Navigation path

Left navigation

Additional tools

INVITO – CONFERENZA STAMPA La risposta del Fondo di solidarietà dell’Unione europea al terremoto del 2009 in Abruzzo: pertinenza e costo delle operazioni

Court of Auditors - ECA/13/3   18/02/2013

Other available languages: EN FR DE DA ES NL SV PT FI EL CS ET HU LT LV MT PL SK SL BG RO

CORTE DEI CONTI EUROPEA

ECA/13/3

Lussemburgo, 18 febbraio 2013

INVITO – CONFERENZA STAMPA
La risposta del Fondo di solidarietà dell’Unione europea al terremoto del 2009 in Abruzzo: pertinenza e costo delle operazioni

All’inizio di aprile del 2009, un terremoto ha colpito la regione italiana dell’Abruzzo e il capoluogo di quest’ultima, L’Aquila, causando danni diretti stimati in più di 10 miliardi di euro. Nel novembre 2009, l’Unione europea, tramite il proprio Fondo di solidarietà (FSUE), ha fornito un contributo di mezzo miliardo di euro alle operazioni di emergenza italiane.

Le relazioni speciali della Corte dei conti europea vengono pubblicate nel corso di tutto l’anno e presentano i risultati di audit selezionati relativi a specifici settori del bilancio UE o aspetti della gestione.

La relazione speciale n. 24/2012, intitolata “La risposta del Fondo di solidarietà dell’Unione europea al terremoto del 2009 in Abruzzo: pertinenza e costo delle operazioni”, ha appurato: i) se la spesa prevista nell’accordo di attuazione rispettasse il regolamento FSUE; ii) se il progetto CASE (acronimo per “complessi abitativi antisismici ed ecosostenibili”) sia stato ben pianificato e celermente attuato; e iii) se il progetto CASE sia stato attuato con debito riguardo a criteri di economicità.

Le principali conclusioni e raccomandazioni della relazione verranno presentate alla stampa da Ville Itälä, Membro della Corte.


DATA E ORA Lunedì 25 febbraio 2013 alle 10:30

LUOGO RESIDENCE PALACE - International Press Centre
SALA MAALBEEK
155, rue de la Loi,
1040 Bruxelles – Belgio

Per la conferenza stampa, verrà fornita un’apposita CARTELLA STAMPA contenente la relazione speciale ed il relativo comunicato stampa. La relazione speciale sarà pubblicata sul sito Internet della Corte, www.eca.europa.eu, in 22 lingue ufficiali.

Sarà disponibile un servizio di INTERPRETAZIONE in inglese e francese.


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website