You are here:

Salute

Spetta ai governi nazionali organizzare l'assistenza sanitaria e garantirne il funzionamento. L'UE provvede a integrare le politiche nazionali:

  • facendo in modo che realizzino gli obiettivi comuni dei singoli governi
  • generando economie di scala grazie alla condivisione delle risorse
  • aiutando i paesi membri ad affrontare le sfide comuni, fra cui le pandemie, le malattie croniche o l'impatto dell'invecchiamento della popolazione sui sistemi sanitari.

I punti saldi della politica dell'UE in materia di salute - attuata con la strategia per la salute Scegli le traduzioni del link precedente   Deutsch (de) English (en) français (fr) - sono:

  • rafforzare la prevenzione, soprattutto promuovendo stili di vita più sani
  • garantire pari opportunità di vivere in buona salute e avvalersi di un'assistenza sanitaria di qualità, indipendentemente da reddito, genere, appartenenza etnica, ecc.
  • affrontare le gravi minacce per la salute coinvolgendo più di un paese dell'UE
  • mantenere le persone in buona salute fino in età avanzata
  • sostenere sistemi sanitari dinamici e le nuove tecnologie.

La salute ha anche ripercussioni sulla prosperità economica: per saperne di più, consultare il documento programmatico Investire nella salute.pdf(3 MB) Scegli le traduzioni del link precedente 

Azione specifica dell'UE

  • Applicare in tutta l'UE leggi e norme ai prodotti e servizi sanitari (farmaci, dispositivi medici e sanità online) e ai pazienti (sicurezza e servizi sanitari in più di un paese membro)
  • Fornire ai paesi dell'UE gli strumenti per aiutarli a collaborare e individuare le migliori pratiche (per es. attività di promozione della salute, gestione dei fattori di rischio, gestione delle malattie e sistemi sanitari)
  • Erogare finanziamenti a favore di iniziative innovative mediante il programma dell'UE per la salute.

Prevenire le malattie

L'UE appoggia la prevenzione contro le malattie promuovendo:

  • un’etichettatura dei prodotti alimentari responsabile, in modo che i consumatori sappiano cosa mangiano
  • programmi di screening contro il cancro della mammella, del collo dell’utero e del colon-retto in tutta l'UE, fornendo orientamenti per garantire la qualità dei trattamenti e condividendo le conoscenze e le risorse
  • misure per promuovere un'alimentazione sana e l'esercizio fisico – incoraggiando governi, ONG e industria a collaborare e aiutando i consumatori a cambiare stile di vita
  • la lotta contro il fumo adottando la legislazione su prodotti del tabacco, sensibilizzazione, pubblicità e sponsorizzazioni.

Reagire alle malattie

L'UE aiuta i governi nazionali a essere meglio preparati per affrontare gravi minacce transfrontaliere per la salute e coordinare con più efficacia la loro risposta, per es. con l'acquisto congiunto di vaccini e altre contromisure mediche.

Il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie Scegli le traduzioni del link precedente   English (en) di Stoccolma studia le nuove minacce per la salute per consentire all'UE di rispondere rapidamente. Il Centro raccoglie e condivide le conoscenze sulle minacce attuali ed emergenti e collabora con le controparti nazionali per sviluppare un sistema europeo di sorveglianza delle malattie.

Prodotti farmaceutici

Tutti i medicinali disponibili nell'Unione europea devono essere approvati a livello nazionale o dell'UE prima di essere commercializzati. La sicurezza di un farmaco venduto nell'UE è monitorata nel corso dell'intero ciclo di vita. Se un medicinale risulta pericoloso, l'intervento è rapido, con la sospensione delle vendite o il ritiro della licenza di commercializzazione.

La Commissione, le autorità nazionali e l'Agenzia europea per i medicinali (EMA) Scegli le traduzioni del link precedente   English (en) a Londra svolgono tutti un ruolo specifico in questo sistema. L'EMA assiste i regolatori nazionali coordinando la valutazione scientifica della qualità, della sicurezza e dell'efficacia dei farmaci.

Ricerca e innovazione

Con il programma di ricerca Orizzonte 2020 Scegli le traduzioni del link precedente   English (en) , fra il 2014 e il 2020 l'UE investirà nella ricerca quasi 7,5 miliardi di euro per migliorare l'assistenza sanitaria europea.

Cure all'estero

L'UE aiuta quando è più semplice o necessario farsi curare all'estero, per es. se l'ospedale più vicino è dall'altra parte del confine o se le cure specialistiche sono disponibili solo all'estero.

Il diritto dei cittadini europei a farsi curare in un altro paese dell’UE è sancito dalla normativa dell’UE sui diritti dei pazienti relativi all’assistenza sanitaria transfrontaliera, il cui obiettivo è anche:

  • aiutare le autorità sanitarie nazionali a collaborare e scambiarsi informazioni sugli standard qualitativi e di sicurezza applicabili all'assistenza sanitaria
  • garantire il riconoscimento delle ricette in altri paesi dell'UE
  • spianare la strada alla creazione di reti europee di riferimento per collegare tra loro centri specializzati e consentire a esperti di tutta Europa di scambiarsi le migliori pratiche.

La tessera europea di assicurazione malattia (TEAM) rende più facile ai viaggiatori ottenere le cure sanitarie in caso di malattia in un altro paese europeo.

Cooperazione internazionale

L'UE lavora in stretta collaborazione con i partner strategici, fra cui l'Organizzazione mondiale della sanità Scegli le traduzioni del link precedente   English (en) español (es) français (fr) , per migliorare la salute in tutto il mondo tramite la ricerca, gli aiuti allo sviluppo, un più ampio accesso ai medicinali, ecc.