Navigation path

Left navigation

Additional tools

Un approccio completo per un sistema europeo integrato di gestione delle frontiere per il XXI secolo

European Commission - IP/08/215   13/02/2008

Other available languages: EN FR DE DA ES NL SV PT FI EL CS ET HU LT LV MT PL SK SL BG RO

IP/08/215

Bruxelles, 13 febbraio 2008

Un approccio completo per un sistema europeo integrato di gestione delle frontiere per il XXI secolo

La Commissione ha esposto oggi la sua visione del futuro sviluppo del sistema di gestione delle frontiere esterne dell'UE. Si tratta di una combinazione di misure concrete (relative all'Agenzia FRONTEX e al controllo delle frontiere marittime) e di riflessioni a più lungo termine sui modi per registrare l'ingresso e l'uscita dei cittadini di paesi terzi. Tale approccio garantirà l'integrità dello spazio Schengen consentendo nel contempo di mantenere quanto più semplice possibile l'attraversamento delle frontiere per i cittadini di paesi terzi che soddisfano le condizioni di ingresso. Questa iniziativa si inserisce tra le recenti misure prese dalla Commissione per rafforzare la solidarietà e la cooperazione nella gestione delle frontiere esterne e nell'elaborazione di una politica europea di immigrazione.

Il vicepresidente Franco Frattini, commissario responsabile del portafoglio "Giustizia, libertà e sicurezza", ha dichiarato: "Questo pacchetto contiene idee nuove per controllare sia i valichi che le linee di frontiera, ricorrendo alle tecnologie più avanzate per garantire il massimo livello di sicurezza e facilitare al tempo stesso le procedure di ingresso nello spazio Schengen per i cittadini di paesi terzi che viaggiano legalmente. Queste idee promuoveranno la libera circolazione legittima delle persone e permetteranno di far fronte alle pressioni migratorie inattese, soprattutto alle frontiere marittime meridionali dell'Unione, e di ridurre la tratta di esseri umani nell'UE".

Le comunicazioni

Si tratta di comunicazioni lungimiranti che contemplano una serie di misure per rafforzare tutti gli aspetti di una gestione efficace dell'ingresso nel territorio dell'Unione europea, e che mirano in particolare a:

  • facilitare la sorveglianza delle frontiere, migliorando la cooperazione tra Stati membri e ricorrendo alle nuove tecnologie;
  • potenziare il coordinamento operativo tra Stati membri tramite FRONTEX (l'Agenzia europea per le frontiere), attuando integralmente il vigente mandato dell'Agenzia e, in particolare, intensificando le operazioni congiunte tra Stati membri, incluso il pattugliamento delle frontiere marittime;
  • avviare un dibattito su un sistema di ingresso/uscita per controllare meglio chi entra/esce dallo spazio Schengen e su un programma per viaggiatori registrati che consenta ai cittadini di paesi terzi che viaggiano di frequente e che si sottopongono a un preesame di spostarsi rapidamente e facilmente.

Tempo di rinnovo

Le comunicazioni sono state presentate dalla Commissione per rispondere alle sfide poste dai viaggi e dalla circolazione delle persone nel XXI secolo. Si inseriscono nel già dichiarato intento della Commissione di creare uno spazio per viaggiare liberamente e in sicurezza grazie alla responsabilità e alla solidarietà collettive. L'obiettivo è duplice: garantire che lo spazio Schengen continui a permettere ai cittadini e ai viaggiatori di circolare in 24 paesi europei all'interno di un area sicura e senza frontiere, e rafforzare la sicurezza delle frontiere. In tal modo si dovrebbero inoltre incoraggiare i contatti tra i cittadini UE e quelli dei paesi vicini.

La presidenza slovena ha sottolineato l'importanza di queste proposte, che saranno discusse alla conferenza ministeriale sulle sfide della gestione delle frontiere esterne dell'Unione prevista per marzo.

Calendario

Le misure concernenti FRONTEX ed EUROSUR, in particolare l'intensificazione della partecipazione degli Stati membri alle operazioni congiunte di pattugliamento delle frontiere, potrebbero essere portate avanti nel 2008. Sono pertanto in corso preparativi per potenziare la sorveglianza delle frontiere. Altre proposte dovrebbero avviare una riflessione con il Consiglio e il Parlamento europeo, sulla cui base la Commissione valuterà l'eventuale sviluppo di nuovi sistemi.

Per maggiori informazioni sulle attività del vicepresidente Frattini si veda il sito: http://www.ec.europa.eu/commission_barroso/frattini/index_en.htm


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website