Percorso di navigazione

Salute


La politica sanitaria dell’UE mira a garantire a tutte le persone che vivono nell’UE l’accesso a un’assistenza sanitaria di qualità. In particolare, punta a:

  • prevenire le malattie
  • promuovere uno stile di vita più sano
  • proteggere le persone dalle minacce per la salute, come ad esempio le pandemie.

Sebbene l’organizzazione e l’erogazione dei servizi sanitari sia di competenza dei singoli paesi, l’UE conferisce un valore aggiunto alla loro azione coordinandone gli interventi per far fronte alle sfide comuni e operando in stretta collaborazione con partner internazionali come l’Organizzazione mondiale della sanità.

L’azione dell’UE si basa sulla sua strategia sanitaria DeutschEnglishfrançais, il cui obiettivo è:

  • promuovere la buona salute in un’Europa che invecchia
  • proteggere i cittadini dalle minacce per la salute
  • promuovere i sistemi sanitari dinamici e le nuove tecnologie.

Il programma dell'UE per la salute integra e sostiene l’azione dei singoli paesi attraverso le seguenti misure:

  • proteggere e promuovere la salute e ridurre le ineguaglianze in campo sanitario
  • fornire maggiori informazioni e conoscenze in materia di salute
  • promuovere la cooperazione con le parti interessate.

Il programma è gestito dall'Agenzia esecutiva per la salute e i consumatori English, che ha sede a Lussemburgo.

Bambino che mangia le verdure © Van Parys Media

L'UE promuove un'alimentazione più sana.

Prevenire le malattie

L’UE sostiene attività di prevenzione delle malattie:

  • promuove un’etichettatura dei prodotti alimentari responsabile, per permettere ai consumatori di sapere cosa mangiano
  • offre programmi di screening del cancro della mammella, del collo dell’utero e del colon-retto, incoraggia gli esperti di tutta l’UE a condividere le loro conoscenze, evitare azioni frammentate e duplicazioni nel campo della ricerca e ottimizzare l’impiego delle risorse in questo settore
  • fornisce informazioni ai cittadini sui problemi di salute associati alle cattive abitudini (fumo, dieta errata, abuso di alcol), che possono causare malattie croniche
  • promuove adeguate campagne di vaccinazione per una maggiore copertura della popolazione, ad esempio contro l’influenza stagionale.

Allarme rapido e risposta

L'UE e i suoi paesi membri elaborano piani per essere preparati a rispondere alle emergenze (compresi i sistemi di allarme rapido) per fronteggiare le minacce per la salute pubblica, come nel caso della pandemia H1N1 (influenza suina) del 2009.

Il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie English a Stoccolma studia le nuove minacce per la salute, per consentire all'UE di rispondere rapidamente alle emergenze sanitarie. Il Centro raccoglie e condivide le conoscenze sulle minacce attuali ed emergenti e collabora con le controparti nazionali per sviluppare un sistema europeo di sorveglianza delle malattie.

Prodotti farmaceutici

Trucco per occhi © Pixelio

La politica in materia di salute pubblica garantisce la sicurezza dei prodotti cosmetici.

Tutti i nuovi medicinali devono essere autorizzati prima di poter essere venduti sul mercato dell'UE. La loro sicurezza viene successivamente controllata nel corso dell'intero ciclo di vita. Se un medicinale risulta pericoloso, il sistema europeo di farmacovigilanza garantisce un intervento immediato, tra cui la sospensione o il ritiro della licenza di commercializzazione.

L'Agenzia europea per i medicinali (EMA) English, con sede a Londra, coordina la valutazione scientifica della qualità, sicurezza ed efficacia dei prodotti farmaceutici.

Ricerca e innovazione

L’UE spenderà 6 miliardi di euro per la ricerca in campo sanitario nel periodo 2007-13. Le priorità:

  • tradurre le scoperte di base in applicazioni cliniche
  • sviluppare nuove terapie e convalidarle
  • elaborare strategie di promozione della salute e di prevenzione
  • perfezionare gli strumenti di diagnosi e le tecnologie mediche
  • realizzare sistemi sanitari sostenibili ed efficienti.

Accesso alle cure mediche in tutta l'UE

In genere le persone preferiscono farsi curare vicino a casa, ma a volte risulta più facile o necessario recarsi in un altro paese dell'UE, ad esempio se la struttura sanitaria più vicina è al di là del confine o se le cure specialistiche sono disponibili soltanto all'estero.

Il diritto dei cittadini europei a farsi curare in un altro paese dell’UE è sancito dalla normativa dell’UE sui diritti dei pazienti relativi all’assistenza sanitaria transfrontaliera, il cui obiettivo è anche:

  • aiutare le autorità sanitarie nazionali a collaborare e scambiarsi informazioni sugli standard qualitativi e di sicurezza applicabili all'assistenza sanitaria
  • garantire il riconoscimento delle prescrizioni mediche in tutti i paesi dell'UE
  • spianare la strada alla creazione di "reti europee di riferimento" per collegare tra loro centri specializzati e consentire ad esperti di tutta Europa di scambiarsi le migliori pratiche in materia di assistenza sanitaria.

La tessera europea di assicurazione malattia rende più facile a turisti e viaggiatori d’affari ottenere le cure sanitarie in caso di malattia in un altro paese europeo.

Cooperazione internazionale

La Commissione europea lavora in stretta collaborazione con i partner strategici, come l’Organizzazione mondiale della sanità, per perseguire una politica sanitaria mondiale basata su sei temi principali:

  • equità
  • una risposta coerente alla globalizzazione
  • accesso e innovazione
  • la salute come diritto dell'uomo
  • governance
  • ricerca.

Gli altri temi chiave sono:

  • la solidarietà – non solo riguardo agli aiuti allo sviluppo, ma anche alle politiche sui lavoratori e all'accesso ai medicinali
  • la coerenza tra le pertinenti politiche interne ed esterne dell'UE.

Inizio pagina

Salute pubblica

Pubblicato a marzo 2013

Questa pubblicazione fa parte della serie "Le politiche dell'UE"


Inizio pagina


Video

  • Azione dell'UE in materia di alimentazione e attività fisica



Resta collegato

Twitter

  • Commissione europea - Salute e consumatoriEnglish (en)
  • Centro comune di ricerca - Istituto per la salute e la tutela dei consumatoriEnglish (en)
  • Centro comune di ricerca - Istituto per la salute e la tutela dei consumatori - Settore alimentazioneEnglish (en)
  • Partnership europea per l'innovazione nel campo dell'invecchiamento attivo e in buona saluteEnglish (en)

Inizio pagina

PER CONTATTARCI

Richieste d'informazione di carattere generale

Chiama il numero
00 800 6 7 8 9 10 11 Come funziona il servizio telefonico?

Invia le tue domande per e-mail

Contatti e informazioni sulle visite alle istituzioni, contatti con la stampa

Politiche connesse

Aiutaci a migliorare il sito

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?