Avviso legale importante | Cookies | Il sito EUROPA | Ricerca | Per contattarci
Trattato di LisbonaSaltare la barra di selezione della lingua (tasto scorciatoia=2)
EUROPA > Trattato di Lisbona > Il trattato in sintesi > L’UE nel mondo
Pagina inizialePagina iniziale

L’UE nel mondo

L’UE promuove i suoi valori e interessi a livello mondiale ed è il principale partner commerciale e il maggior donatore di aiuti ai paesi in via di sviluppo. Grazie al trattato di Lisbona, l’Europa può parlare al mondo con una voce chiara.

Per mantenere la libertà, la sicurezza e la prosperità all’interno dei suoi confini, l’Europa deve assumere pienamente il suo ruolo sulla scena mondiale. In un mondo globalizzato, nessun paese, da solo, è in grado di affrontare sfide come la sicurezza energetica, i cambiamenti climatici, lo sviluppo sostenibile, la competitività economica ed il terrorismo. È quindi necessaria una risposta che solo l’UE nel suo insieme può dare.

Il trattato di Lisbona introduce due innovazioni istituzionali importanti, con un impatto significativo sull’azione esterna dell’Unione. Prevede infatti la nomina di un presidente “permanente” del Consiglio europeo, per un mandato rinnovabile di due anni e mezzo, e di un nuovo alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza, nonché vicepresidente della Commissione, che assicura la coerenza dell'azione esterna dell'Unione. Il trattato di Lisbona permette così all’UE di operare in maniera più efficace e coerente sulla scena internazionale. Coordinando i diversi aspetti della sua politica estera, come la diplomazia, la sicurezza, il commercio, lo sviluppo, gli aiuti umanitari e i negoziati internazionali, l’UE sarà in grado di parlare con una voce più chiara nelle relazioni con i paesi partner e con le organizzazioni internazionali.

L’impatto dell’intervento dell’UE è inoltre rafforzato da un nuovo servizio europeo per l'azione esterna, che assiste l’alto rappresentante avvalendosi delle risorse dell’UE e degli Stati membri.

Il trattato conferisce all’Unione una personalità giuridica unica, che le consente di concludere accordi internazionali e di far parte di organizzazioni internazionali. Pertanto l'UE può ora parlare ed agire come un unico soggetto.

Il trattato di Lisbona attribuisce maggiore rilievo ai principi che guidano l’azione dell’Unione europea: democrazia, Stato di diritto, diritti dell’uomo e libertà fondamentali, rispetto della dignità umana e dei principi di uguaglianza e solidarietà. Introduce inoltre per la prima volta una base giuridica specifica per l’aiuto umanitario, oltre ad istituire un corpo volontario europeo di aiuto umanitario.

Nel definire il ruolo dell’UE nel mondo, il trattato di Lisbona disciplina anche la politica di sicurezza e di difesa comune, riconoscendola come parte integrante della politica estera e di sicurezza comune. Prevede, tra l’altro, una “clausola di solidarietà”, che impone all'Unione e agli Stati membri di agire congiuntamente in caso di attacco terroristico contro un paese dell’UE.

Avviso legale importante | Cookies | Il sito EUROPA | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina