Navigation path

Left navigation

Additional tools

Comunicato stampa

L'Assemblea dei rappresentanti regionali e locali dell'UE

CoR/13/85.it

Bruxelles, 4 ottobre 2013

Attuazione della politica di coesione e investimenti sociali per la crescita: le città e le regioni ne discutono alla sessione plenaria del CdR dell'8 e 9 ottobre a Bruxelles

Alla 103a sessione plenaria del Comitato delle Regioni (CdR) che si terrà l'8 e il 9 ottobre, il Presidente del CdR Ramón Luis Valcárcel Siso, assieme a Danuta Hübner, presidente della commissione Sviluppo regionale del Parlamento europeo, farà il punto sullo stato attuale dei negoziati sulle norme che regolano i fondi strutturali. I due presidenti coglieranno inoltre l'occasione per passare in rassegna le principali sfide poste dal periodo di programmazione 2014-2020.

I membri del CdR discuteranno e adotteranno una posizione sul miglioramento dell'utilizzo dei fondi strutturali (parere elaborato da Alberto Núñez Feijóo (ES/PPE), presidente della regione di Galizia), intesa a chiarire come migliorare il coordinamento degli investimenti europei, nazionali e regionali a favore della crescita e come migliorare l'efficacia dei programmi cofinanziati, attraverso un adeguato decentramento della loro gestione operativa. Verranno inoltre affrontate le questioni relative al bilancio e alla governance, facendo riferimento al parere sul tema Il progetto di bilancio dell'UE per l'esercizio 2014, che verrà presentato da Luc Van den Brande (BE/PPE), presidente dell'Ufficio di collegamento Fiandre-Europa. Le discussioni ruoteranno attorno alla necessità di superare il crescente disavanzo strutturale dell'UE, all'impatto sugli enti locali e regionali delle attuali procedure di adozione dei bilanci annuali dell'UE, e alle necessità finanziarie di azioni chiave in ambiti prioritari come la disoccupazione giovanile.

I rappresentanti delle regioni e delle città dell'UE formuleranno altresì delle raccomandazioni su come trarre il massimo vantaggio dagli investimenti sociali per la crescita e la coesione, prendendo spunto dal parere elaborato dal sindaco di Rotterdam Ahmed Aboutaleb (NL/PSE) sul Pacchetto investimenti sociali dell'UE. In particolare, discuteranno del ruolo degli enti locali e regionali nelle strategie di inclusione attiva in materia di istruzione, formazione professionale, alloggi sociali, occupazione giovanile e lotta contro la povertà, spiegando quali sono i finanziamenti necessari a tal fine e l'utilizzo dei bilanci sociali.

Altri temi in discussione alla plenaria...

La liberalizzazione del mercato del trasporto ferroviario dell'UE

I membri del CdR adotteranno la loro posizione sui progetti dell'UE di ulteriore apertura dei mercati ferroviari europei alla concorrenza, un dossier politicamente delicato e al tempo stesso tecnicamente complesso. Le discussioni si baseranno sul parere relativo al Quarto pacchetto ferroviario elaborato da Pascal Mangin (FR/PPE), consigliere regionale dell'Alsazia, secondo il quale il coinvolgimento delle regioni è indispensabile per il successo della riforma. Egli raccomanda infatti che venga garantita una maggiore partecipazione delle regioni alla governance del mercato ferroviario, una più ampia flessibilità nell'aggiudicazione dei contratti di servizio di trasporto pubblico, nonché la possibilità per gli attuali fornitori di servizi ferroviari di condividere le informazioni necessarie per definire i requisiti per i nuovi appalti.

Ambiente: gas di scisto e rifiuti di plastica

L'estrazione del gas di scisto è ampiamente contestata in tutta Europa, non sorprende quindi che il progetto di parere che verrà presentato da Brian Meaney (IE/AE), membro del Consiglio della contea di Clare e della Mid-West Regional Authority, sia altrettanto controverso, come dimostrano i 65 emendamenti presentati. Nel parere si sottolinea che gli enti locali e regionali dovrebbero avere il diritto di escludere le aree sensibili da possibili attività di sviluppo degli idrocarburi non convenzionali, e si dovrebbe rafforzare la loro autonomia decisionale quanto al divieto e all'autorizzazione di tali attività sul loro territorio.

La gestione dei rifiuti di plastica forma oggetto di un parere elaborato da Linda Gillham (UK/AE), membro del Consiglio della circoscrizione di Runnymede. La produzione di plastica continua ad aumentare: si è passati da 1,5 milioni di tonnellate prodotte in un anno in tutto il mondo nel 1950, a 60 milioni di tonnellate prodotte, sempre in un anno, nella sola Europa nel 2008, di cui oltre il 50 % sono smaltite in discarica. Il parere esamina l'impatto e le azioni necessarie per affrontare il problema, e raccomanda l'imposizione del divieto assoluto, entro il 2020, di smaltire in discarica la plastica e i rifiuti altamente combustibili.

OPEN DAYS 2013 - Settimana europea delle regioni e delle città, 7-10 ottobre

La sessione plenaria si svolgerà in contemporanea con l'undicesima edizione degli OPEN DAYS – Settimana europea delle regioni e delle città, che avrà luogo dal 7 al 10 ottobre a Bruxelles. I partecipanti a questo appuntamento annuale di importanza strategica per le regioni dell'UE - circa 6 000, tra cui responsabili dell'elaborazione delle politiche, rappresentanti politici ed esperti a tutti i livelli di governo - discuteranno delle questioni più urgenti che si trova attualmente ad affrontare la politica regionale dell'UE. L'evento non poteva giungere in un momento più propizio, dato che si stanno ultimando alcune fondamentali riforme della politica di coesione dell'UE.

La 103a sessione plenaria si svolgerà presso la sede del Parlamento europeo (sala JAN 2Q2).

I dibattiti verranno trasmessi in streaming sul sito web del CdR: www.cor.europa.eu.

Per maggiori informazioni:

Il Comitato delle regioni

Il Comitato delle regioni (CdR) è l'Assemblea dei rappresentanti regionali e locali provenienti da tutti i 28 Stati membri dell'UE. Il suo compito è quello di coinvolgere nel processo decisionale dell'Unione europea gli enti regionali e locali e le comunità che essi rappresentano e di informarli sulle politiche dell'UE. La Commissione europea, il Parlamento europeo e il Consiglio sono tenuti a consultare il CdR in relazione alle politiche europee che possono avere un'incidenza sulle regioni e le città. Il CdR può inoltre adire la Corte di giustizia per salvaguardare le proprie prerogative o se ritiene che un atto legislativo dell'UE violi il principio di sussidiarietà o non rispetti le competenze degli enti regionali o locali.

Sito web del CdR: www.cor.europa.eu

Seguici su Twitter: @EU_CoR

Per maggiori informazioni, rivolgersi a:

Pierluigi Boda

(IT, EN, DE)

Tel.: +32 22822461

Cell. +32 473851743

pierluigi.boda@cor.europa.eu

David French

(EN)

Tel.: +32 22822535

Cell. +32 473854759

david.french@cor.europa.eu

Nathalie Vandelle

(FR, EN)

Tel.: +32 22822499

Cell. +32 473860530

nathalie.vandelle@cor.europa.eu

Comunicati stampa precedenti


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website