RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 5 lingue

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Un futuro sostenibile per i trasporti europei

La presente comunicazione presenta i risultati di un'ampia riflessione sul futuro del sistema di trasporto dell'Unione europea (UE). Essa considera i recenti sviluppi della politica europea dei trasporti, individua le sfide che l'UE dovrà affrontare in futuro, propone gli obiettivi politici per affrontare le sfide emergenti nel settore dei trasporti, e suggerisce come gli obiettivi possono essere raggiunti.

ATTO

Comunicazione della Commissione del 17 giugno 2009 - Un futuro sostenibile per i trasporti: verso un sistema integrato, basato sulla tecnologia e di agevole uso [COM(2009) 279 def. - Non pubblicata nella Gazzetta ufficiale].

SINTESI

Gli obiettivi per la politica dei trasporti dell'Unione europea (UE) sono stati fissati sia nel riesame intermedio del Libro bianco 2001 che nella strategia per lo sviluppo sostenibile del 2006. La politica europea dei trasporti ha ampiamente raggiunto gli obiettivi definiti in tali documenti strategici, agevolando l'apertura e l'integrazione del mercato, attraverso la definizione di standard di alta qualità per la sicurezza e i diritti dei passeggeri e migliorando le condizioni di lavoro.

Tuttavia, l'ambiente rimane un settore in cui sono necessari ulteriori miglioramenti. Nell’UE, rispetto ai livelli del 1990, in nessun altro settore il tasso di crescita delle emissioni di gas a effetto serra è stato tanto elevato quanto nei trasporti: il settore dei trasporti ha notevolmente incrementato la sua attività mentre i progressi tesi a ridurne l'intensità in termini di consumi energetici e di produzione di gas a effetto serra sono stati insufficienti.

Diverse tendenze della società metteranno in difficoltà il settore dei trasporti in futuro:

  • l'invecchiamento della popolazione, che farà crescere la necessità di fornire servizi di trasporto sicuri e affidabili, aumentando al contempo la spesa pubblica e togliendo risorse pubbliche ai trasporti;
  • la crescente scarsità di petrolio, che mette pressione sui prezzi;
  • le sfide ambientali, con le emissioni dei trasporti che continuano a crescere e l'inquinamento locale ancora troppo elevato;
  • la migrazione, la mobilità interna e la globalizzazione dell'economia, che comporta un maggiore movimento di persone e merci e una maggiore vulnerabilità dei porti, degli aeroporti e del loro accesso;
  • la crescente urbanizzazione, che provoca più congestione nelle aree urbane.

Obiettivi politici per il trasporto sostenibile

La politica europea dei trasporti mira a creare un sistema sostenibile di trasporto che soddisfi le esigenze economiche, sociali e ambientali della società, e contribuisca ad un'Europa pienamente integrata e competitiva. Questo traguardo può essere suddiviso nei seguenti obiettivi politici:

  • trasporto sicuro e di qualità;
  • una rete pienamente integrata e sottoposta ad adeguata manutenzione;
  • un sistema di trasporto più sostenibile dal punto di vista ambientale;
  • il mantenimento dell'Europa in prima linea in fatto di servizi e tecnologie di trasporto;
  • la protezione dei lavoratori dei trasporti e dei loro diritti, sviluppando contemporaneamente il capitale umano per migliorare l'efficienza e la competitività dell'economia europea;
  • segnali di prezzo migliori per migliorare l'efficienza economica mediante incentivi economici, ad esempio, per l’uso di una strada nelle ore non di punta o per l'uso di mezzi di trasporto più rispettosi dell'ambiente;
  • una migliore accessibilità.

POLITICHE PER UN SISTEMA DI TRASPORTO SOSTENIBILE

La Commissione suggerisce come utilizzare al meglio i seguenti strumenti politici per rispondere alla sfida della sostenibilità:

Infrastrutture

Per garantire il funzionamento ottimale del sistema europeo di trasporto sono necessarie la piena integrazione e interoperabilità dei singoli componenti della rete. La creazione di nuove infrastrutture è costosa, considerando che molto può essere ottenuto semplicemente aggiornando la rete esistente all'interno dell'UE. I sistemi di trasporto intelligenti e i sistemi europei di navigazione via satellite possono essere utilizzati per integrare e migliorare le reti "tradizionali" di trasporto.

Finanziamenti

La transizione verso un'economia a basse emissioni di carbonio richiederà ingenti finanziamenti che dovranno essere coordinati efficacemente. Il settore dei trasporti dovrà autofinanziarsi sempre più in relazione alle infrastrutture. La Commissione suggerisce che i pedaggi che rappresentano i costi di congestione, di inquinamento dell'aria, di emissioni di CO2, di rumore e di incidenti, possono apportare finanziamenti per i trasporti, promuovendo comportamenti più sostenibili e dando segnali migliori per gli investimenti.

Tecnologia

Vi è una forte necessità di un cambiamento tecnologico verso veicoli a basse emissioni e lo sviluppo di soluzioni alternative per il trasporto sostenibile. La Commissione propone di incoraggiare le spese di R&S a favore della mobilità sostenibile, per esempio mediante l’iniziativa europea per le automobili verdi e le iniziative tecnologiche congiunte.

Il quadro normativo

Un numero crescente di imprese opera su più mercati nazionali, apportando benefici alla situazione economica e all’occupazione in generale nell’UE. Il mercato interno deve essere completato con la rimozione degli ostacoli ancora esistenti tra i paesi e le modalità di trasporto, e con la riduzione degli oneri amministrativi gravanti sulle imprese di trasporto. Il quadro normativo nel settore dei trasporti deve evolvere verso obblighi ambientali armonizzati, un controllo efficace, una protezione uniforme delle condizioni dei lavoratori e dei diritti degli utenti.

Educare, informare e coinvolgere

Le campagne di educazione, di informazione e di sensibilizzazione hanno una forte influenza sul comportamento dei consumatori e potrebbero favorire scelte di mobilità sostenibile. I cittadini dovrebbero essere meglio informati sui motivi che stanno alla base delle decisioni politiche dell’UE e sulle alternative disponibili. I lavoratori nel settore dei trasporti dovrebbero essere coinvolti, ovvero informati e consultati sullo sviluppo, l’applicazione e il monitoraggio della politica dei trasporti.

Governance: azione efficace e coordinata

Il sistema dei trasporti dell'UE implica interazioni complesse fra elementi di natura politica, economica, sociale e tecnica. Un coordinamento efficace sarà necessario per garantire l'interoperabilità delle nuove tecnologie e delle pratiche di regolamentazione ed evitare la proliferazione di sistemi diversi a livello nazionale. La cooperazione a livello UE può inoltre aiutare le autorità cittadine a rendere i loro sistemi di trasporto più sostenibili nel rispetto del principio di sussidiarietà.

La dimensione esterna

L'Unione europea detiene una posizione di rilievo nel settore dei trasporti a livello mondiale, definendo norme che sono sempre più adottate anche al di fuori dell'UE, come le norme sulle emissioni EURO per i veicoli stradali. La cooperazione internazionale nel settore dei trasporti, volta a stabilire l'interconnessione dei principali assi di trasporto con le regioni vicine, dovrebbe essere promossa.

Ultima modifica: 10.11.2010

Vedi anche

  • Il sito web sul trasporto sostenibile (EN) dell'Unione europea
Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina