Navigation path

Left navigation

Additional tools

IP/08/750

Bruxelles, 15 maggio 2008

20 Maggio: L’Unione europea istituisce la “Giornata europea dei mari”

L’Unione europea ha deciso di festeggiare i risultati del settore marittimo e le potenzialità dei mari e degli oceani europei istituendo una Giornata europea dei mari da celebrarsi il 20 maggio. Una cerimonia ufficiale si terrà a Strasburgo, dove il presidente della Commissione José Manuel Barroso, il presidente del Consiglio Janez Janša e il presidente del Parlamento europeo Hans-Gert Pöttering firmeranno una dichiarazione tripartita congiunta. La Giornata europea dei mari costituirà l’occasione per illustrare il ruolo cruciale dei mari e degli oceani nella vita quotidiana non solo delle comunità costiere ma di tutti i cittadini della UE e la loro importanza per la crescita sostenibile e l’occupazione in Europa. Basata su una proposta della Commissione, la Giornata permetterà di incoraggiare una migliore valorizzazione delle zone costiere, dei mari e degli oceani da parte di tutti i cittadini e gli operatori interessati.

“Il mare e i settori e le risorse marittimi sono elementi essenziali della prosperità e del benessere europei. Con l’istituzione della Giornata europea dei mari noi, in quanto europei, desideriamo dare risalto a tale realtà e sensibilizzare le persone sulle opportunità offerte dal settore marittimo e dalla nostra nuova politica marittima integrata”, ha dichiarato il presidente della Commissione europea, José Manuel Barroso.

“La scelta di un giorno in cui ricordare ogni anno l’importanza dei mari e degli oceani è un modo per promuovere il benessere di tutti gli europei in questa epoca di globalizzazione”, ha dichiarato Joe Borg, commissario responsabile per la pesca e gli affari marittimi, che ha poi aggiunto: “Si tratta di un’idea che ha riscosso un ampio sostegno durante la fase di consultazione sulla nuova politica marittima integrata”.

La Commissione auspica che i cittadini e gli operatori del settore, che vivono e lavorano nelle regioni marittime europee, colgano questa occasione per mettere in evidenza il loro contributo alla UE nel suo insieme e per stimolare un ampio dibattito sulle sfide che sono chiamati a affrontare.

Nel corso della prima Giornata europea dei mari, il 20 maggio 2008, il Parlamento europeo si pronuncerà su una relazione concernente la politica marittima integrata della UE, che illustra, tra l’altro, l’eccezionale dimensione del settore marittimo della UE, grazie all’estensione delle sue coste, delle sue isole e delle sue regioni ultraperiferiche e sottolinea le opportunità uniche offerte dal settore marittimo per quando riguarda l’innovazione, la ricerca, l’ambiente e la biodiversità, auspicando che esse siano pienamente inglobate nella nuova politica marittima integrata. La relazione sottolinea inoltre come la partecipazione degli operatori locali e regionali sia essenziale per garantire il successo della politica marittima e auspica una maggiore collaborazione tra le regioni costiere europee.

Parallelamente la Commissione organizzerà a Bruxelles il 19 e 20 maggio una conferenza delle parti interessate aperta alla stampa, il cui programma prevede interventi di Joe Borg, commissario europeo responsabile per la pesca e gli affari marittimi, di Willi Piecyk, parlamentare europeo e relatore sulla politica marittima integrata e di Michel Delebarre, primo vicepresidente del Comitato delle regioni e sindaco e deputato di Dunkirk. Si terrà inoltre una riunione ministeriale coordinata dalla presidenza slovena con la partecipazione di esponenti dei governi di Francia, Germania, Portogallo e Norvegia. Le discussioni saranno incentrate sulle modalità per favorire un dialogo continuo tra le parti interessate per sostenere lo sviluppo della politica marittima integrata e garantire che essa sia pienamente adeguata alla dimensione regionale degli affari marittimi.

Da quando, nell’ottobre 2007, la Commissione ha presentato una proposta di politica marittima integrata, che ha ricevuto l’avallo dei capi di Stato e di governo al Consiglio europeo del 14 dicembre 2007, sono stati registrati reali progressi nella messa a punto di un quadro coerente per promuovere sinergie e risolvere potenziali conflitti tra settori differenti ma attinenti alle politiche marittime. In linea con il piano d’azione dettagliato pubblicato in ottobre, la Commissione ha già formulato proposte per combattere la pesca illegale, dare impulso allo sviluppo dei porti e delle città portuali della UE, rivedere la regolamentazione sociale che disciplina le professioni marittime e promuovere una migliore integrazione tra politica energetica e politica marittima. Essa inoltre ha fatto il punto della situazione in materia di sistemi di sorveglianza marittima, attività offshore e competenze degli Stati membri.

Link relativo alla Giornata europea dei mari

http://ec.europa.eu/maritimeaffairs/maritime-day-2008_en.html


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website