Chemin de navigation

Left navigation

Additional tools

Valcárcel esorta il Parlamento europeo a migliorare l'accordo sul bilancio dell'UE

Comité des régions - COR/13/15   19/02/2013

Autres langues disponibles: FR EN ES

Comunicato stampa

L'Assemblea dei rappresentanti regionali e locali dell'UE

COR/13/15

Bruxelles, 19 febbraio 2013

Valcárcel esorta il Parlamento europeo a migliorare l'accordo sul bilancio dell'UE

Il Presidente del Comitato delle regioni (CdR) Ramón Luis Valcárcel Siso ha sottolineato che l'accordo raggiunto dal Consiglio europeo sul quadro finanziario pluriennale 2014-2020 va considerato come il punto di partenza per concepire il migliore bilancio possibile nel corso dei prossimi negoziati. Rivolgendosi, il 19 febbraio scorso, alla commissione per lo sviluppo regionale (REGI) del Parlamento europeo, il Presidente Valcárcel ha invitato il Parlamento a migliorare le disposizioni dell'accordo in materia di coesione, al pari dell'intero pacchetto legislativo su questa politica.

"Rispetto al bilancio attuale, gli stanziamenti destinati alla politica di coesione dovrebbero subire una riduzione dell'8,5 %. Si tratta di un taglio considerevole, anche se non va dimenticato che solo un anno fa alcuni Stati membri avevano invocato lo smantellamento di questa politica", ha dichiarato Valcárcel, aggiungendo che "l'accordo conserva il peso relativo della coesione nel bilancio dell'UE, mantiene l'architettura della riforma proposta dalla Commissione europea e consente a tutte le regioni di avviare la programmazione delle loro strategie d'investimento pluriennali. Considerato l'attuale contesto economico, si tratta di un risultato ragguardevole".

Ciononostante, Valcárcel ha sollecitato una maggiore flessibilità all'interno delle diverse linee di bilancio, in quanto essa è fondamentale per garantire l'applicazione efficace della politica regionale negli anni a venire. Il CdR appoggia pertanto la richiesta formulata dal PE di condurre una revisione intermedia in modo da adattare il bilancio ai dati aggiornati e rispecchiare così la situazione reale delle regioni.

Nel corso del dibattito con i membri della commissione REGI, il Presidente del CdR si è detto contrariato da disposizioni come la condizionalità macroeconomica e la riserva di efficacia ed efficienza. Ha quindi invitato il Parlamento a fare quanto in suo potere per riaffermare le posizioni comuni raggiunte nei mesi scorsi e garantire che gli enti locali e regionali possano pianificare e attuare i loro programmi operativi sulla base di procedure di attribuzione necessariamente stabili, prevedibili ed imparziali.

Quanto al pacchetto legislativo sulla politica di coesione, il Presidente Valcárcel ha espresso apprezzamento per i primi risultati conseguiti dal team negoziale del Parlamento e ha evidenziato le priorità del CdR, tra cui l'adozione del codice di condotta europeo sul partenariato, l'inserimento del concetto di strategia macroregionale nel regolamento generale, il pieno coinvolgimento degli enti locali negli accordi di partenariato e l'inclusione dei criteri demografici nella pianificazione dei programmi operativi.

Il Comitato delle regioni

Il Comitato delle regioni (CdR) è l'Assemblea dei rappresentanti regionali e locali dell'UE. Il compito dei suoi 344 membri, provenienti da tutti i 27 Stati membri dell'UE, è coinvolgere nel processo decisionale dell'Unione gli enti regionali e locali e le comunità che essi rappresentano e di informarli sulle politiche dell'UE. La Commissione europea, il Parlamento europeo e il Consiglio sono tenuti a consultare il CdR in relazione alle politiche europee che possono avere un'incidenza sulle regioni e le città. Il CdR può inoltre adire la Corte di giustizia per salvaguardare le proprie prerogative o se ritiene che un atto legislativo dell'UE violi il principio di sussidiarietà o non rispetti le competenze degli enti regionali o locali.

Sito web del CdR: www.cor.europa.eu

Seguici su Twitter: @EU_CoR

Per maggiori informazioni rivolgersi a:

Pierluigi Boda

Telefono: +32 22822461

Cell. +32 473851743

pierluigi.boda@cor.europa.eu

Comunicati stampa precedenti


Side Bar

Mon compte

Gérez vos recherches et notifications par email


Aidez-nous à améliorer ce site