

Denmark

1.35

0.54

Ireland

Italy

1.34

0.52

Italy

Czech Republic

2.00

0.52

Latvia

France

1.81

0.52

Lithuania

Germany

1.15

0.51

Luxembourg

France

1.20

0.50

Malta

Portugal

1.52

0.51

Netherlands

Finland

1.38

0.51

Poland

Germany

1.28

0.53

Portugal

Sweden

1.07

0.52

Romania

Spain

n/a

0.51

Slovakia

Ireland

1.53

0.51

Slovenia

United Kingdom

2.10

0.52

Spain

Cyprus

1.80

0.50

Sweden

The Netherlands

1.10

0.54

United Kingdom

Portugal

1.45

0.50

Prices for receiving a roamed call including VAT

(1 minute)

 

 

 

travelling to

2005

2009 reg. prices

Austria

Greece

0.52

0.23

Belgium

Cyprus

1.38

0.23

Bulgaria

Austria

n/a

0.23

Cyprus

Belgium

0.28

0.22

Czech Republic

United Kingdom

n/a

0.23

Denmark

Slovakia

0.68

0.24

Estonia

Germany

0.45

0.23

Finland

Spain

0.53

0.23

France

Poland

0.68

0.23

Germany

France

0.69

0.23

Greece

Estonia

n/a

0.23

Hungary

Denmark

0.48

0.24

Ireland

Italy

0.99

0.23

Italy

Czech Republic

1.50

0.23

Latvia

France

0.59

0.23

Lithuania

Germany

0.87

0.23

Luxembourg

France

n/a

0.22

Malta

Portugal

0.94

0.22

Netherlands

Finland

0.75

0.23

Poland

Germany

0.50

0.23

Portugal

Sweden

0.55

0.23

Romania

Spain

n/a

0.23

Slovakia

Ireland

0.77

0.23

Slovenia

United Kingdom

0.55

0.23

Spain

Cyprus

1.10

0.22

Sweden

The Netherlands

0.59

0.24

United Kingdom

Portugal

1.10

0.22

Prices for sending a text message including VAT

 

 

 

travelling to

2005

2009 reg. prices

Austria

Greece

0.25

0.13

Belgium

Cyprus

0.40

0.13

Bulgaria

Austria

n/a

0.13

Cyprus

Belgium

0.24

0.13

Czech Republic

United Kingdom

0.27

0.13

Denmark

Slovakia

0.27

0.14

Estonia

Germany

0.25

0.13

Finland

Spain

0.42

0.13

France

Poland

0.30

0.13

Germany

France

0.32

0.13

Greece

Estonia

0.49

0.13

Hungary

Denmark

0.37

0.14

Ireland

Italy

0.59

0.13

Italy

Czech Republic

0.50

0.13

Latvia

France

0.27

0.13

Lithuania

Germany

0.26

0.13

Luxembourg

France

0.31

0.13

Malta

Portugal

0.43

0.13

Netherlands

Finland

0.75

0.13

Poland

Germany

0.53

0.13

Portugal

Sweden

0.65

0.13

Romania

Spain

n/a

0.13

Slovakia

Ireland

0.27

0.13

Slovenia

United Kingdom

0.38

0.13

Spain

Cyprus

0.87

0.13

Sweden

The Netherlands

0.32

0.14

United Kingdom

Portugal

0.69

0.13


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website