Navigation path

Left navigation

Additional tools

Other available languages: EN FR DE DA ES NL SV PT FI EL

IP/01/1423

Bruxelles, 16 ottbre 2001

Nuova Rete Europea per aiutare i consumatori a comporre le vertenze transfrontaliere in via amichevole

Il Commissario David Byrne e la Presidenza belga hanno lanciato oggi la fase pilota della Rete europea extragiudiziale (EEJ-Net). Questa rete per comporre le vertenze dei consumatori in via amichevole faciliterà per i consumatori la risoluzione dei conflitti con i fornitori di un altro paese situato nell'UE, così come in Norvegia e in Islanda. Per far cio', ciascun paese partecipante ha istituito un punto centrale di contatto, una specie di "camera arbitrale" in cui i consumatori possono ottenere informazioni e assistenza per avere accesso agli esistenti sistemi alternativi extragiudiziali di risoluzione delle vertenze (ADR). EEJ-Net è integrata da FIN-NET, la rete già operativa a livello di UE per la risoluzione extragiudiziale delle controversie in materia di servizi finanziari. Simultaneamente al lancio di EEJ-Net, oggi è stato aperto un nuovo Centro europeo del consumatore per il Belgio, a Bruxelles, dai Ministri belgi Charles Picqué, responsabile per gli Affari economici, e Magda Aelvoet, responsabile per la pubblica sanità e la tutela dei consumatori. Il Centro europeo dei consumatori agirà come "camera arbitrale" belga per la rete EEJ-Net.

"La fiducia del consumatore è fondamentale per realizzare un mercato interno moderno e competitivo", ha affermato David Byrne, Commissario per la Salute e la tutela del consumatore. "La rete EEJ-Net costituisce una pietra miliare nella costruzione di questa fiducia dando ai consumatori accesso a un mezzo semplice, efficace e a basso costo per comporre le vertenze transfrontaliere. Ritengo che EEJ-Net sia una struttura flessibile e in continuo sviluppo per aiutare i commercianti e i consumatori a risolvere i litigi nel mercato interno in modo rapido ed efficace, in modo da evitare procedure legali lunghe e onerose. In Belgio, come in altri paesi, l'esperienza e i contatti dei centri europei del consumatore vengono messi in comune per ottimizzare l'efficienza e l'efficacia di questa "camera arbitrale", ha soggiunto il Commissario Byrne. "Questa combinazione sarà molto benefica per i consumatori in futuro nei casi in cui possa sorgere un problema in materia di acquisti transfrontalieri. Spero che questi strumenti pratici infonderanno maggior fiducia al consumatore nei suoi acquisti attraverso il mercato interno."

La Rete europea extragiudiziale (EEJ-Net) tratterà qualsiasi controversia tra un consumatore e un commerciante in materia di beni e servizi, come ad esempio problemi di forniture, prodotti difettosi oppure prodotti o servizi che non sono conformi alla descrizione. Questi problemi saranno trattati da una camera arbitrale unica, nazionale e continua in ciascuno Stato membro. Questa camera arbitrale aiuterà un consumatore insoddisfatto con informazioni e sostegno nel far ricorso a questo sistema alternativo di risoluzione delle vertenze nel paese in cui è situata l'impresa dalla quale sono stati acquistati i prodotti o i servizi. La rete di camere arbitrali inizierà ad operare in fase pilota per un certo periodo fin da oggi. Una volta trovati in questo periodo di prova i sistemi di lavoro più efficaci ed efficienti, l'EEJ-Net funzionerà in permanenza nel 2002 e sarà spalleggiata da un sito web a livello UE.

Giacché i viaggi all'estero e l'accessibilità di internet continuano ad aumentare, i consumatori sono ora più consapevoli delle opportunità che gli acquisti transfrontalieri offrono. L'introduzione pratica dell'euro nel gennaio 2002 faciliterà ulteriormente gli acquisti transfrontalieri. La gamma sempre più vasta e la maggior ricercatezza dei beni e dei servizi disponibili su internet costituisce un altro fattore stimolante. Contemporaneamente, un numero sempre maggiore di consumatori inizia a comprare direttamente dall'estero e le controversie transfrontaliere sorgeranno inevitabilmente. Dirimere una situazione conflittuale con un fornitore distante centinaia di chilometri che parla una lingua diversa puo' costituire un motivo di preoccupazione maggiore per i consumatori. Per aiutarli a trattare tali problemi, EEJ-Net fornirà consulenza pratica e a basso costo.

Nel settore dei servizi finanziari una tale rete a livello UE già esiste; per i problemi derivanti da acquisti transfrontalieri di servizi finanziari, i consumatori possono già avvalersi di FIN-NET, la rete transfrontaliera per la risoluzione extragiudiziale in materia di servizi finanziari. FIN-NET è stata lanciata nel febbraio 2001 (cfr. IP/01/152). L'elenco completo degli organismi extragiudiziali di FIN-NET è disponibile sul sito web

http://ec.europa.eu/internal_market/en/finances/consumer/intro.htm

Se i consumatori non hanno o non pensano di avere altri mezzi di composizione diversi dall'azione legale, cio' puo' costituire un disincentivo importante agli acquisti transfrontalieri. Se le cose vanno male in un acquisto transfrontaliero, il fatto di ricorrere alle procedure tradizionali per dirimere le questioni non è né pratico, né buono dal punto di vista del costo/efficacia per i consumatori e anche per i commercianti. La lunghezza e la complessità tecnica delle procedure legali, le differenze linguistiche e culturali, nonché le spese che esse comportano, costituiscono un deterrente per il consumatore dall'intentare azione legale. Vi è pertanto una domanda sempre crescente per meccanismi alternativi di risoluzione dei conflitti (ADR) che non implicano azioni legali e formali. Sviluppare sistemi efficienti di ADR è pertanto divenuto una priorità per i decisori a livello nazionale e a livello UE che vogliano facilitare i commerci e la cooperazione transfrontaliera come già avviene entro i confini nazionali.

A livello nazionale un'ampia gamma di procedure ADR già esiste per trattare le controversie dei consumatori. Sebbene queste procedure siano leggermente diverse, esse hanno tuttavia lo stesso scopo essenziale: fornire sia al consumatore sia agli utenti dei commerci la possibilità di una composizione rapida e indipendente a basso costo o a costo zero.

La rete EEJ-Net garantirà che i principi fondamentali di funzionamento siano rispettati e che ciascun ADR nazionale tratti le vertenze con lo stesso rigore, indipendenza e correttezza. Questi principi sono stati fissati in una raccomandazione della Commissione nel 1998(1).

La Commissione ha lavorato in stretta collaborazione con gli Stati membri tutto l'anno scorso per istituire questa rete. Una conferenza tenutasi a Lisbona nel maggio 2000 ha riunito tutti gli attori delle autorità nazionali, organi extragiudiziali, esperti e azionisti per individuare i dettagli pratici e tecnici per il funzionamento della rete. Gli esperti governativi hanno stabilito le funzioni minime e gli orientamenti operativi per le camere arbitrali. Il Parlamento europeo ha dedicato un attivo interesse allo sviluppo di EEJ-Net ed è stato rappresentato al lancio da Diana Wallis, MPE. I membri del Parlamento hanno adottato una relazione della Sig.ra Wallis nel luglio di quest'anno che evidenzia il fatto che la rete dovrebbe fornire il massimo livello di servizi che i cittadini devono aspettarsi ed ha sottolineato il fabbisogno di una sovvenzione a lungo termine, in specie per quei paesi con scarsa esperienza in materia di ADR. La Commissione ha offerto sostegno finanziario a ciascuna camera arbitrale nazionale fino a un massimale di 100.000 euro per il primo anno. Attualmente in tutti i paesi dell'UE sono in corso di istituzione dette camere arbitrali, così come in Norvegia e in Islanda (vedasi elenco allegato).

Con l'apertura del centro belga oggi, i centri dei consumatori europei ora esistono in tredici Stati membri dell'UE (vedasi elenco allegato). Questi centri hanno fornito servizi ai consumatori per dieci anni. Essi forniscono informazioni sui diritti legali sia a livello europeo, sia a livello nazionale e forniscono consulenza e assistenza ai consumatori su problemi transfrontalieri nell'ambito dell'UE.

http://ec.europa.eu/consumers/index_en.html

Annex 1

List of Clearing Houses by country

AUSTRIA

Europäische Verbraucherberatung

Mariahilfer Straße 81

A - 1060 Wien

Tel: 00 43 1 58877 342

Fax: 00 43 1 58877 71

E-mail europainfo@vki.or.at

Internet http://www.europakonsument.at

BELGIUM

Verbraucherschutzzentrale

Rue des Chevaliers, 18

B-1050 Bruxelles

E-mail vsz@euregio.net

Tel 0032 (0)2 5171790

Fax: 0032 (0)2 5171791

DENMARK

National Consumer Agency of Denmark - Forbrugerstyrelsen

Amager Faelledvej 56 - DK- 2300 Kobenhavn S

E-mail cs@fs.dk or cma@fs.dk

Tel 0045 3266 9000

FRANCE

From 2002

Centre Européen des Consommateurs

47 bis, rue B. Delespaul

F - 59000 LILLE

Tel. +33.3.28.82.89.18

Fax +33.3.28.82.89.05

E-mail aeic@crc-conso.com

Internet: http://www.euro-conso.org

FINLAND

Kuluttajavirasto (Konsumetverket, Finnish Consumer Agency)

PL 5 - FIN - 00531 HELSINKI

E-mail leena.lindstrom@kuluttajavirasto.fi

Internet http://www.kuluttajavirasto.fi

Tel 00 +358 9 7726 7826

Fax  00 +358 9 7726 7557

GERMANY

To be officially designated by the German Government.

GREECE

Ministry of Development Consumer Protection Directorate

E-mail  admin@efpolis.gr

Tel  00 30 1 38 41 773

Fax 00 30 1 38 42 642

IRELAND

Formal designation foreseen by 1.1.02

Clearing Houses in other Member States can, in the meantime, contact the following addresses: conspol@entemp.ie or odca@entemp.ie

ITALY

Foreseen for November/December 2001

The Italian European Consumer Centre is currently being set up. It will also act as the Italian Clearing House

LUXEMBOURG

Union Luxembourgeoise des Consommateurs

55, rue des Bruyères

L - 1274 HOWALD-LUXEMBOURG

Tel. +352.49.60.22-1

Fax +352.49.49.57

E-mail info@euroguichet.lu

Internet http://www.euroguichet.lu

NETHERLANDS

Foreseen officially for 1.1.02 but can assist consumers

In the meantime

Foundation of Consumer Complaints Boards

Surinamestraat 24 - NL 2585 GJ

The Hague

E-mail: j.nijgh@sgc.nl

Tel + 31 070 3105310

Fax +31 070 3658814

PORTUGAL

Centro Europeu do Consumidor

Praça Duque de Saldanha 31/3

P - 1069-013 Lisboa

E-mail ic@ic.pt

Internet: http://www.ic.pt

Tel. +351.21.356.46.37/38 - +351.21.356.46.57

Fax +351.21.356.47.22

SPAIN

Instituto nacional del Consumo

Principe de Vergara 54 - e- 28071

Madrid

E-mail alicia.menendez@consumo-inc.es

Tel +34 91 431 8225

Fax +34 91 5780 369

SWEDEN

Konsument Europa

Postal address: Box 16014,

S -103 21 Stockholm

E-mail agneta.gillback@konsumenteneuropa.se

Internet www.konsumenteuropa.se

Tel: +46 8 402 42 90/402 42 92 (Direct line)

Fax: +46 8 402 42 99

UNITED KINGDOM

NACAB

The Development Centre, Science Park - Coxwell Avenue

UK - Wolverhampton WV 10 9 RT

E-mail EEJ.net@nacab.org.uk

Internet www.EEJ-Net.org.uk

Tel +44.1902 310 568

Fax +44.1902 710 068

ICELAND

Ministry of Commerce

Clearing House Section

Arnarhvall

IS-150 Reykjavik

Tel + 354 560 9070

Fax +354 5621289

NORWAY

The Consumer Council

P.O. Box 4594 Nydalen - N - 0404 Oslo

E-mail terje.sorensen@forbrukerradet.no.

Tel +47 23 400 500

Fax +47 23 400 501

Annex 2

List of European Consumer Centres by Member State

AUSTRIA

Europäische Verbraucherberatung Wien

Mariahilfer Straße 81

A-1060 Wien

Tel: 00 43 1 58877 342

Fax: 00 43 1 58877 71

E-mail europainfo@vki.or.at or gmentschl@vki.or.at

Internet http://www.europakonsument.at

BELGIUM

Centre Européen des Consommateurs

Rue des Chevaliers, 18

1050 Bruxelles

E-mail vsz@euregio.net

Tel: 0032 (0)2 5171790

Fax: 0032 (0)2 5171791

FRANCE

Centre Européen des Consommateurs

47bis, rue B. Delespaul

F-59000 LILLE

Tel.+33.3.28.82.89.18

Fax+33.3.28.82.89.05

E-mail aeic@crc-conso.com

Internet http://www.euro-conso.org

SPAIN

Centro Europeu del Consumidor

Institut Català del Consum

Gran Via Carles III, 105, lletra B-I

E - 08028 BARCELONA

Tel. +34.93.330.98.12

Fax +34.93.330.93.11

E-mail cec@icconsum.org

Internet http://www.icconsum.org/cec

Centro Europeo del Consumidor

Dpto. de Industria, Comercio y Turismo

Gobierno Vasco

Donostia - San Sebastian 1

E - 01010 VITORIA-GASTEIZ

Tel. +34.945.01.99.48

Fax +34.945.01.99.47

E-mail cec@ej-gv.es

Internet http://www.euskadi.net/consumoinfo

IRELAND European Consumer Centre

13A Upper O'Connell Street

IRL - DUBLIN 1

Tel +353.1.809.06.00

Fax +353.1.809.06.01

E-mail info@ecic.ie

Internet http://www.ecic.ie

GERMANY

Euregio

Enscheder Straße 362

D - 48599 GRONAU

Tel. +49.2562.70.20

Fax +49.2562.70.259

E-mail consumenten@euregio.de

Internet: http://www.verbraucher.euregio.de

Europäisches Verbraucherzentrum der Verbraucherzentrale Schleswig-Holstein e.V.

Willestraße. 4-6

D 24103 KIEL

Tel. +49.431.9719350

Fax +49.431.9719360

E-mail evz@evz.de

Internet http://www.evz.de

FINLAND

City of Helsinki Environment Centre

(Helsinginkatu 24, Helsinki 53)

P.O. Box 500

FIN-00099 CITY OF HELSINKI

Tel +358 9 7312 2920

Fax +358 9 7312 2727

E-mail eu-kuluttajaneuvonta@ymk.hel.fi

Internet http://www.hel.fi/eu-kuluttajaneuvonta

PORTUGAL Centro Europeu do Consumidor

Praça Duque de Saldanha, 31 1°

P 1069-013 LISBOA

Tel. +351.21.356.46.60 - 351.21.356.46.57

Fax +351.21.358.25.73

E-mail euroconsumo@ic.pt

Internet: http://www.ic.pt

UNITED-KINGDOM

National Association of Citizens Advice Bureaux

Myddelton House

115-123 Pentonville Road

UK - LONDON N1 9LZ

Tel. +44.207.833.2181

Fax +44.207.833.4371 / 833.7037

E-mail nicola.simpson@nacab.org.uk

Internet: http://www.nacab.org.uk

LUXEMBOURG

Union Luxembourgeoise des Consommateurs

55, rue des Bruyères

L - 1274 HOWALD-LUXEMBOURG

Tel. +352.49.60.22-1

Fax +352.49.49.57

E-mail info@euroguichet.lu

Internet http://www.euroguichet.lu

SWEDEN

Konsument Europa

Box 16014

S-103 21 Stockholm

Tel: +46 8 402 42 90

Fax: +46 8 402 42 99

E-mail info@konsumenteuropa.se

Internet www.konsumenteuropa.se

(1) Raccomandazione della Commissione 98/257/CE riguardante i principi applicabili agli organi responsabili per la risoluzione extragiudiziale delle controversie in materia di consumo (GU L115/31, 17.04.98, pagg.1-16)


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website