RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 15 lingue
Nuove lingue disponibili:  CS - HU - PL - RO

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Agenzia esecutiva per la rete transeuropea di trasporto

L'Agenzia esecutiva per la rete transeuropea di trasporto (TEN-T EA) è stata istituita dalla Commissione europea per gestire e ottimizzare la realizzazione della rete transeuropea dei trasporti (RTE-T).

ATTO

Decisione 2007/60/CE della Commissione, del 26 ottobre 2006, che istituisce l'Agenzia esecutiva per la rete transeuropea di trasporto, in applicazione del regolamento (CE) n. 58/2003 del Consiglio [cfr. atti modificativi].

SINTESI

È istituita un'agenzia esecutiva per la gestione dell'azione comunitaria nel settore della rete transeuropea di trasporto (RTE-T), il cui statuto è disciplinato dal regolamento (CE) n. 58/2003. Alla guida dell'Agenzia sono un comitato di direzione e un direttore, entrambi designati dalla Commissione.

L'istituzione di un'agenzia con compiti esecutivi consentirà di assumere professionisti di elevata competenza specializzati nei settori pertinenti. L'agenzia opererà per trovare le soluzioni più flessibili nella realizzazione della RTE-T e per garantire un migliore coordinamento dei finanziamenti con altri strumenti comunitari.

Nell’ambito dell’azione comunitaria concernente la rete transeuropea di trasporto, l’Agenzia è incaricata dell’esecuzione di compiti riguardanti la concessione di un contributo finanziario comunitario conformemente al regolamento (CE) n. 2236/95 e al regolamento (CE) n. 680/2007, ad esclusione dei compiti che richiedono poteri discrezionali per la traduzione di scelte politiche in azioni, quali la programmazione, la definizione delle priorità, la valutazione dei programme, ecc…

Nello specifico, l’Agenzia ha i seguenti compiti:

  • sostenere la Commissione durante le fasi di programmazione e di selezione, gestire il monitoraggio del contributo finanziario comunitario erogato a progetti di interesse comune a carico del bilancio della RTE-T, e svolgere i controlli necessari a tal fine;
  • curare un maggiore coordinamento della concessione dei contributi comunitari per tutti i progetti di interesse commune che ricevono finanziamenti dai fondi strutturali dal Fondo di coesione e dalla Banca europea per gli investimenti (BEI);
  • fornire assistenza ai promotori del progetto ai fini dell'ingegneria finanziaria dei progetti e studiare dei metodi comuni di valutazione;
  • adottare i provvedimenti necessari per l'esecuzione del bilancio (entrate e spese) e svolgere tutte le operazioni necessarie per la gestione dell'attività comunitaria nel settore della RTE-T, di cui ai regolamenti (CE) n. 2236/95 e (CE) n. 680/2007;
  • raccogliere, analizzare e trasmettere alla Commissione tutte le informazioni necessarie per la realizzazione della RTE-T;
  • adottare misure di accompagnamento per contribuire all’efficienza e all’efficacia del programma RTE-T, ivi compresi la promozione del programma TEN-T presso tutte le parti interessate e il miglioramento della sua visibilità per il vasto pubblico;
  • fornire un supporto tecnico-amministrativo ogni qualvolta la Commissione lo richieda.

La Commissione può affidare all'Agenzia lo svolgimento di compiti della stessa natura in relazione ad altre azioni o programmi comunitari, a condizione che questi programmi o azioni rientrino nell'ambito della RTE-T.

Sovvenzione e controllo

L'Agenzia beneficia di una sovvenzione iscritta nel bilancio generale delle Comunità europee e prelevata sulla dotazione globale dell'azione comunitaria nel settore della RTE-T.

L'Agenzia è soggetta al controllo della Commissione e deve rendere conto dell'esecuzione dell'azione comunitaria ad essa affidata secondo le modalità e la periodicità indicate nell'atto di delega.

L'Agenzia esegue il proprio bilancio di funzionamento secondo le disposizioni del regolamento (CE) n. 1653/2004 della Commissione.

RIFERIMENTI

AttoEntrata in vigoreData di attuazione da parte degli Stati membriGazzetta ufficiale
Decisione 2007/60/CE

26.10.2006

GU L 32 del 6.2.2007

Atti modificativiEntrata in vigoreData di attuazione da parte degli Stati membriGazzetta ufficiale
Decisione 2008/593/CE

11. 7.2008

-

GU L 190 del 18.7.2008

ATTI COLLEGATI

Regolamento (CE) n. 651/2008 della Commissione del 9 luglio che modifica il regolamento (CE) n. 1653/2004, recante il regolamento finanziario tipo delle agenzie esecutive in applicazione del regolamento (CE) n. 58/2003 del Consiglio che definisce lo statuto delle agenzie esecutive incaricate di alcuni compiti relativi alla gestione di programmi comunitari . [Gazzetta ufficiale L 181 del 10.7.2008].

Regolamento (CE) n. 1821/2005 della Commissione, dell’8 novembre 2005, che modifica il regolamento (CE) n. 1653/2004 per quanto riguarda i posti di contabili delle agenzie esecutive [Gazzetta ufficiale L293 del 9.11.2005].

Regolamento (CE) n. 58/2003 del Consiglio, del 19 dicembre 2002, che definisce lo statuto delle agenzie esecutive incaricate dello svolgimento di alcuni compiti relativi alla gestione dei programmi comunitari [Gazzetta ufficiale L 11 del 16.1.2003].

Regolamento (CE) n. 1653/2004 della Commissione, del 21 settembre 2004, recante il regolamento finanziario tipo delle agenzie esecutive in applicazione del regolamento (CE) n. 58/2003 del Consiglio che definisce lo statuto delle agenzie esecutive incaricate di alcuni compiti relativi alla gestione di programmi comunitari [Gazzetta ufficiale L 297 del 22.9.2004].

Ultima modifica: 24.09.2008
Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina