Navigation path

Left navigation

Additional tools

Other available languages: EN FR DE ES PL

CES/13/80
11/12/2013

Il CESE dice basta alle pratiche abusive sui pagamenti tramite carta

Il giorno 11 dicembre, la sessione plenaria del CESE ha appoggiato le proposte della Commissione sui pagamenti tramite carta, ma ha chiesto che i cittadini dell'UE possano effettuare semplici pagamenti elettronici via Internet, a livello sia nazionale che transfrontaliero, in maniera economica ed agevole.

Le carte di debito e di credito e tutti i sistemi di pagamento mobili ed elettronici dominano sempre di più il commercio, ma le norme dell'UE sui pagamenti faticano a tenere il passo coi rapidi mutamenti in corso. "Il dibattito su come iniziare a smantellare la costosa struttura imposta dai servizi di pagamento tramite carta che dominano il mercato del denaro di plastica è andato avanti per troppo tempo. Inoltre, la stessa struttura di costo sta rapidamente diffondendosi per i servizi di pagamento mobile", osserva Vincent Farrugia (gruppo Datori di lavoro, Malta), relatore del parere del CESE sui servizi di pagamento.

Commissioni interbancarie più basse

Il nuovo pacchetto sui servizi di pagamento, che prevede un tetto massimo sulle commissioni interbancarie e vari aggiornamenti, introduce alcuni miglioramenti in termini di trasparenza e sicurezza, elimina una serie di divergenze nazionali e allinea le norme giuridiche sui sistemi di pagamento.

Il Comitato raccomanda tuttavia di fissare, per i pagamenti elettronici con carta di credito e di debito, commissioni inferiori a quelle attualmente proposte. Inoltre, la completa abolizione del sistema delle commissioni interbancarie per le carte di debito creerebbe ulteriori opportunità per il commercio elettronico in Europa e apporterebbe benefici ai consumatori e all'economia. "L'introduzione di un tetto massimo per le commissioni interbancarie dovrebbe avvenire immediatamente per i pagamenti tramite carta di credito o di debito nel mercato nazionale, e non soltanto per gli acquisti transfrontalieri", aggiunge Farrugia.

Il CESE chiede inoltre che si preveda lo stesso tetto per le carte aziendali.

Acquisti online più sicuri

Un numero crescente di utenti di Internet nell'UE effettua acquisti online, ma solo il 9,3 % dei commercianti vende i propri prodotti oltre frontiera e il 44 % degli europei dichiara di non fare acquisti all'estero in quanto non è sicuro dei propri diritti. I costi di pagamento, i problemi relativi alla consegna e infine le preoccupazioni giuridiche e di sicurezza mettono un freno alle transazioni via Internet. Il CESE ritiene che le nuove proposte consentiranno a chi fa acquisti online di beneficiare di servizi di pagamento migliori e più economici via Internet, con un minor rischio di frodi online e di conseguenti azioni legali.

Esse inoltre consentiranno a nuovi operatori di entrare nel mercato e comporteranno lo sviluppo di sistemi di pagamento innovativi su telefonia mobile e Internet. La proposta rafforza anche i diritti dei consumatori per quanto concerne i trasferimenti internazionali di denaro. Le norme europee in materia di pagamenti dovrebbero non solo rispondere alle esigenze del mercato attuale, ma anche anticipare i cambiamenti previsti per i prossimi anni.

Per maggiori informazioni rivolgersi a:

Unità Stampa del CESE

E-mail: press@eesc.europa.eu

Tel. +32 25468641

_______________________________________________________________________________

Il Comitato economico e sociale europeo rappresenta le diverse componenti economiche e sociali della società civile organizzata. È un organo istituzionale consultivo, istituito dal Trattato di Roma nel 1957. La funzione consultiva del Comitato permette ai suoi membri, e quindi alle organizzazioni che essi rappresentano, di partecipare al processo decisionale dell'Unione. Il Comitato si compone di 353 membri, provenienti da tutta l'UE, nominati dal Consiglio dell'Unione europea.

_______________________________________________________________________________


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website