RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 5 lingue

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Nuovi diritti per i passeggeri del trasporto ferroviario

Il presente regolamento stabilisce una serie di diritti per i passeggeri del trasporto ferroviario, obbligando le imprese ferroviarie a una maggiore responsabilità nei confronti dei loro clienti.

ATTO

Regolamento (CE) n. 1371/2007 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 23 ottobre 2007, relativo ai diritti e agli obblighi dei passeggeri nel trasporto ferroviario.

SINTESI

Il presente regolamento stabilisce i diritti e gli obblighi dei beneficiari dei servizi ferroviari (EN) al fine di migliorare l'efficienza e l'attrattività del trasporto ferroviario nei confronti dei passeggeri.

Ambito di applicazione

Il presente regolamento si applica a tutti i viaggi e servizi ferroviari forniti da una o più imprese ferroviarie titolari di licenza in virtù della direttiva 95/18/CE.

Esso non si applica ai servizi di trasporto e alle imprese ferroviarie che non hanno ottenuto le licenze.

Uno Stato membro può accordare una deroga al presente regolamento per un periodo massimo di cinque anni, rinnovabile per due volte. Inoltre può esonerare dall’applicazione delle disposizioni del presente regolamento i servizi ferroviari urbani, extraurbani e regionali per passeggeri.

Diritti dei passeggeri

I passeggeri del trasporto ferroviario hanno ora nuovi diritti fondamentali:

Contratto di trasporto, informazioni e biglietti

I passeggeri devono essere informati in maniera chiara:

  • prima del viaggio e in particolare sulle relative condizioni applicabili al contratto, sugli orari e sulle tariffe applicate;
  • durante il viaggio ed in particolare sui ritardi o sulle interruzioni del servizio;
  • sulle procedure relative alla presentazione di reclami.

Le imprese ferroviarie devono agevolare l'acquisto di biglietti da parte dei passeggeri ferroviari. I biglietti sono in genere venduti almeno attraverso le biglietterie o i distributori automatici, o a bordo dei treni o tramite qualsiasi tecnologia dell'informazione avente ampia diffusione (internet, telefono).

I passeggeri e i loro bagagli

I passeggeri hanno diritto ad un indennizzo se il loro bagaglio registrato è stato smarrito o danneggiato (fino a 1 285 € per bagaglio).

Il presente regolamento rafforza i diritti dei passeggeri ad un risarcimento in caso di decesso o di lesioni. Un pagamento anticipato deve:

  • essere versato entro e non oltre quindici giorni dall’identificazione della persona fisica avente diritto al risarcimento;
  • permettere di soddisfare le immediate necessità economiche;
  • essere proporzionale al danno subito.

Ritardi e soppressioni

Il presente regolamento rafforza i diritti dei passeggeri ad un risarcimento in caso di ritardo o soppressione. I passeggeri possono richiedere un compenso minimo pari a:

  • il 25% del prezzo del biglietto in caso di ritardo compreso tra 60 minuti e 119 minuti;
  • il 50 % del prezzo del biglietto in caso di ritardo pari o superiore a 120 minuti.

Nel caso di un ritardo all'arrivo o alla partenza, i passeggeri hanno diritto a:

  • pasti e bevande in quantità ragionevole;
  • sistemazione in albergo o di altro tipo, qualora risulti necessario un soggiorno di una o più notti;
  • trasporto verso il loro punto di partenza o di arrivo, se il treno è bloccato sui binari.

Nessuna discriminazione nei confronti delle persone con disabilità e delle persone a mobilità ridotta

Il presente regolamento conferisce i seguenti diritti alle persone con disabilità e alle persone a mobilità ridotta:

  • le persone con disabilità e le persone a mobilità ridotta hanno diritto ad un accesso non discriminatorio al trasporto senza costi aggiuntivi al momento dell'acquisto di un biglietto e di una prenotazione;
  • su richiesta, le persone con disabilità e le persone a mobilità ridotta devono essere informate in merito all'accessibilità dei servizi ferroviari e dei treni;
  • le imprese ferroviarie e i gestori delle stazioni devono garantire l'accessibilità dei treni e degli altri servizi ferroviari per quanto possibile;
  • le imprese ferroviarie e i gestori delle stazioni forniscono, gratuitamente e ragionevolmente, l'assistenza sui treni e nelle stazioni dotate di personale; per garantire buone condizioni di assistenza il passeggero è tenuto a rispettare alcune disposizioni (ad es. preavviso di 48 ore prima della partenza);
  • le persone con disabilità e le persone a mobilità ridotta hanno diritto ad un risarcimento se l'impresa ferroviaria è responsabile della perdita o del danneggiamento di attrezzature per la mobilità.

Sicurezza, reclami e qualità del servizio

Il presente regolamento impone alle imprese ferroviarie e ai gestori delle stazioni di garantire la sicurezza personale dei passeggeri nei treni e nelle stazioni, di concerto con le autorità pubbliche.

Le imprese ferroviarie sono tenute ad istituire un servizio per il trattamento dei reclami onde soddisfare i diritti e gli obblighi contemplati dal presente regolamento.

Oggi gli Stati membri devono offrire ai passeggeri la possibilità di presentare un reclamo ad un organo indipendente, se ritengono che i loro diritti siano stati violati. Le norme minime di qualità del servizio sono:

  • l'informazione dei passeggeri e i biglietti;
  • la puntualità dei treni e i principi generali;
  • la soppressione di treni;
  • la pulizia del materiale rotabile e delle strutture delle stazioni;
  • le indagini sul grado di soddisfazione della clientela;
  • il trattamento dei reclami, rimborsi e indennità per il mancato rispetto delle norme di qualità del servizio;
  • l'assistenza fornita alle persone con disabilità e alle persone a mobilità ridotta.

Informazioni ai passeggeri sui loro diritti

I passeggeri dei trasporti ferroviari devono essere informati dei loro diritti e obblighi previsti dal presente regolamento quando acquistano un biglietto.

Contesto

Il presente regolamento si inscrive nella politica comune dei trasporti e nella volontà di tutelare i diritti dei passeggeri nel trasporto ferroviario.

RIFERIMENTI

AttoData di entrata in vigoreTermine ultimo per il recepimento negli Stati membriGazzetta ufficiale
Regolamento (CE) n. 1371/2007

3.12.2009

-

GU L 315 del 3.12.2007

ATTI COLLEGATI

Comunicazione della Commissione, del 3 marzo 2004, intitolata «Il futuro dell'integrazione del sistema ferroviario europeo: il terzo pacchetto ferroviario» [COM(2004) 140 def. – Non pubblicata nella Gazzetta ufficiale].

Ultima modifica: 30.03.2010
Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina