RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 5 lingue

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Trasportatori su strada: condizioni per l'esercizio della professione

L'armonizzazione delle norme per l'accesso alla professione di trasportatore su strada, prevista dalla direttiva 96/26/CE, è ancora lontana dall’essere soddisfacente in quanto tali norme sono state applicate in maniera molto disuguale da parte degli Stati membri. Il presente regolamento intende quindi rafforzare l'armonizzazione di tali norme nell'intento di favorire in particolare una concorrenza equa tra le società di trasportatori su strada e di migliorare il livello di qualificazione professionale del personale.

ATTO

Regolamento (CE) n. 1071/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 21 ottobre 2009, che stabilisce norme comuni sulle condizioni da rispettare per esercitare l’attività di trasportatore su strada e abroga la direttiva 96/26/CE del Consiglio (Testo rilevante ai fini del SEE).

SINTESI

Il presente regolamento fissa le disposizioni relative alla professione di trasportatore su strada che comprende la professione di trasportatore su strada di merci * e di persone * . Esso si applica a tutte le imprese che esercitano o che intendono esercitare tale professione nell'Unione europea (UE).

Il regolamento non si applica alle imprese che:

  • esercitano la professione di trasportatore di merci su strada con veicoli la cui massa non supera le 3,5 tonnellate;
  • effettuano trasporti di persone su strada a fini non commerciali;
  • esercitano la professione di trasportatore su strada con veicoli la cui velocità non supera i 40 km/h.

Ruolo del gestore dei trasporti

Ciascuna impresa che esercita la professione di trasportatore su strada indica un gestore dei trasporti, incaricato di dirigere effettivamente e continuativamente le attività di trasporto dell’impresa. Il gestore dei trasporti deve risiedere nell'UE e avere un vero legame con l'impresa, essendo per esempio dipendente, direttore o azionista.

Requisiti richiesti per esercitare la professione di trasportatore su strada

Un'impresa che desideri esercitare questa professione dispone di una sede dotata di locali in cui conserva la documentazione necessaria all'esercizio della sua missione, nonché di uno o più veicoli immatricolati in conformità alla normativa nazionale.

L’impresa e in particolare il gestore devono altresì rispettare il requisito di onorabilità, ovvero non devono aver riportato condanne per infrazioni della normativa nazionale in vigore per determinati settori, tra cui:

  • il diritto commerciale;
  • la circolazione stradale;
  • il traffico di esseri umani o di droga.

L'impresa non ha infranto le norme comunitarie relative a settori quali:

  • i tempi di guida e di riposo dei conducenti;
  • il controllo tecnico dei veicoli commerciali;
  • la sicurezza del trasporto di merci pericolose su strada;
  • le patenti di guida.

L'impresa deve essere in grado di ottemperare agli obblighi finanziari. A tal fine, dimostra di disporre ogni anno di un capitale e di riserve per un valore di almeno 9 000 euro quando solo un veicolo è utilizzato e di 5 000 euro per ogni veicolo supplementare utilizzato.

Il gestore dell'impresa deve avere superato un esame scritto obbligatorio che può essere integrato da un esame orale.

Autorizzazione e sorveglianza

Gli Stati membri designano una o più autorità competenti incaricate di:

  • istruire le domande presentate dalle imprese;
  • autorizzare l’esercizio della professione di trasportatore su strada;
  • dichiarare una persona idonea o inidonea a dirigere le attività di trasporto di un’impresa;
  • procedere ai controlli necessari per verificare se un’impresa soddisfi tutti i requisiti.

Le autorità competenti sono inoltre incaricate di istruire le domande di registrazione delle imprese entro un termine di massimo tre mesi. Esse possono dichiarare un'impresa inidonea a dirigere le attività di trasporto.

Semplificazione e cooperazione amministrativa

Ciascuno Stato membro tiene un registro elettronico nazionale delle imprese di trasporto su strada autorizzate ad esercitare la professione di trasportatore su strada. Le autorità nazionali competenti sono incaricate del controllo dei dati di tale registro, tra cui figurano:

  • la denominazione e forma giuridica dell’impresa;
  • l'indirizzo della sede;
  • il nome dei gestori dei trasporti designati;
  • il tipo di autorizzazione e il numero di veicoli;
  • il numero, la categoria e il tipo di infrazioni gravi;
  • il nome delle persone dichiarate inidonee a dirigere le attività di trasporto di un’impresa.

I registri elettronici nazionali sono interconnessi per facilitare lo scambio elettronico di informazioni tra le autorità competenti degli Stati membri.

Tali dati sono disponibili su richiesta o direttamente accessibili in conformità della direttiva sulla protezione dei dati personali.

Gli Stati membri possono designare un punto di contatto nazionale incaricato di scambiare informazioni.

Disposizioni transitorie

Le imprese che anteriormente al 4 dicembre 2009 dispongono di un’autorizzazione per esercitare la professione di trasportatore su strada si conformano alle disposizioni del presente regolamento entro il 4 dicembre 2011.

Il presente regolamento abroga la direttiva 96/26/CE.

Termini chiave dell'atto
  • Professione di trasportatore di merci su strada: la professione di un’impresa che esegue, mediante veicoli a motore singoli oppure insiemi di veicoli accoppiati, il trasporto di merci per conto di terzi;
  • Professione di trasportatore di persone su strada: la professione di un’impresa che, mediante autoveicoli atti, per costruzione e per attrezzatura, a trasportare più di nove persone, conducente compreso, e destinati a tal fine, esegue trasporti di persone con offerta al pubblico o a talune categorie di utenti, dietro corrispettivo versato dalla persona trasportata o dall’organizzatore del trasporto.

RIFERIMENTI

Atto Entrata in vigore Termine ultimo di recepimento negli Stati membri Gazzetta ufficiale

Regolamento (CE) n. 1071/2009

4.12.2009

-

GU L 300 del 14.11.2009

Ultima modifica: 02.09.2010
Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina