Chemin de navigation

Left navigation

Additional tools

Comunicato stampa

L'Assemblea dei rappresentanti regionali e locali dell'UE

COR/13/1

Bruxelles, 28 gennaio 2013

La crescita dell'economia al centro della plenaria CdR

Unione economica e monetaria, coesione, aiuti di Stato a finalità regionale, garanzia per i giovani e cittadinanza dell'UE fra i principali temi del dibattito

L'approfondimento intelligente e tempestivo dell'Unione economica e monetaria e un pieno sostegno alla garanzia per i giovani figureranno tra i messaggi politici fondamentali della prossima sessione plenaria del Comitato delle regioni (CdR), che si terrà il 31 gennaio e 1° febbraio. Marek Woźniak (PL/PPE), presidente della regione polacca di Wielkopolska, sottoporrà all'adozione dell'Assemblea una risoluzione sul pacchetto legislativo in materia di coesione in cui si ribadisce l'invito del Comitato a garantire un finanziamento adeguato alla politica di coesione per il 2014-2020. Il testo farà anche il punto sui piani di riforma della politica regionale dell'UE, raccomandando ulteriori miglioramenti alle proposte sul tappeto.

Il 31 gennaio, la sessione plenaria sarà preceduta da una riunione fra i presidenti dei gruppi politici del Parlamento europeo e del CdR, che discuteranno dei negoziati in corso sul bilancio dell'UE per il 2014-2020 e dei prossimi passi da compiere per intensificare la cooperazione tra le due istituzioni.

Alla plenaria parteciperà anche il ministro irlandese degli Affari europei Lucinda Creighton, che presenterà le priorità del suo paese per i 6 mesi in cui garantirà la presidenza dell'UE. Fra queste, la creazione di posti di lavoro e la lotta alla crisi.

Joaquín Almunia, vicepresidente della Commissione europea responsabile della Concorrenza, interverrà alla sessione plenaria il 1° febbraio. Si prevede che il suo intervento si concentrerà sulla modernizzazione delle norme in materia di aiuti di Stato, e in particolare sulla revisione degli attuali orientamenti sugli aiuti di Stato a finalità regionale. Il ruolo fondamentale di tali aiuti per sostenere l'occupazione e la crescita sarà al centro delle discussioni della plenaria: il presidente della regione francese del Limosino, Jean-Paul Denanot (FR/PSE), presenterà un parere sulla riforma degli orientamenti sugli aiuti di Stato a finalità regionale per il 2014-2020.

Nel quadro dell'Anno europeo dei cittadini 2013 e in vista delle elezioni europee del 2014, il CdR, in collaborazione con il Parlamento europeo, intende promuovere la cittadinanza dell'UE e sostenere un più ampio esercizio dei diritti degli europei in materia elettorale, un tema su cui verte il parere elaborato da György Gémesi (HU/PPE), sindaco di Gödöllő. Al fine di aumentare l'interesse verso le elezioni europee e rafforzare la legittimità democratica dell'UE bisognerà anche creare uno status giuridico apposito per i partiti politici europei e le fondazioni loro affiliate. Il contributo del CdR al progetto della Commissione europea sull'argomento sarà il parere elaborato da István Sértő-Radics (HU/ALDE), sindaco di Uszka.

Negli oceani e nei mari d'Europa è stato individuato un potenziale di crescita che, se gestito opportunamente, può aiutare a realizzare il piano dell'UE per la crescita, ossia la strategia Europa 2020, con il suo obiettivo di creare occupazione combattendo i cambiamenti climatici. In proposito Adam Banaszak (PL/AE), consigliere comunale della Cuiavia-Pomerania, presenterà un parere sulla cosiddetta Crescita blu, mentre Arnold Hatch (UK/NI), membro del Consiglio del Borough di Craigavon, illustrerà il suo parere sul tema Conoscenze oceanografiche 2020, per garantire un valido contributo al dibattito da parte delle città e delle regioni d'Europa. Un altro punto in discussione sarà il ruolo decisivo delle energie rinnovabili, grazie al parere di Witold Stępień (PL/PPE) sul tema Energie rinnovabili: un ruolo di primo piano nel mercato energetico europeo.

La sessione plenaria si terrà presso il Parlamento europeo (sala JAN 2Q2) il 31 gennaio e il 1° febbraio a Bruxelles.

I lavori saranno trasmessi in diretta, sul sito www.cor.europa.eu, giovedì 31 gennaio dalle ore 15.00 e venerdì 1° febbraio dalle ore 9.00.

Per saperne di più:

Il Comitato delle regioni

Il Comitato delle regioni (CdR) è l'Assemblea dei rappresentanti regionali e locali dell'UE. Il compito dei suoi 344 membri, provenienti da tutti i 27 Stati membri dell'UE, è quello di coinvolgere nel processo decisionale dell'Unione gli enti regionali e locali e le comunità che essi rappresentano e di informarli sulle politiche dell'UE. La Commissione europea, il Parlamento europeo e il Consiglio sono tenuti a consultare il CdR in relazione alle politiche europee che possono avere un'incidenza sulle regioni e le città. Il CdR può inoltre adire la Corte di giustizia per salvaguardare le proprie prerogative o se ritiene che un atto legislativo dell'UE violi il principio di sussidiarietà o non rispetti le competenze degli enti regionali o locali.

Sito web del CdR: www.cor.europa.eu

Per seguirci su Twitter: @EU_CoR

Per ulteriori informazioni rivolgersi a:

Pierluigi Boda

Tel.: +32 22822461

Cellulare: +32 473851743

pierluigi.boda@cor.europa.eu

David French

Tel.: +32 22822535

Cellulare: +32 473854759

david.french@cor.europa.eu

Nathalie Vandelle

Tel.: +32 22822499

Cellulare: +32 473860530

nathalie.vandelle@cor.europa.eu

Comunicati stampa precedenti


Side Bar

Mon compte

Gérez vos recherches et notifications par email


Aidez-nous à améliorer ce site