Chemin de navigation

Left navigation

Additional tools

Multilinguismo, ovvero come le lingue aiutano le imprese

Commission Européenne - IP/08/1130   11/07/2008

Autres langues disponibles: FR EN DE DA ES NL SV PT FI EL CS ET HU LT LV MT PL SK SL BG RO

IP/08/1130

Bruxelles, 11 luglio 2008

Multilinguismo, ovvero come le lingue aiutano le imprese

Il Forum delle imprese sul multilinguismo, costituito nel 2007 per studiare l'impatto che le competenze linguistiche possono avere sul commercio e sull'occupazione nell'Unione europea, ha presentato oggi una relazione al commissario Orban. La relazione offre un chiaro quadro delle misure che occorre prendere per aiutare le imprese ad accedere a nuovi mercati e nuove opportunità commerciali in un mondo globalizzato. Il documento è basato su relazioni di ricerca, studi di casi, interviste ed esperienze personali dei membri del Forum, presieduto dal visconte Etienne Davignon, ministro di Stato belga ed ex vicepresidente della Commissione europea.

Il commissario per il multilinguismo Leonard Orban ha dichiarato: "La relazione del Forum delle imprese sottolinea l'importanza del multilinguismo per le imprese europee, dimostrando come la diversità linguistica e gli investimenti in competenze linguistiche e interculturali possano essere trasformati in una reale opportunità di prosperità e in un vantaggio per tutti. Le conclusioni della relazione e le sue raccomandazioni costituiscono un eccellente contributo alla nuova comunicazione strategica sul multilinguismo che intendo presentare quest'anno a settembre. Inoltre, sono in linea con gli obiettivi stabiliti nella strategia di Lisbona a favore di una maggiore crescita e di più posti di lavoro."

Il vicepresidente Günter Verheugen, commissario per le imprese e l'industria ha approvato la relazione sottolineando: "Investire in competenze linguistiche e nella gestione della diversità sarà essenziale per far sì che la società europea possa beneficiare pienamente del mondo globalizzato. Competenze linguistiche diversificate consentono di comunicare, di capire e di trovare nuove soluzioni. È ormai tempo che l'istruzione e la formazione professionale tengano conto di queste necessità e offrano a tutti un'ampia gamma di competenze. La nostra società ha più che mai bisogno di promuovere attivamente gli scambi interculturali e la cooperazione transfrontaliera."

Gli aspetti principali della relazione del Forum delle imprese sono i seguenti:

  1. L'Europa corre il rischio di perdere concorrenzialità, poiché le economie emergenti, principalmente in Asia e nell'America latina, acquisiscono rapidamente solide competenze linguistiche assieme ad altre competenze necessarie a un'efficace concorrenza.
  2. L'apprendimento formale e informale di un'ampia gamma di lingue andrebbe attivamente promosso negli Stati membri dell'UE poiché le imprese necessitano di una manodopera sempre più diversificata. Le competenze linguistiche sono fondamentali affinché la manodopera di domani possa considerare tutta l'Europa come la propria base di partenza.
  3. Le strategie linguistiche vanno approvate al più alto livello dirigenziale delle imprese in tutta l'Europa, comportando ad esempio la decisione di investire in formazione linguistica, di assumere dipendenti madrelingua e di garantire una buona comunicazione multilingue attraverso Internet.
  4. Le imprese hanno bisogno di essere sostenute nei loro sforzi volti a un impiego strategico delle lingue, in particolare attraverso le reti e le strutture già operative. In questo contesto è giudicato essenziale il ruolo delle organizzazioni per la promozione delle esportazioni nazionali, come i consigli per gli scambi.
  5. Occorre una piattaforma europea per uno scambio strutturato di informazioni e di pratiche ottimali relative alle lingue per le imprese.

Tra i rappresentanti di rilievo del Forum delle imprese figurano:

  • Winfried Albrink, responsabile della formazione, Gruppo Henkel,
  • Henning Dyremose, presidente del Consiglio per gli scambi danese (Danish Trade Council) ed ex amministratore delegato della TDC (Telecom danese),
  • Sabina Klimek, dirigente presso la Deloitte Business Consulting,
  • Peter Mathews, presidente ed amministratore delegato della Black Country Metals Limited e
  • Caroline Jenner, presidente della Junior Achievement Young Enterprise Europe, una rete di sostegno ai giovani imprenditori.

La relazione completa e la sua sintesi sono disponibili sul sito:

http://ec.europa.eu/education/languages/index_en.htm

Per ulteriori informazioni sulle lingue nell'UE:

http://europea.eu/languages


Side Bar

Mon compte

Gérez vos recherches et notifications par email


Aidez-nous à améliorer ce site