Navigation path

Left navigation

Additional tools

Lo strumento dinamico per la democrazia diretta nell'UE: cosa abbiamo imparato dai primi due anni di applicazione dell'Iniziativa dei cittadini europei

European Economic and Social Committee - CES/14/33   16/04/2014

Other available languages: EN FR DE ES PL

CES/14/33

16 aprile 2014

Lo strumento dinamico per la democrazia diretta nell'UE: cosa abbiamo imparato dai primi due anni di applicazione dell'Iniziativa dei cittadini europei

Una folta rappresentanza di protagonisti delle campagne dell'Iniziativa dei cittadini europei e di parti direttamente interessate provenienti da diverse istituzioni ed organizzazioni si è riunita al Comitato economico e sociale europeo (CESE) per discutere gli insegnamenti tratti fino a questo momento e per stilare un elenco di raccomandazioni per rendere questo strumento di democrazia diretta più efficace e più semplice.

La giornata Iniziativa dei cittadini europei 2014, il terzo evento di questo genere, è stata organizzata dal CESE in collaborazione con il Comitato delle regioni, il Servizio d'azione per i cittadini europei, Democracy International, Initiative and Referendum Institute Europe, la campagna Iniziativa dei cittadini europei, EurActiv ed Euronews. Dibattiti interessanti, discorsi stimolanti ed un'atmosfera costruttiva hanno caratterizzato il convegno che ha cercato di mettere in risalto gli aspetti positivi dell'Iniziativa dei cittadini europei per permetterle di continuare a svilupparsi.

Nel suo discorso d'apertura il Presidente del CESE Henri Malosse ha affermato che "l'Iniziativa dei cittadini europei non dovrebbe più essere considerata un arnese della Commissione europea, ma come uno strumento del nuovo modello di governance dell'UE". Grazie all'enorme mobilitazione di nuovi attivisti UE indipendenti indotta dall'Iniziativa dei cittadini europei, che ha anche permesso, allo stesso tempo, di introdurre a livello dell'UE nuovi temi che esulano dalla sfera d'interessi dei lobbisti di Bruxelles, abbiamo finalmente l'opportunità di ascoltare le preoccupazioni degli europei in presa diretta.

Emily O’Reilly che ricopre la carica di Mediatore europeo, ha dichiarato: "l'Iniziativa dei cittadini è fondamentale per dare ai cittadini dell'UE la possibilità di prendere attivamente parte al processo decisionale dell'UE", invitando anche a rimanere vigilanti sul modo in cui questo strumento è impiegato. Più di cinque milioni di europei hanno già firmato oltre venti diverse Iniziative dei cittadini europei con dibattiti estremamente interessanti a livello nazionale ed europeo e questa è un'indicazione molto incoraggiante dell'interesse e del coinvolgimento attivo dei cittadini.

Tra i temi discussi nei tre seminari sull'Iniziativa dei cittadini europei organizzati dal CESE vi sono stati le attività di campagna dell'Iniziativa, i vincoli e le sfide giuridiche e l'impatto a livello politico e istituzionale nell'UE.

I principali problemi comuni che le parti interessate e i partecipanti alle campagne vorrebbero veder risolti comprendono l'esigenza impellente di ridurre le barriere alla raccolta delle firme, l'armonizzazione del processo in tutti gli Stati membri e l'aumento delle possibilità di impatto. Inoltre si è riflettuto approfonditamente sull'estensione del periodo utile per la raccolta delle firme, come pure sull'idea di migliorare decisamente i termini per la considerazione, nel quadro della procedura giuridica della Commissione che porta alle decisioni politiche, delle Iniziative dei cittadini europei che siano state coronate da successo.

Per maggiori informazioni rivolgersi a:

Unità Stampa del CESE

Tel. +32 25469360

E-mail: press@eesc.europa.eu

_______________________________________________________________________________

Il Comitato economico e sociale europeo rappresenta le diverse componenti economiche e sociali della società civile organizzata. È un organo istituzionale consultivo, istituito dal Trattato di Roma nel 1957. La funzione consultiva del Comitato permette ai suoi membri, e quindi alle organizzazioni che essi rappresentano, di partecipare al processo decisionale dell'Unione. Il Comitato si compone di 353 membri, provenienti da tutta l'UE, nominati dal Consiglio dell'Unione europea.

_______________________________________________________________________________


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website