Navigation path

Left navigation

Additional tools

Other available languages: EN FR DE

IP/05/1630

Bruxelles, 19 dicembre 2005

Formazione della gente di mare: la Commissione europea invia pareri motivati all’Italia e al Regno Unito

La Commissione ha deciso di inviare pareri motivati, ultima tappa prima di un eventuale deferimento alla Corte di giustizia, all’Italia e al Regno Unito per non aver recepito nel loro diritto nazionale delle regole europee sul livello minimo di formazione della gente di mare.

La direttiva in questione[1] riguarda i requisiti minimi di formazione, certificazione e servizi di guardia per i marittimi che prestano servizio a bordo di una nave battente la bandiera di uno Stato membro. Mira a migliorare la procedura di riconoscimento dei paesi terzi che forniscono manodopera per le navi battenti la bandiera di uno Stato membro.

Gli Stati membri avrebbero dovuto garantire il recepimento di tale direttiva entro il 14 maggio 2005.


[1] Direttiva 2003/103/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 novembre 2003, che modifica la direttiva 2001/25/CE concernente i requisiti minimi di formazione per la gente di mare, GU L 326 del 13.12.2003


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website