Navigation path

Left navigation

Additional tools

IP/08/345

Bruxelles, 28 febbraio 2008

L'UE prescrive che i "giocattoli magnetici" rechino un'etichetta di avvertimento

I giocattoli contenenti magneti sembrano destinati a recare in tutta l'UE un'etichetta obbligatoria di avvertimento in forza della proposta della Commissione approvata oggi dagli Stati membri in seno al Comitato della direttiva Sicurezza Generale dei Prodotti. La proposta di progetto di decisione della Commissione interesserà tutti i " giocattoli magnetici " vale a dire i giocattoli che contengono magneti sciolti o staccabili o sono da essi costituiti, ovvero componenti magnetici di dimensioni e forma tali da poter essere ingeriti dai bambini. L'etichetta di avvertimento sarà riportata sulla confezione o altrimenti attaccata al giocattolo. I magneti costituiscono un rischio emergente: negli ultimi anni essi sono diventati più piccoli, più potenti e più facilmente staccabili. Nell'ultimo biennio si sono registrati nel mondo diversi incidenti che hanno avuto per vittime bambini, i quali hanno ingerito magneti staccati da giocattoli, e si sono accumulati i reclami dei consumatori, le denunce di incidenti e le notifiche RAPEX. Il progetto di decisione della Commissione rientra nel follow-up della valutazione consuntiva effettuata dalla Commissione nell'autunno 2007 in merito ai controlli sulla sicurezza dei giocattoli e questo in seguito a una serie di richiami estremamente eclatanti di giocattoli. Tale misura è in linea con provvedimenti analoghi adottati, a partire dalla fine dell'anno scorso, da alcuni Stati membri, in particolare Francia e Germania. Il progetto di decisione verrà presentato al Parlamento europeo prima di essere posto sul tavolo del collegio dei Commissari all'inizio di aprile in vista di una decisione. Gli Stati membri avranno quindi un periodo di 3 mesi per assicurare che tutti i giocattoli magnetici rechino l'etichetta di avvertimento.

Il Commissario europeo responsabile per i consumatori, Meglena Kuneva, ha affermato: "Nei giocattoli i piccoli magneti spesso non sono più grandi del gommino da cancellare montato sulle matite, ma sono diventati estremamente potenti. Si stanno accumulando dati esperienziali sui danni reali che si producono quando piccoli magneti che si staccano dai giocattoli finiscono nella bocca dei bambini e sono ingeriti. Questa iniziativa dell'etichetta di avvertimento è una misura temporanea nelle more della revisione della norma europea corrispondente. L'etichetta di avvertimento indicherà chiaramente ai genitori i rischi potenzialmente gravi che i magneti comportano e li renderà ancora più vigilanti."

La situazione attuale

Attualmente non sono in vigore regole o norme specifiche in relazione ai giocattoli magnetici. Essi sono disciplinati soltanto dal requisito generale UE che i giocattoli immessi sul mercato non presentino rischi per la salute o la sicurezza.

La problematica

Oltre a un incidente mortale avvenuto negli USA nel 2006, a partire da tale anno sono state segnalate in tutto il mondo decine di casi di bambini che hanno ingerito almeno due magneti o un magnete e un oggetto metallico e che hanno dovuto essere sottoposti a intervento chirurgico (i magneti sono attirati l'uno dall'altro e possono provocare lacerazioni del tratto digestivo). Sono pervenute anche centinaia di reclami di consumatori e di denunce di incidenti e sono state emanate diverse notifiche RAPEX in relazione a misure aventi per oggetto giocattoli magnetici.

Diversi fabbricanti di giocattoli hanno avviato di recente richiami su vasta scala di giocattoli contenenti magneti; particolarmente rilevante è stato il caso della società Mattel che, nel corso dell'estate 2007, ha richiamato circa 18 milioni di giocattoli in tutto il mondo.

La nuova proposta

La Commissione ha invitato il Comitato europeo di normazione (CEN) a rivedere la pertinente norma europea (EN 71-1) in modo da coprire i rischi specifici legati alla presenza di piccoli magneti nei giocattoli. Al CEN è stato concesso un periodo di 2 anni a tal fine ed esso dovrebbe produrre, nell'estate 2009, una norma riveduta recante le adeguate soluzioni progettuali per i fabbricanti. Nel frattempo, con la decisione approvata oggi dagli esperti degli Stati membri, la Commissione propone che si applichino etichette di avvertimento su tutti i giocattoli magnetici suscettibili di presentare un rischio per i bambini. L'avvertimento costituisce una soluzione temporanea in attesa della norma riveduta del CEN.

Il progetto di decisione concordato oggi interessa i " giocattoli magnetici" vale a dire i giocattoli che contengono magneti sciolti o staccabili o che constano di essi, ovvero componenti magnetici di dimensioni e forma tali da poter essere ingeriti dai bambini. Per poter essere commercializzati nell'UE questi giocattoli devono recare un opportuno avvertimento. L'avvertimento fa presente i rischi legati alla presenza di magneti o componenti magnetici accessibili ai bambini.

Gli Stati membri devono assicurare che i giocattoli magnetici immessi sul mercato UE rechino la seguente dicitura: "Avvertenza! Questo giocattolo contiene magneti o componenti magnetici. Un magnete che si attacca a un altro magnete o a un oggetto metallico all'interno del corpo umano può provocare lesioni gravi o mortali. In caso di ingestione o inalazione di magneti, richiedere immediatamente assistenza medica" (o una formulazione equivalente). L'avvertimento deve essere scritto in modo chiaro e leggibile ed essere visibile per i consumatori.

Diversi Stati membri, tra cui Francia e Germania, hanno già adottato raccomandazioni volontarie che introducono questi avvertimenti fin dall'inizio del 2008.

Le fasi successive

La proposta passerà ora al Parlamento europeo, che ha un diritto di controllo, dopo di che verrà formalmente adottata dalla Commissione. La Commissione ha già avviato il processo di notifica di 60 giorni richiesto in base alle regole dell'OMC, periodo che dovrebbe scadere a fine marzo. Entro tre mesi dall'adozione della decisione da parte della Commissione, gli Stati membri devono assicurare che tutti i giocattoli magnetici commercializzati nell'UE ottemperino a tale disposizione e, in caso contrario, ne vengano sospese le vendite o vengano ritirati dal mercato.

Per ulteriori informazioni si rinvia a:

http://ec.europa.eu/consumers/safety/news/index_en.htm


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website