Navigation path

Left navigation

Additional tools

Trasporto merci in Europa: nuove iniziative della Commissione per una maggiore efficienza e sostenibilità

European Commission - IP/07/1550   18/10/2007

Other available languages: EN FR DE DA ES NL SV PT FI EL CS ET HU LT LV MT PL SK SL BG RO

IP/07/1550

Bruxelles, 18 ottobre 2007

Trasporto merci in Europa: nuove iniziative della Commissione per una maggiore efficienza e sostenibilità

Oggi la Commissione europea ha adottato una serie di iniziative per migliorare l’efficienza e la sostenibilità del trasporto merci nell’Unione. Questo nuovo pacchetto di misure raggruppa una serie di proposte a favore della logistica, di una rete ferroviaria prioritaria per il traffico merci e dei porti europei, così come due documenti sullo spazio europeo per il trasporto marittimo senza barriere e sulle autostrade del mare. L’adozione simultanea di queste diverse misure è un segnale forte che evidenzia gli stretti legami fra la logistica e i vari modi di trasporto. L’obiettivo comune di queste iniziative è promuovere la diffusione di tecnologie e pratiche innovative nelle infrastrutture, sviluppare i mezzi di trasporto, migliorare la gestione del traffico merci, agevolare la costruzione di catene logistiche, semplificare le procedure amministrative e rafforzare la qualità lungo l’intera catena logistica.

«L’Europa ha bisogno di alternative di trasporto efficienti e integrate, che rispettino l’ambiente e al tempo stesso rispondano alle esigenze degli utenti. Il pacchetto di misure che ho presentato oggi rafforzerà il potere di attrazione tanto delle ferrovie quanto del trasporto marittimo e fluviale, potenziandone la competitività nell’ottica della co-modalità», ha dichiarato Jacques Barrot, vicepresidente della Commissione responsabile dei trasporti. «Per conciliare l’efficienza economica del trasporto e la sua evoluzione a lungo termine è indispensabile integrare questi modi di trasporto in catene logistiche efficienti».

Sulla base dei risultati di un’ampia consultazione svolta a partire dall’estate del 2006, il piano d’azione per la logistica propone una trentina di misure per potenziare l’efficienza e la sostenibilità del trasporto merci nell’Unione europea, riducendo al tempo stesso i costi, i tempi e i consumi energetici. Questo piano d’azione intende migliorare il flusso di informazioni che accompagna il trasporto fisico delle merci, semplificare le procedure amministrative, rafforzare la competenza e il potere di attrazione del settore della logistica e incoraggiare i servizi di qualità. Inoltre, raccomanda l’innovazione della logistica in ambienti urbani e del trasporto sulle lunghe distanze concentrato nei «corridoi verdi»[1].

La Commissione continua a promuovere il trasporto marittimo, che resta il modo di trasporto più efficiente dal punto di vista energetico e il più rispettoso dell’ambiente per quanto riguarda le emissioni di gas a effetto serra. È indispensabile semplificare le procedure amministrative per il trasporto marittimo all’interno dell’Unione per rafforzare il potere di attrazione di questo modo di trasporto. I documenti sullo spazio europeo per il trasporto marittimo senza barriere e sulle autostrade del mare[2] evidenziano i progressi compiuti nella preparazione di queste due iniziative e invitano tutti gli interessati a comunicare il loro parere in merito. La comunicazione sulla politica europea in materia di porti intende facilitare lo sviluppo in Europa di un sistema portuale efficiente, in grado di rispondere alle esigenze di trasporto attuali e future. La comunicazione propone un piano di azione per la Commissione con il quale si intende aiutare i porti europei ad affrontare una serie di sfide, quali l’aumento della domanda di trasporto, i cambiamenti tecnologici e la necessità di ridurre le emissioni.

A fronte del continuo miglioramento dell’efficienza del trasporto su strada, anche il trasporto per ferrovia deve diventare più competitivo. L’obiettivo della Commissione è promuovere la realizzazione di una rete ferroviaria europea sulla quale il trasporto merci possa offrire un servizio di migliore qualità in termini di tempi di percorrenza, affidabilità e capacità. Completando le misure già adottate (come la realizzazione dell’ERTMS[3] sugli assi definiti prioritari o la costruzione di infrastrutture importanti della rete transeuropea di trasporto), la Commissione propone nuove iniziative per creare una rete europea dedicata al trasporto merci sulla quale il servizio sarà più affidabile ed efficiente di oggi.

Il trasporto merci è essenziale per la competitività dell’economia europea e per la qualità della vita dei cittadini dell’Unione. Si prevede che in Europa nel periodo tra il 2000 e il 2020 il volume del trasporto merci aumenterà del 50%. Nei prossimi anni il trasporto merci dovrà affrontare sfide specifiche legate all’efficienza, alla qualità e alla sostenibilità. Dovrà quindi trovare risposte adeguate a una serie di problemi: la congestione, i cambiamenti climatici (il trasporto merci produce un terzo del totale delle emissioni di CO2 prodotte dai trasporti[4]), l’approvvigionamento energetico e la sicurezza. Nello stesso tempo, le nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione e l’impatto del trasporto merci europeo sul mercato globale offrono importanti opportunità per il futuro.
Per maggiori informazioni sul trasporto merci in Europa:

http://ec.europa.eu/transport/logistics/index_en.htm
Info Clip:

http://ec.europa.eu/avservices/annonce/template_en.cfm?prodid=2468


[1] I corridoi verdi combinano l’uso di diversi modi di trasporto per un servizio di trasporto merci "porta a porta" integrato, in grado di proteggere l’ambiente e la qualità della vita dei cittadini europei e offrire soluzioni efficaci dal punto di vista del consumo energetico.

[2] Questi grandi assi marittimi fra gli Stati membri dell’Unione europea offrono servizi regolari di elevata qualità che, combinati con altri modi di trasporto, garantiscono un accesso più breve e più rapido a determinate regioni periferiche dell’Europa e permettono di evitare ostacoli naturali quali le Alpi o i Pirenei. Le autostrade del mare svolgono un ruolo importante nella ristrutturazione del trasporto merci sulle lunghe distanze in Europa e nel potenziamento della sua sostenibilità.

[3] L’obiettivo del sistema europeo di gestione del traffico ferroviario (ERTMS: European Rail Traffic Management System) è porre rimedio alla frammentazione dei sistemi di controllo del traffico ferroviario in Europa e sviluppare un traffico ferroviario fluido e sicuro.

[4] La percentuale delle emissioni di CO2 prodotta dai trasporti rappresenta un quarto del totale.


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website