Navigation path

Left navigation

Additional tools

IP/08/1340

Bruxelles, 18 settembre 2008

La Commissione intende sfruttare tutto il potenziale delle lingue

Oggi la Commissione europea ha adottato una comunicazione intitolata "Multilinguismo: una risorsa per l'Europa e un impegno comune", che affronta le lingue nel contesto più ampio della coesione sociale e della prosperità. Integrando il multilinguismo in una serie di politiche e di azioni comunitarie, questa comunicazione intende riflettere la realtà di un'Unione europea che conta più di 490 milioni di cittadini ed è caratterizzata da varie competenze linguistiche ed esigenze diverse.

Il Commissario per il multilinguismo Leonard Orban ha annunciato che: "La coesistenza armoniosa di numerose lingue in Europa rappresenta un simbolo forte dell'aspirazione dell'Unione europea all'unità nella diversità. Con questa comunicazione incitiamo gli Stati membri dell'UE, le autorità locali e le parti sociali ad unire le forze e ad agire. Il nostro approccio globale tiene conto del valore e delle opportunità della diversità linguistica in Europa nonché delle esigenze più individuali di apprendimento delle lingue al fine di comunicare in maniera efficace."

I recenti allargamenti in seno all'UE hanno rafforzato la diversità linguistica: essa conta ora 23 lingue ufficiali e oltre 60 lingue parlate in certe regioni o da gruppi specifici. La globalizzazione e i flussi migratori si aggiungono ulteriormente all'ampia paletta di lingue utilizzate quotidianamente dagli europei. La diversità linguistica rappresenta incontestabilmente uno degli aspetti più peculiari dell'UE, nella misura in cui interessa le vite sociali, culturali e professionali dei suoi cittadini nonché le attività economiche e politiche dei suoi Stati membri. La comunicazione citata contribuisce a rispondere alle sfide rappresentate da questa realtà e propone un approccio che promuove l'inserimento del multilinguismo attraverso una serie di settori politici comunitari.

La comunicazione invita gli Stati membri dell'UE e le altre istituzioni comunitarie ad unire le forze per incoraggiare e aiutare i cittadini ad acquisire competenze linguistiche. Esamina temi quali:

  • Il ruolo svolto dalle lingue nello sviluppo della comprensione reciproca in una società multiculturale.
  • Il modo in cui le lingue migliorano le prospettive di occupazione e garantiscono un vantaggio competitivo per le imprese europee.
  • Quali misure adottare per incoraggiare i cittadini europei a parlare due lingue oltre alla loro lingua madre.
  • Il modo in cui i mass media e le nuove tecnologie possono servire da ponte fra persone che parlano varie lingue.

Questo documento programmatico, inoltre, propone di trarre il massimo vantaggio dai programmi europei esistenti e dalle iniziative in materia di istruzione, di mass media, di ricerca, di inserimento sociale e di competitività e prevede la realizzazione, nel 2012, di un'analisi dei progressi conseguiti.
La comunicazione è disponibile sul seguente sito internet

http://ec.europa.eu/education/languages/index_en.htm


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website