Navigation path

Left navigation

Additional tools

IP/08/1492

Bruxelles, 13 ottobre 2008

Gli scienziati avvertono sui rischi per la salute legati all'esposizione al rumore proveniente da apparecchi musicali portatili

Ascoltare musica ad alto volume per un periodo prolungato di tempo utilizzando apparecchi musicali portatili può causare lesioni permanenti dell'udito come indica un parere del Comitato scientifico dei rischi sanitari emergenti e recentemente identificati (CSRSERI) dell'UE pubblicato oggi. Da questo parere scientifico emerge che il 5-10% di coloro che, per un periodo di almeno 5 anni, ascoltano musica con apparecchi musicali portatili settimanalmente per più di un'ora al giorno tenendo l'apparecchio ad alto volume rischiano una perdita permanente di capacità uditiva. La Commissione europea aveva invitato il Comitato scientifico indipendente a esaminare la problematica considerato il grande uso di apparecchi musicali portatili e il grande aumento del numero di giovani esposti al rumore da essi originato. Gli scienziati confermano che vi è motivo di preoccupazione e la Commissione europea esaminerà ora assieme agli Stati membri e alle parti interessate quali misure si potrebbero eventualmente adottare per meglio proteggere i bambini e gli adolescenti dall'esposizione al rumore proveniente da apparecchi musicali portatili e apparecchiature affini.

Meglena Kuneva, Commissario UE responsabile per i consumatori, ha affermato: "Mi preoccupa il fatto che un numero così grande di giovani che utilizzano con frequenza apparecchi musicali portatili e telefoni cellulari a livelli acustici elevati possano danneggiare inconsciamente il loro udito in modo irreparabile. Dai reperti scientifici emerge un rischio chiaro e dobbiamo reagire rapidamente. Ciò che più conta, dobbiamo sensibilizzare i consumatori e rendere queste informazioni di dominio pubblico. Dobbiamo riesaminare inoltre i sistemi di controllo esistenti, alla luce di questo parere scientifico, per far sì che essi siano pienamente efficaci e tengano il passo con la nuova tecnologia".

Le regole attuali

Esiste già una norma europea di sicurezza che limita a 100 dB il livello di rumore delle apparecchiature musicali portatili, ma crescono le preoccupazioni quanto ai danni uditivi che possono derivare da un'esposizione eccessiva a tali fonti di rumore. È possibile limitare in ampia misura tali danni ricorrendo a soluzioni come la riduzione dei livelli e della durata di esposizione al rumore. Il Comitato scientifico UE nel suo parere fa presente che gli utilizzatori di apparecchiature musicali portatili se ascoltano ad alto volume (più di 89 decibel) musica per sole 5 ore alla settimana superano i limiti attualmente in vigore relativi al rumore massimo consentito sul posto di lavoro. Coloro che ascoltano musica in tali condizioni per periodi più prolungati rischiano una perdita permanente di capacità uditiva dopo un periodo di 5 anni. Ciò riguarderebbe il 5-10% degli utilizzatori di tali apparecchi e il loro numero può essere quantificato tra 2,5 e 10 milioni di persone nell'UE.

Cosa farà ora la Commissione?

La Commissione europea ha chiesto lo studio scientifico a causa delle crescenti preoccupazioni in merito al rischio uditivo, soprattutto a danno di adolescenti e bambini, derivante da attività ludiche come ad esempio l'uso di apparecchi musicali portatili. Sulla base di questi dati scientifici la Commissione organizzerà a Bruxelles all'inizio del 2009 una conferenza per valutare i reperti del Comitato scientifico e discuterli con gli Stati membri, i rappresentanti dell'industria, i consumatori ed altre parti interessate e per valutare quali soluzioni adottare. Il seminario esaminerà le precauzioni che gli utilizzatori possono prendere come anche soluzioni tecniche per ridurre al minimo il danno uditivo oltre a contemplare l'eventualità di ulteriori interventi normativi o la revisione degli attuali standard di sicurezza al fine di proteggere i consumatori.

Cosa possono fare i consumatori?

Gli utilizzatori di apparecchi musicali portatili possono già adottare certe precauzioni d'ordine pratico come ad esempio controllare il loro apparecchio per vedere se è possibile regolarlo su un volume limitato e invalicabile in modo da mantenere il rumore al di sotto dello stesso oppure si può ridurre manualmente il volume e possono anche fare attenzione a non usare l'apparecchio musicale portatile per periodi prolungati di tempo al fine di proteggere il loro udito.

Contesto

È noto il fatto che un'esposizione di lungo periodo a livelli di suono eccessivi può pregiudicare l'udito. Per proteggere i lavoratori sono stati fissati limiti per i livelli di rumore consentiti sul posto di lavoro. Il rumore ambientale cui il pubblico è esposto – come ad esempio il rumore del traffico, dei cantieri edili, degli aeroplani o semplicemente il rumore della vita cittadina - può essere estremamente irritante, ma nella maggior parte dei casi non è sufficientemente alto per danneggiare l'udito.

Negli ultimi anni il rumore ludico è diventato un'importante minaccia per l'udito poiché può raggiungere volumi estremamente alti e perché un numero crescente di cittadini vi è esposto, in particolare i giovani. Aumentano le preoccupazioni quanto all'esposizione al rumore determinata dalla nuova generazione di apparecchi musicali portatili che possono riprodurre suoni a volumi estremamente elevati senza perdita di qualità. I rischi di danno uditivo sono legati al livello sonoro e al tempo di esposizione.

Negli ultimi anni le vendite di apparecchi musicali portatili hanno registrato un'impennata, in particolare quelle di MP3 player. Nell'UE, complessivamente, circa 50-100 milioni di persone ascoltano probabilmente ogni giorno musica usando apparecchi musicali portatili. Negli ultimi 4 anni le vendite stimate di tutti gli apparecchi audio portatili ammonterebbero a 184-246 milioni mentre quelle di MP3 player sarebbero di 124-165 milioni. Nell'UE molti milioni di persone usano quotidianamente apparecchi musicali portatili e se li usano in modo inappropriato si espongono al rischio di lesioni uditive.

Il testo del parere scientifico può essere consultato all'indirizzo: http://ec.europa.eu/health/ph_risk/committees/04_scenihr/docs/scenihr_o_018.pdf
La versione semplificata del parere può essere consultata all'indirizzo:

http://ec.europa.eu/health/opinions/en/hearing-loss-personal-music-player-mp3/
Informazioni di contesto sul CSRSERI

http://ec.europa.eu/health/ph_risk/committees/04_scenihr/04_scenihr_en.htm


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website