Navigation path

Left navigation

Additional tools

Other available languages: EN FR DE ES SV FI EL CS LT MT PL SK

IP/07/222

Bruxelles, 22 febbraio 2007

eTwinning: cresce il successo dei gemellaggi 'virtuali' tra scuole europee

La percentuale di scuole europee che partecipano al programma eTwinning della Commissione europea è più che raddoppiata nel 2006, passando dal 4% a più dell'8%, dopo appena due anni dal suo lancio. L'iniziativa eTwinning promuove attività di collaborazione "virtuale" tra le scuole tramite Internet; possono parteciparvi gratuitamente gli istituti scolastici di tutta Europa. In riconoscimento degli ottimi risultati ottenuti, Ján Figel', commissario responsabile dell'istruzione, della formazione, della cultura e della gioventù, ha deciso di premiare, nel corso di una cerimonia che si terrà il 23 febbraio a Bruxelles, sei brillanti progetti di collaborazione tra scuole realizzati nel quadro del programma eTwinning.

L'iniziativa eTwinning, una delle principali azioni del programma eLearning della Commissione europea, è stata varata nel gennaio 2005 con il duplice obiettivo di incoraggiare l'uso dei computer per comunicare tra le scuole e, in tal modo, promuovere il dialogo tra le culture. Questo programma si differenzia dagli altri programmi d'azione della Commissione nel settore dell'istruzione per il fatto che non assegna sovvenzioni ai partecipanti, ma permette di accedere gratuitamente a un'infrastruttura informatica, il portale eTwinning, grazie a cui le scuole di tutta Europa possono stabilire rapporti di collaborazione. Le scuole sono interamente libere di decidere quale forma dare alla loro cooperazione: può trattarsi di progetti della durata di alcune settimane o di una collaborazione a lungo termine, ad esempio su programmi comuni. Sempre alle scuole partecipanti spetta decidere le materie su cui verterà la collaborazione. La libertà d'azione e le formalità burocratiche ridotte al minimo sono le caratteristiche che contraddistinguono questo programma.

Ján Figel', commissario responsabile dell'istruzione e della formazione, ha dichiarato: "Grazie al programma eTwinning, ogni classe scolastica può entrare in contatto con qualsiasi angolo d'Europa e gli alunni, oltre a migliorare le loro capacità in campo informatico, imparano a conoscere altre culture e altre lingue. In questo modo, eTwinning non solo avvicina tra loro gli europei di tutte le regioni del continente, ma contribuisce allo sviluppo di competenze indispensabili in un'economia in cui le tecnologie dell'informazione acquistano sempre maggiore importanza".

Anche se il programma eLearning si è concluso nel 2006, eTwinning prosegue nell'ambito del nuovo programma 2007-2013 in materia di formazione permanente. Ogni anno i migliori progetti eTwinning sono ricompensati con un premio, che testimonia del successo incontrato da questo programma. Con un numero di scuole iscritte più che raddoppiato nel 2006 (da 11.300 a 23.200) e oltre 8.000 scuole partecipanti a un progetto, la concorrenza si annuncia quest'anno più intensa che mai.

In occasione della conferenza eTwinning che si terrà a Bruxelles il 23 e 24 febbraio, Ján Figel' premierà i sei migliori progetti. Suddivisi per tre categorie d'età (da 4 a 12, da 13 a 15 e da 16 a 19 anni), i premi saranno assegnati a progetti che presentano le seguenti caratteristiche:

innovazione pedagogica (in che modo il progetto e l'uso delle tecnologie dell'informazione hanno cambiato la vita quotidiana delle scuole partner);

integrazione nel programma scolastico (in che modo il progetto e l'uso delle tecnologie dell'informazione si sono integrati nei programmi nazionali di studio e di esame);

uso creativo delle tecnologie dell'informazione (non limitato alla sola posta elettronica);

durevolezza (il modo più efficace per garantire la durata nel tempo del progetto è l'implicazione dell'intera scuola);

trasferibilità (i benefici del progetto devono poter essere condivisi).

I sei progetti finalisti sono stati selezionati fra i 350 candidati da una giuria di esperti indipendenti composta da rappresentanti della Commissione europea, del gruppo di consulenza pedagogica per eTwinning, del servizio centrale di assistenza e dei ministeri dell'istruzione nazionali.

I sei progetti finalisti sono stati realizzati in Repubblica ceca, Finlandia, Francia, Grecia, Irlanda, Italia, Lituania, Malta, Polonia, Slovacchia e Spagna.

I progetti finalisti sono presentati nell'allegato.

I progetti vincenti saranno comunicati domani sul portale eTwinning.

Per ulteriori informazioni:

Portale eTwinning: www.etwinning.net

[ Tabelle disponibili in PDF o Word PROCESSED ]
[ Tabelle disponibili in PDF o Word PROCESSED ]

eTwinning Prizes 2007 : nominated projects

This is the list of finalists:

AGE CATEGORY 4-11

Project: Once Upon A Blog

Schools: St. Joseph, Mater Boni Consilii School, Malta

Saint Attracta's Senior National School, Ireland

Teachers: Jacqueline Vanhear (Malta)

Joseph Molloy (Ireland)

Description of project:

Students exchange myths and legends from their island nations and learn about each other’s lifestyles and attitudes using Blog and Podcast technologies.

Comments from the jury:

This project involves a lot of interaction between two primary school groups in Ireland and Malta.

The project was chosen for the wonderful interaction achieved between both pupils and teachers in both schools.

Project: Gingerbread House

Schools: Základná škola Omšenie, Slovakia

Základní škola a mateřská škola Sivice, Czech Republic

Teachers: Denysa Križanova (Slovakia)

Pavel Vrtěl (Czech Republic)

Description of project:

Students transform their school life into a fairytale one. Their fairytale worlds are expressed through drawings and then transformed into a digital audio-visual format.

Comments from the jury:

The jury was impressed that this project involved not only the entire schools but also their communities. It brought eTwinning out of the classroom and into the homes of the pupils involved.

AGE GROUP 12-15

Project: 24 pas - 24 βήματα

Schools: Collège Michel de L'hospital, France

Eniaio Lykeio Asklipieiou, Greece

Teachers: Véronique Drujon (France)

Anthi Theodorou and Constantin Rasias (Greece)

Description of project:

Dividing the ancient Greek alphabet in two, each class prepares twenty-four words for their partner class to translate as a base for discussion about the history of Greek and Latin.

Comments from the jury:

The jury felt that this project is an example of a project which is both pedagogically strong and technologically simple. The study of both Latin and Greek vocabulary and their influence on modern languages has given the pupils an appreciation of their common heritage. In exchanging their ideas, they have begun to understand not only their cultural differences but also their similarities.

Project: Eurofilm Factory

Schools: IES Carlos III, Spain

Prienai "Ziburys" gymnasium, Lithuania

Teachers: Libia Kowarik (Spain)

Irma Sneideriene (Lithuania)

Description of project:

Students develop together a guide of tips for film making and then put their guidelines into practice by producing their own films and writing their own reviews.

Comments from the jury:

The jury felt that project is a good example of collaborative work between two schools. The students jointly scripted and produced their film. In doing so they developed many skills, such as filmmaking, using ICT apart from perfecting their use of a foreign language and they also had a great deal of enjoyment.

AGE GROUP 16 - 19

Project: Wir, die Jugendlichen von heute

Schools: Liceo Linguistico Internazionale "Grazia Deledda", Italy

Puumalan yhteislukio, Finland

Teachers: Loredana Vertuani (Italy)

Kirsti Lähdesmäki (Finland)

Description of project:

Students get to know each another through an online journal and produce articles, poems, short stories and critical essays to compare their lives to those of their partners.

Comments from the jury:

This project is an example of collaboration between two schools from different countries using a third language in a most effective way as their means of communication. The jury felt that it brought a new dimension to the teaching and learning of a foreign language in a way that was topical for the pupils concerned.

Project: Young people's search for personal identity

Schools: I LO im T Kosciuszki w Mysłowicach, Poland

ITIS "A.Monaco" Cosenza, Italy

Teachers: Ewa Światkowska (Poland)

Nicola Denardi (Italy)

Description of project:

Using numerous ICT tools, adolescent students search for their identity from both a psychological and cultural perspective as they become young adults.

Comments from the jury:

It was the opinion of the jury that this project is an excellent example of the creativity of young people and relevance to what really concerns them. The subject touches on the common experience of young people, of all countries, growing up in Europe today. Their amazing website can be used as a resource by any school who wish their pupils to take an active role in planning their own futures.


Side Bar