Percorso di navigazione

Politica regionale


L'UE è una delle regioni più ricche del mondo, ma esistono enormi differenze nel livello di prosperità, tra i vari paesi e al loro interno. Il Lussemburgo, il paese più prospero, è sette volte più ricco di Romania e Bulgaria, i membri più poveri e più recenti dell'UE.

Gli effetti dinamici della partecipazione all'UE, sommati a una politica di investimenti incisiva e mirata, possono tuttavia ridurre questi divari.

Solidarietà e coesione

Spese del fondo regionale per attività © UE

La politica regionale dell'UE mira a:

  • aiutare ciascuna regione a realizzare pienamente le sue potenzialità
  • migliorare la competitività e l'occupazione investendo a livello regionale in aree ad elevato potenziale di crescita, con un valore aggiunto per tutta l'UE
  • innalzare nel più breve tempo possibile il tenore di vita nei paesi che hanno aderito all'UE nel 2004, allineandolo alla media europea.

Le cause delle disparità

Le disparità tra le diverse regioni sono dovute a molteplici fattori, tra cui:

  • svantaggi preesistenti dovuti a isolamento geografico e scarsa densità di popolazione
  • mutamenti sociali ed economici più recenti
  • il retaggio degli ex sistemi economici a pianificazione centralizzata
  • una combinazione di questi e altri fattori.

L'impatto di questi problemi si manifesta spesso nelle seguenti forme:

  • emarginazione sociale
  • scarsa qualità dell'istruzione
  • aumento della disoccupazione
  • infrastrutture inadeguate.

Crescita economica e posti di lavoro

Beneficiari rumeni dei fondi regionali © DG REGIO

La politica regionale investe nelle persone.

L'idea è quella di integrare il programma dell'UE per la crescita e l'occupazione attraverso misure volte a:

  • aiutare i paesi e le regioni ad attirare gli investimenti, migliorando l'accessibilità, fornendo servizi di qualità (come ad esempio l'Internet ad alta velocità) e tutelando il patrimonio ambientale
  • incoraggiare l'innovazione, lo spirito imprenditoriale e l'economia basata sulla conoscenza, spingendo le regioni a sfruttare i loro punti di forza e a creare sinergie tra fondi pubblici europei, nazionali e regionali, sviluppando strategie per la crescita basate sulla "specializzazione intelligente"
  • creare nuovi e migliori posti di lavoro, aumentando il tasso di occupazione, invertendo la tendenza alla "fuga di cervelli", migliorando l'adattabilità dei lavoratori e accrescendo gli investimenti nel capitale umano.

Fondi disponibili

I fondi regionali per il periodo 2007-2013, pari a circa 347 miliardi di euro, rappresentano oltre un terzo del bilancio dell'UE.

I finanziamenti provengono da tre fonti diverse, a seconda dell'oggetto degli stanziamenti e del paese o della regione interessati:

  • il Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) – infrastrutture generali, innovazione e investimenti
  • il Fondo sociale europeo (FSE) – progetti di formazione professionale, altri tipi di sostegno all'occupazione e programmi per la creazione di posti di lavoro
  • il Fondo di coesione – progetti per l'ambiente, le infrastrutture dei trasporti e lo sviluppo delle fonti energetiche rinnovabili. Questi finanziamenti sono riservati ai 15 paesi la cui produzione economica è inferiore al 90% della media dell'UE (i 13 membri più recenti più Portogallo, Grecia e Spagna).

Dove e come si investe

La politica regionale investe in tutte le regioni dell'UE, in linea con gli obiettivi della strategia Europa 2020.

Si interviene in particolare nei paesi membri dell'Europa centrale e orientale e, negli altri paesi UE, nelle regioni con esigenze specifiche di sviluppo. L'obiettivo è combattere la crisi e assicurare una distribuzione più rapida dei fondi disponibili.

Le priorità sono sostenere la ricerca e innovazione, promuovere lo sviluppo sostenibile e creare un clima favorevole per le piccole imprese, spina dorsale dell'economia europea. Una parte dei fondi viene anche destinata a progetti di cooperazione transfrontaliera e interregionale.

Inizio pagina

Inizio pagina



Resta collegato

Twitter

  • Commissione europea - Politica regionaleEnglish (en)

Inizio pagina

PER CONTATTARCI

Richieste d'informazione di carattere generale

Chiama il numero
00 800 6 7 8 9 10 11 Come funziona il servizio telefonico?

Invia le tue domande per e-mail

Contatti e informazioni sulle visite alle istituzioni, contatti con la stampa

Aiutaci a migliorare il sito

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?