Chemin de navigation

Left navigation

Additional tools

L’UE vieta la vendita degli accendini non a prova di bambino e degli accendini fantasia

Commission Européenne - IP/08/425   11/03/2008

Autres langues disponibles: FR EN DE DA ES NL SV PT FI EL CS ET HU LT LV MT PL SK SL BG RO

IP/08/425

Bruxelles, 11 marzo 2008

L’UE vieta la vendita degli accendini non a prova di bambino e degli accendini fantasia

L’11 marzo entra in vigore la decisione della Commissione che vieta la vendita di accendini non a prova di bambino e di accendini fantasia. La decisione è stata adottata il 13 febbraio 2007 dagli Stati membri dell’UE rappresentati in seno al comitato della direttiva sulla sicurezza generale dei prodotti. La decisione accresce la sicurezza dei consumatori introducendo l’obbligo, a decorrere dall’11 marzo, che gli accendini pericolosi per i bambini non possano più essere venduti ai consumatori europei. L’immissione sul mercato e l’importazione di questi accendini sono già proibite a partire dall’11 marzo 2007 e all’industria del settore era stato concesso un anno per liquidare le scorte. La decisione fa obbligo inoltre ai governi di assicurare che gli accendini comunemente commercializzati nell’UE siano sicuri per i bambini. Essa vieta anche l’immissione sul mercato di accendini che somigliano ad oggetti suscettibili di esercitare un’attrattiva sui bambini (detti anche "accendini fantasia").

"Plaudo all’entrata in vigore di questi provvedimenti importanti che accresceranno la sicurezza dei consumatori, e in particolare dei bambini, in Europa" ha affermato Meglena Kuneva, Commissario europeo responsabile per la tutela dei consumatori. "Tutte le parti in causa saranno ora tenute ad assicurare che gli accendini fuori norma non finiscano nelle mani degli utilizzatori. Sollecito le autorità di forza pubblica dei singoli paesi a recepire la loro responsabilità e a far rispettare rigorosamente queste disposizioni".

Il motivo della decisione

Un uso improprio degli accendini da parte di bambini che ci giocano ha provocato un gran numero di incidenti. Si stima che nell’UE tra 1 500 e 1 900 casi di lesioni e tra 34 e 40 decessi siano dovuti annualmente a incidenti provocati da bambini che giocano con accendini. Vi sono meccanismi a prova di bambino utili per prevenire simili incidenti e il loro uso è stato reso obbligatorio negli USA, in Canada, Australia e Nuova Zelanda da circa 10 anni. L’introduzione dell’obbligo “a prova di bambino” negli USA ha comportato una riduzione del 60 % nel numero di simili incidenti.

Gli accendini sono prodotti di consumo che presentano un rischio intrinseco poiché producono fiamma o calore e contengono un combustibile. Essi presentano un grave rischio se usati in modo improprio da bambini. Ciò vale in particolare per gli accendini monouso venduti in gran numero, spesso in confezioni di diverse unità, e utilizzati quali prodotti usa e getta di scarso valore. I bambini possono usarli per giocare e provocare incidentalmente incendi, gravi lesioni e la morte di persone.

Qual è il campo di applicazione della decisione?

Il requisito “a prova di bambino" della decisione interessa approssimativamente il 98 % di tutti gli accendini venduti annualmente nell'UE, compresi gli accendini usa e getta di plastica e quelli metallici a basso costo. A certi accendini non si applica il requisito "a prova di bambino" poiché essi non sono facilmente accessibili per i bambini.

Resta il fatto però che devono soddisfare un certo numero di requisiti generali di sicurezza stabiliti in una norma specifica sulla sicurezza degli accendini, la norma EN ISO 9994. Affinché gli accendini siano esentati dal requisito “a prova di bambino” essi devono rispettare una serie di criteri tecnici enunciati nella decisione. La decisione vieta inoltre l’immissione sul mercato di accendini che somigliano ad oggetti suscettibili di esercitare una particolare attrattiva sui bambini (ad esempio giocattoli, telefonini, alimenti, automobili, ecc.) e che quindi comportano un rischio elevato d’uso improprio (i cosiddetti “accendini fantasia”).

Cos'è un “accendino a prova di bambino”?

Una norma europea (EN 13869:2002) stabilisce le specifiche di sicurezza per i bambini applicabili agli accendini. Gli accendini che soddisfano le pertinenti specifiche di questa norma europea godono di una presunzione di conformità alla decisione. Si presumono inoltre conformi quegli accendini che soddisfano il requisito di sicurezza per i bambini stabilito nella normativa di paesi terzi laddove tali requisiti siano equivalenti a quelli fissati dalla decisione (ad esempio quelli che si applicano negli USA).

In che modo funziona la decisione?

Su richiesta delle autorità competenti degli Stati membri i fabbricanti e gli importatori devono presentare tutta la pertinente documentazione, compresi i rapporti di test in materia di sicurezza per i bambini. I rapporti di test devono essere rilasciati da organismi di test accreditati o riconosciuti dalle autorità competenti degli Stati membri. I rapporti di test possono essere anche emanati da un organismo di test i cui rapporti sono accettati dai paesi in cui sono in vigore requisiti di sicurezza per i bambini equivalenti a quelli previsti nella decisione (ad esempio gli USA). I distributori sono sollecitati a cooperare con le autorità competenti e a fornire loro, a richiesta, la necessaria documentazione per rintracciare l’origine degli accendini che immettono sul mercato. Le autorità competenti degli Stati membri hanno la responsabilità di far rispettare le disposizioni della decisione e dovrebbero ora controllare se accendini fantasia e accendini non a prova di bambino si trovino ancora sugli scaffali dei negozi.

Per ulteriori informazioni vi invitiamo a consultare:

http://ec.europa.eu/consumers/safety/prod_legis/prod_legislation_lighters_en.htm


Side Bar

Mon compte

Gérez vos recherches et notifications par email


Aidez-nous à améliorer ce site