Navigation path

Left navigation

Additional tools

IP/05/680

Bruxelles, 7 giugno 2005

Aiuti di Stato: la Commissione delinea un'ampia riforma della politica degli aiuti di Stato per i prossimi cinque anni, per promuovere la crescita, l'occupazione e la coesione

I principi che guidano l'ampia riforma delle norme e procedure sugli aiuti di Stato che sarà attuata nei prossimi cinque anni, sono stati delineati nel piano di azione nel settore degli aiuti di Stato, che la Commissione europea ha appena adottato. La Commissione intende in particolare utilizzare le norme del trattato in materia di aiuti di Stato per incoraggiare gli Stati membri a contribuire alla strategia di Lisbona concentrando gli aiuti sul miglioramento della competitività dell'industria europea e sulla creazione di posti di lavoro duraturi (più aiuti alla R&S, all'innovazione e al capitale di rischio per le piccole imprese), sulla coesione sociale e regionale e sul miglioramento dei servizi pubblici. La Commissione persegue inoltre l'obiettivo di razionalizzare e semplificare le procedure, per avere norme più chiare e ridurre il numero degli aiuti che devono essere notificati, e di accelerare le decisioni. Le parti interessate sono invitate a trasmettere le loro osservazioni sul piano di azione entro il 15 settembre. Successivamente a tale data saranno presentate proposte di riforma dettagliate.

Il Commissario responsabile della Concorrenza, la signora Neelie Kroes, ha dichiarato: “Le misure di riforma degli aiuti di Stato delineate nel piano di azione sono volte ad assicurare che gli Stati membri dispongano di un quadro chiaro, esauriente e prevedibile, in modo tale da poter concedere aiuti di Stato che contribuiscano alla coesione, alla competitività e alla prestazione di servizi pubblici di alta qualità. Tuttavia, prima di avanzare proposte concrete di riforma, intendo esaminare i risultati dell'ampia consultazione – che coinvolgerà le imprese, gli Stati membri ed il Parlamento europeo – che ci accingiamo a lanciare sulla base di tale piano di azione.”

Il piano di azione nel settore degli aiuti di Stato si fonda sugli elementi seguenti:

  • aiuti di Stato che provochino meno distorsioni della concorrenza e siano più mirati, in linea con le ripetute dichiarazioni del Consiglio europeo, affinché i fondi pubblici siano utilizzati in maniera efficiente, a vantaggio dei cittadini dell'Unione europea, con l'obiettivo di accrescere l'efficienza economica, di produrre una maggiore crescita e creare posti di lavoro duraturi, di promuovere la coesione sociale e regionale, di migliorare i servizi di interesse economico generale e di favorire lo sviluppo sostenibile e la diversità culturale;
  • un approccio economico più preciso, che consenta di approvare con modalità più semplici e più rapide gli aiuti che provocano minori distorsioni della concorrenza, in particolare quando i fondi sui mercati finanziari sono meno facilmente disponibili, e permetta alla Commissione di concentrare le proprie risorse sui casi che possono provocare distorsioni più gravi della concorrenza e degli scambi,
  • procedure semplificate e più efficienti, una migliore applicazione, una maggiore prevedibilità e un'accresciuta trasparenza. Attualmente, ad esempio, gli Stati membri devono notificare alla Commissione la maggior parte delle sovvenzioni che intendono concedere. La Commissione propone di esentare dall'obbligo di notifica un maggior numero di misure e di semplificare le procedure;
  • la ripartizione delle responsabilità tra Commissione e Stati membri: la Commissione non può migliorare le norme e la prassi in materia di aiuti di Stato senza il sostegno effettivo degli Stati membri e il loro pieno impegno a rispettare l'obbligo di notificare tutti gli aiuti che intendano accordare e di applicare correttamente le regole.

Le osservazioni devono essere inviate alla Commissione europea per posta elettronica, indicando il riferimento “Riforma degli aiuti di Stato”, all'indirizzo seguente: STATEAIDDGREFFE@CEC.EU.INT

Il testo della comunicazione è consultabile sul sito: http://ec.europa.eu/competition/state_aid/others/action_plan/


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website