Chemin de navigation

Left navigation

Additional tools

Autres langues disponibles: FR EN DE ES EL

Comunicato stampa

L'Assemblea dei rappresentanti regionali e locali dell'UE

CoR/12/52

Bruxelles, 20 settembre 2012

I sindaci dell'UE e della Cina si impegnano a promuovere le città sostenibili

L'accordo sottoscritto oggi da sindaci di tutta l'Unione europea e della Cina dà il via alla prossima fase della cooperazione avviata nel quadro di un'iniziativa congiunta per la promozione delle città sostenibili. La carta è stata firmata al termine del primo Forum dei sindaci UE-Cina, che si è svolto presso il Comitato delle regioni (CdR) e che ha permesso ai partecipanti - sindaci europei e cinesi, responsabili politici locali, urbanisti, imprenditori e ONG - di scambiare le proprie esperienze al fine di sviluppare un approccio più sostenibile e integrato alla gestione delle città.

Il Presidente del CdR, Ramón Luis Valcárcel Siso, ha appoggiato l'iniziativa sostenendo che la collaborazione avviata sottolinea l'importanza cruciale della "crescita sostenibile sul piano ambientale". Ha poi richiamato l'attenzione sul forte aumento dell'urbanizzazione: attualmente il 75 % dell'intera popolazione UE e il 60 % della popolazione cinese vivono nelle città. E queste percentuali sono destinate a crescere di un terzo entro il 2050. Tenuto conto delle difficili sfide economiche con cui deve confrontarsi il mondo, l'urbanizzazione ci offre "delle opportunità senza precedenti per la crescita economica e lo sviluppo sociale", ha osservato Valcárcel. La necessità di affrontare i cambiamenti climatici, creare occupazione, rilanciare la crescita e assicurare un adeguato approvvigionamento energetico è "una delle sfide che accomunano Europa e Cina e per le quali dobbiamo unire le nostre forze". Nel ricordare che il Forum è stato la sede ideale per fornire una risposta comune a queste sfide globali, il Presidente Valcárcel ha anche sottolineato la necessità di coinvolgere tutti i livelli di governo, compresi gli enti locali e regionali, nella costruzione di un futuro sostenibile.

Cui Hengde, segretario generale dell'Associazione cinese dei sindaci, ha sostenuto quest'ultimo punto, osservando che "noi abbiamo una missione comune, che consiste nel migliorare il tenore di vita di tutti i nostri cittadini, e dobbiamo confrontarci con le stesse sfide"; inoltre ha posto l'accento sulla necessità di "compiere ampi sforzi per mettere in atto i cambiamenti". Il Forum - ha detto Hengde - è stato un canale importante che ha permesso ai rappresentanti locali di entrambi i continenti di consolidare i loro rapporti, condividere le conoscenze e collaborare a diversi progetti.

Nel suo intervento pronunciato durante la sessione conclusiva, il commissario europeo per lo Sviluppo Andris Piebalgs ha fatto riferimento al Patto dei sindaci - che incoraggia gli enti locali e regionali, su base volontaria, a raggiungere e superare l'obiettivo dell'UE di ridurre del 20 % le emissioni di carbonio entro il 2020 - osservando che il successo di tale Patto è una dimostrazione della consapevolezza delle città riguardo alla tutela del loro ambiente e che "la loro più forte motivazione consiste nel promuovere attività economiche sostenibili e nel creare città e regioni in cui valga la pena di vivere". Infine ha aggiunto che "in quest'epoca caratterizzata da problemi sempre più complessi, le soluzioni locali inquadrate in un'ottica mondiale rappresentano spesso il modo migliore per affrontare le sfide globali".

Nota per i redattori

Il Forum dei sindaci UE-Cina è un evento coorganizzato dall'ufficio del Patto dei sindaci e dall'Associazione cinese dei sindaci, con il patrocinio della Direzione generale Energia della Commissione europea e del ministero cinese per l'Edilizia e lo sviluppo urbano e rurale. Il Forum è un'iniziativa lanciata nel quadro del partenariato UE-Cina sull'urbanizzazione, che è stato firmato nel maggio di quest'anno dal Presidente della Commissione europea Barroso e dal vice primo ministro della Repubblica popolare cinese Li Keqiang e si propone di affrontare le sfide dell'urbanizzazione e di incentivare la cooperazione per la promozione dello sviluppo urbano sostenibile.

Programma dettagliato

Foto dell'evento

Sito web del Comitato delle regioni: www.cor.europa.eu

Seguiteci su Twitter: EU_CoR

Il Comitato delle regioni

Il Comitato delle regioni (CdR) è l'Assemblea dei rappresentanti regionali e locali dell'UE. Il compito dei suoi 344 membri, provenienti da tutti i 27 Stati membri dell'UE, è quello di coinvolgere nel processo decisionale dell'Unione gli enti regionali e locali e le comunità che essi rappresentano e di informarli sulle politiche dell'UE. La Commissione europea, il Parlamento europeo e il Consiglio sono tenuti a consultare il CdR in relazione alle politiche europee che possono avere un'incidenza sulle regioni e le città. Il CdR può inoltre adire la Corte di giustizia per salvaguardare le proprie prerogative o se ritiene che un atto legislativo dell'UE violi il principio di sussidiarietà o non rispetti le competenze degli enti regionali o locali.

Per maggiori informazioni rivolgersi a:

David French

Tel. +32 22822535

david.french@cor.europa.eu

Per leggere i comunicati stampa precedenti, cliccare qui.


Side Bar

Mon compte

Gérez vos recherches et notifications par email


Aidez-nous à améliorer ce site