Chemin de navigation

Left navigation

Additional tools

La Commissione propone una strategia europea per l’uso sostenibile delle risorse naturali

Commission Européenne - IP/05/1674   21/12/2005

Autres langues disponibles: FR EN DE DA ES NL SV PT FI EL CS ET HU LT LV MT PL SK SL

IP/05/1674

Bruxelles, 21 dicembre 2005

La Commissione propone una strategia europea per l’uso sostenibile delle risorse naturali

La Commissione europea ha proposto in data odierna un nuovo approccio per un uso più sostenibile delle risorse naturali allo scopo di ridurre gli impatti ambientali conseguenti all'uso delle risorse, in Europa e nel mondo, senza compromettere la crescita economica. L’utilizzo non sostenibile delle risorse ha sull’ambiente ricadute di varia natura, quali il mutamento climatico (una conseguenza dell'uso dei combustibili fossili), il sovrasfruttamento del suolo, delle riserve di acqua potabile e di alcuni stock ittici. La nuova strategia ha il suo centro focale nel miglioramento delle conoscenze, nello sviluppo di strumenti di monitoraggio e nella promozione di approcci strategici in settori economici specifici sia a livello di Stati membri che a livello internazionale. Si tratta di una delle sette strategie “tematiche” individuate dal Sesto programma di azione in materia ambientale (2002-2012) e presenta strette connessioni con la strategia tematica per i rifiuti, anch’essa adottata in data odierna.

Il Commissario Stavros Dimas, titolare del portafoglio “Ambiente”, ha dichiarato al riguardo: “L’economia europea fa largo uso di risorse naturali, ma l’uso che ne facciamo ha spesso ricadute nocive per l’ambiente, minacciando la base di risorse dalle quali dipende il nostro futuro, e quindi la nostra crescita economica. L’uso inefficiente delle risorse produce tra l’altro montagne di rifiuti. Dobbiamo dotarci di un approccio generale che misuri l’impatto dell’uso delle risorse e fornisca informazioni adeguate a chi è chiamato a prendere le decisioni politiche. È così che faremo un passo decisivo verso lo sviluppo sostenibile”.

Gli impatti ambientali dell’uso delle risorse

Tutte le attività economiche sono sempre state grandi consumatrici di risorse naturali. L'espansione dell'economia mondiale va di pari passo con l'utilizzo delle risorse naturali come la terra, le foreste, la fauna selvatica, il suolo, l’aria, l’acqua, i combustibili fossili e le materie prima. Tuttavia, molte tecnologie e modelli di consumo attuali producono impatti ambientali di vario tipo che compromettono la futura disponibilità delle risorse. Il recente Millennium Assessment Report[1], tenutosi sotto gli auspici delle Nazioni Unite, ha dimostrato che su 24 ecosistemi che forniscono materie prime e alimentano la vita sulla terra, ben 15 mostrano segni di degrado o sono usati in modo non sostenibile, creando una minaccia per l’intero pianeta.

“Più valore – meno impatto – migliori alternative”

La “Strategia tematica per l’uso sostenibile delle risorse naturali” mette in campo un quadro strategico che mira a ridurre gli impatti ambientali dell’uso delle risorse in una economia in espansione. Gli obbiettivi a cui essa punta sono riassumibili nei termini di “più valore – minore impatto – migliori alternative”.

  • Più valore significa produzione di maggior valore usando meno risorse (incremento della produttività delle risorse);
  • minore impatto significa ridurre l’impatto ambientale generale delle risorse utilizzate (aumento dell’efficienza ecologica);
  • migliori alternative significa, laddove non siano possibili usi meno inquinanti, sostituire gli usi attuali delle risorse con alternative migliori.

Questi obbiettivi devono essere realizzati durante l’intero ciclo di vita utile delle risorse, evitando che gli impatti ambientali vengano semplicemente spostati da una fase all’altra del ciclo di vita della risorsa o che vengano trasferiti su altri paesi. Poiché i rifiuti rappresentano l’ultima fase del ciclo di vita di una determinata risorsa, la strategia per le risorse genererà un importante volume di informazioni per la strategia tematica relativa alla prevenzione ed al riciclo dei rifiuti, aiutandola a diminuire la produzione di rifiuti.

Le misure proposte dalla strategia per le risorse

In un orizzonte temporale di 25 anni la strategia propone una serie di misure specifiche, tra le quali:

  • un Centro dati, gestito dalla Commissione europea, incaricato di raccogliere e concentrare tutte le conoscenze disponibili sulle risorse naturali e di informare i responsabili politici;
  • un Panel internazionale da istituire in cooperazione con il programma delle Nazioni Unite per l’ambiente (UNEP) che avrà l’incarico di esprimere pareri scientifici indipendenti sugli aspetti globali dell’uso delle risorse;
  • la definizione di misure e programmi da parte degli Stati membri, sotto la guida di un Forum ad alto livello, composto da rappresentanti della Commissione, degli Stati membri e di altri soggetti interessati;
  • la presa in considerazione degli impatti ambientali dell’uso delle risorse nei piani di azione per settore economico che la Commissione intende predisporre nell'ambito della sua strategia per la crescita e l’occupazione;
  • infine, entro il 2008, lo sviluppo di indicatori atti a monitorare e riesaminare periodicamente i processi realizzati nell'attuazione della strategia.

Strategie tematiche

Le altre cinque strategie tematiche che la Commissione sta portando avanti riguardano l’inquinamento atmosferico (proposta presentata il 21 settembre 2005) e l’ambiente marino (24 ottobre 2005); altre strategie riguardano il suolo, i pesticidi e l’ambiente urbano.

Le strategie tematiche rappresentano un modo moderno di decision-making. Sulla base di numerosi studi e ricerche e all’esito di un ampio processo di consultazione dei soggetti interessati esse affrontano i problemi in modo globale tenendo conto di tutte le connessioni con aspetti e problemi correlati e con altre politiche settoriali, e cercano di conseguire l’obbiettivo “Legiferare meglio”.

Per maggiori dettagli sulla strategia per le risorse si veda MEMO/05/497

Il documento che descrive integralmente la strategia è consultabile sul seguente sito Web: http://ec.europa.eu/environment/natres/index.htm
Le stazioni televisive e i network possono accedere gratuitamente a un video sulla strategia al seguente indirizzo:
http://www.tvlink.org


[1] http://www.millenniumassessment.org/en/index.aspx.

Una versione più divulgativa del Rapporto di sintesi sugli ecosistemi figura nel sito web: http://www.greenfacts.org/ecosystems/.


Side Bar

Mon compte

Gérez vos recherches et notifications par email


Aidez-nous à améliorer ce site