Chemin de navigation

Left navigation

Additional tools

Autres langues disponibles: FR EN DE ES EL

IP/08/1246

Bruxelles, 6 agosto 2008

Scambio di quote di emissione: prevista prima di dicembre la connessione dell'UE al catalogo ONU per i crediti di carbonio

La Commissione europea, gli Stati membri e il Segretariato della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (UNFCCC) hanno concluso con successo i test necessari per la connessione al registro internazionale dei crediti di carbonio dell'ONU. Il catalogo indipendente comunitario delle operazioni (Community Independent Transaction Log – CITL) e i registri degli Stati membri saranno collegati al catalogo internazionale delle operazioni (International Transaction Log - ITL) dell'ONU entro dicembre 2008. Il collegamento permette di trasferire ai registri degli Stati membri dell'UE i crediti di carbonio concessi nell'ambito del meccanismo per lo sviluppo pulito (Clean Development Mechanism).

Il commissario per l'ambiente Stavros Dimas ha dichiarato: "Mi congratulo per l'esito positivo della fase di prova. Ora è possibile trasferire nel sistema di registrazione comunitario i crediti del meccanismo per lo sviluppo pulito. La connessione al catalogo internazionale dei crediti di carbonio dell'ONU rafforzerà il ruolo di primo piano svolto dall'Europa sul mercato mondiale."

Due sistemi armonizzati

Il Catalogo indipendente comunitario delle operazioni (CITL) e il Catalogo internazionale delle operazioni (ITL) sono sistemi elettronici di contabilizzazione che registrano le quote di emissione o i crediti di carbonio di società attive su tale mercato. Il CITL, che è operativo dal 2005, è il registro centrale che indica il possesso di quote nel Sistema comunitario per lo scambio di quote di emissione (EU Emissions Trading System - ETS). Il Catalogo internazionale delle operazioni (ITL) registra i diversi tipi di crediti dell'ONU per i paesi che hanno firmato il protocollo di Kyoto.

Il collegamento tra i due sistemi permetterà alle imprese di trasferire le riduzioni certificate delle emissioni ottenute nell'ambito del meccanismo di sviluppo pulito nella rispettiva contabilizzazione presso il registro dello Stato membro di origine. Il meccanismo per lo sviluppo pulito (Clean Development Mechanism - CDM) consente ai paesi che si sono impegnati a ridurre le emissioni nell'ambito del protocollo di Kyoto di realizzare un progetto per la riduzione delle emissioni nei paesi in via di sviluppo. Questi progetti consentono di ottenere crediti vendibili di riduzione certificata delle emissioni (Certified emission reduction - CER), ciascuno dei quali equivale ad una tonnellata di CO2, contabilizzabile per il conseguimento degli obiettivi di Kyoto. Poiché nell'ambito dell'EU ETS è possibile utilizzare le CER per compensare le emissioni, il collegamento è di cruciale importanza per assicurare agli operatori l'accesso ad un numero adeguato di crediti di carbonio.

I due sistemi procederanno unitamente al controllo e alla verifica delle transazioni. Attualmente, il registro di ciascuno degli Stati membri è collegato al CITL. Una volta realizzata la connessione tra ITL e CITL, i registri degli Stati membri saranno collegati unicamente all'ITL ed ogni transazione che interessa uno Stato membro dell'UE sarà trasmessa al CITL per registrazione e ulteriori controlli.

Test completati con successo

La Commissione europea, gli Stati membri ed il segretariato dell'UNFCCC hanno effettuato due volte i test relativi alle procedure tecniche. Il primo test, condotto dal 15 al 30 maggio, ha interessato cinque Stati membri. Il secondo, svoltosi dal 18 luglio al 4 agosto, ha interessato tutti gli Stati membri ed i registri di alcuni paesi terzi (Russia, Giappone e Nuova Zelanda). Questi test si sono conclusi con successo.

Le prossime fasi

La Commissione sta lavorando con il segretariato dell'UNFCCC per stabilire la data esatta della connessione ufficiale, che sarà annunciata prossimamente. Durante la procedura di connessione, la Commissione e gli Stati membri sospenderanno tutte le operazioni inerenti al registro per un periodo massimo di sette giorni.

Ulteriori informazioni

http://ec.europa.eu/environment/climat/emission/

http://ec.europa.eu/environment/climat/emission/citl_en.htm


Side Bar

Mon compte

Gérez vos recherches et notifications par email


Aidez-nous à améliorer ce site