Chemin de navigation

Left navigation

Additional tools

Autres langues disponibles: FR EN DE DA ES NL SV EL HU PL BG RO

Comunicato stampa

L'Assemblea dei rappresentanti regionali e locali dell'UE

COR/12/75

Bruxelles, 23 novembre 2012

Il Presidente Valcárcel sottolinea l'importanza di raggiungere per tempo un buon accordo sul bilancio UE 2014-2020

Il Presidente del Comitato delle regioni (CdR) Ramon Luis Valcárcel teme che un nuovo ritardo nel raggiungimento di un accordo sul Quadro finanziario pluriennale 2014-2020 possa causare gravi problemi alle città e alle regioni europee.

A seguito della fumata nera di oggi per il mancato accordo al Consiglio europeo, il Presidente Valcárcel ha affermato che "l'incertezza sul futuro bilancio rischia di determinare gravi problemi per gli enti locali e regionali che stanno lottando per sostenere la ripresa". "I cittadini europei", prosegue, "hanno bisogno di un buon accordo che garantisca la debita continuità delle politiche dell'UE".

Il Presidente ha evidenziato il ruolo essenziale della stabilità di bilancio: "La politica di coesione va consolidata e preservata sia in termini di capacità d'investimento, sia per quanto riguarda la continuità della pianificazione pluriennale degli investimenti". Le regioni e gli enti locali dell'UE chiedono pertanto l'erogazione di adeguati finanziamenti a sostegno della crescita e dell'occupazione.

Valcárcel ha inoltre posto in evidenza il notevole impatto della Politica agricola comune sulle comunità rurali e il ruolo strategico delle reti infrastrutturali per un'integrazione ottimale delle zone periferiche nel mercato unico. Il Comitato delle regioni ha ribadito il proprio impegno a portare avanti la lotta a favore di una politica di coesione forte per tutte le regioni dell'UE, che preveda una dotazione finanziaria proporzionale alle sfide poste dall'attuale crisi.

Il Comitato delle regioni

Il Comitato delle regioni (CdR) è l'Assemblea dei rappresentanti regionali e locali dell'UE. Il compito dei suoi 344 membri, provenienti da tutti i 27 Stati membri dell'UE, è coinvolgere nel processo decisionale dell'Unione gli enti regionali e locali e le comunità che essi rappresentano e di informarli sulle politiche dell'UE. La Commissione europea, il Parlamento europeo e il Consiglio sono tenuti a consultare il CdR in relazione alle politiche europee che possono avere un'incidenza sulle regioni e le città. Il CdR può inoltre adire la Corte di giustizia per salvaguardare le proprie prerogative o se ritiene che un atto legislativo dell'UE violi il principio di sussidiarietà o non rispetti le competenze degli enti regionali o locali.

Sito web del CdR: www.cor.europa.eu

Seguiteci su Twitter: @EU_CoR

Per ulteriori informazioni rivolgersi a:

Pierluigi Boda

Tel. +32 22822461

Cell. +32 473851743

pierluigi.boda@cor.europa.eu

Comunicati stampa precedenti


Side Bar

Mon compte

Gérez vos recherches et notifications par email


Aidez-nous à améliorer ce site