Navigation path

Left navigation

Additional tools

Other available languages: EN FR DE ES NL PT CS PL RO

IP/08/1590

Bruxelles, 28 ottobre 2008

La rete GÉANT collega il Pakistan a 100 milioni di ricercatori in Europa e in Asia

Oggi gli scienziati e i ricercatori del Pakistan possono connettersi con i loro colleghi nel resto del mondo grazie ad una nuova rete di computer ad alta velocità resa possibile da GÉANT, la rete dorsale paneuropea avanzata, e dal suo equivalente asiatico, TEIN (rete d’informazione Trans-Eurasia). La rete GÉANT è un’iniziativa cofinanziata dalla Commissione europea e dagli Stati membri lanciata nel 2000 per aggiornare l’infrastruttura delle reti europee di ricerca e istruzione. La rete TEIN e la US National Science Foundation (NSF) hanno deciso di collegarsi alla Pakistan Education Research Network (PERN). TEIN e GÉANT raggiungono, insieme, quasi 100 milioni di ricercatori in Europa e in Asia, rendendo possibile una collaborazione pioneristica in settori quali il cambiamento climatico, la radioastronomia e le biotecnologie.

“L’Europa si compiace che gli scienziati e i ricercatori del Pakistan siano ora connessi alla comunità scientifica e accademica mondiale grazie a questo nuovo collegamento. Mi fa piacere che il programma TEIN, che offre una rete dorsale locale per la ricerca e l’istruzione nella regione Asia-Pacifico, abbia consentito di collegare il Pakistan agli scienziati e ai ricercatori europei sulla rete GÉANT”, ha affermato Viviane Reding, commissaria europea per la società dell’informazione e i media. È un ottimo esempio di cooperazione tra programmi europei e nord-americani, che mi auguro serva da fondamento per azioni future.

Benita Ferrero-Waldner, commissaria europea per le relazioni esterne e la politica europea di vicinato, ha aggiunto: “Dalla firma dell’accordo di cooperazione sul partenariato e lo sviluppo, nel 2004, sono stati fatti enormi passi avanti nel rafforzare i rapporti tra Comunità europea e Pakistan. Questo collegamento tra le reti TEIN2 e GÉANT consente agli scienziati pachistani di partecipare alla ricerca internazionale e rafforza il nostro impegno per costituire un partenariato forte con il Pakistan.”

È una pietra miliare nello sviluppo della connettività di reti fisiche tra il Pakistan e la comunità scientifica mondiale. Sono stati necessari sforzi seri e costanti da parte degli esperti di tecnologie e dei governi di USA, Europa e Pakistan. Ora è necessario portare avanti questi sforzi verso il nostro vero obiettivo: potenziare la collaborazione nell’ambito della ricerca e dell’istruzione a livello mondiale” ha affermato Arden Bement della US National Science Foundation.

Gli scienziati pakistani di 60 istituti e università, collegati alle reti europee tramite la Pakistan Education Research Network (PERN), possono collaborare con i propri colleghi su progetti di ricerca che richiedono il trasferimento di dati per condividere informazioni da una parte all’altra del globo. La rete PERN è connessa alla rete GÉANT tramite il nuovo collegamento con la rete TEIN, finanziata dall’UE, che attraversa tutta l’Asia. Essa collegherà inoltre gli scienziati pakistani agli scienziati statunitensi tramite l’iniziativa TransPAC2.

Grazie al collegamento a TEIN, cofinanziato dalla rete PERN e dalla U.S. National Science Foundation (NSF), il Pakistan è il primo di una serie di paesi che potranno collegarsi a TEIN3, la nuova generazione di reti di ricerca asiatiche finanziate dall’UE. La rete PERN si serve di una nuova connessione a 155 milioni di bit al secondo (Mbps) tra Karachi e il punto di presenza TEIN3 a Singapore, messo a disposizione dalla Pakistan Telecommunications Company Limited (PTCL).

La Commissione ha annunciato recentemente di aver concesso un finanziamento di 12 milioni di euro per TEIN3 (IP/08/269), una rete di larga scala nella regione Asia-Pacifico. La rete TEIN è gestita da DANTE, un’organizzazione per le reti di ricerca.

Contesto:

GÉANT è una rete dorsale paneuropea che collega le reti nazionali di ricerca e istruzione (NREN) di tutta Europa, con una lunghezza di oltre 50 000 km. GÉANT offre una copertura geografica senza pari, banda larga e un’innovativa tecnologia di connessione ibrida e consente agli accademici e ai ricercatori europei di collegarsi ad altri centri di ricerca tramite connessioni di rete private ad alta velocità.

L’attuale contributo della Commissione europea a GÉANT è finanziato dal 6° programma quadro (2002-2006) per un importo di 93 milioni di euro in 58 mesi. I costi complessivi di GÉANT per questo periodo ammontano a oltre 200 milioni di euro e l’importo restante è cofinanziato dai paesi partecipanti. Sono partner del progetto le NREN, la Trans-European Research and Education Networking Association (TERENA) e DANTE, un’organizzazione senza scopo di lucro che gestisce la rete GÉANT per conto delle NREN europee. Lanciata nel 2000, GÉANT ha subito successivi aggiornamenti che l’hanno resa una tra le reti principali a livello mondiale e contribuisce ad attirare i ricercatori in Europa (IP/04/1058 e IP/05/722). Nel corso del 2008 la rete è stata collegata alle infrastrutture delle reti regionali di ricerca che stanno nascendo nei Balcani, nel Mar Nero e nelle regioni del Mediterraneo, così come in Asia, Africa del Sud e America Latina (IP/08/354).

Ulteriori informazioni su GÉANT sono disponibili all’indirizzo:

http://ec.europa.eu/information_society/newsroom/cf/itemlongdetail.cfm?item_id=3915

Allegato:

[ Tabelle disponibili in PDF o Word PROCESSED ]


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website