RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 5 lingue

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Assegnazione di bande orarie

Con l’aumento del traffico aereo vi è una crescente domanda di capacità negli aeroporti soggetti a congestione. Le bande orarie, ovvero il permesso di atterrare e decollare in una determinata data e ora negli aeroporti soggetti a congestione, sono fondamentali per le operazioni delle compagnie aeree. Le bande orarie saranno assegnate in maniera equa, non discriminatoria e trasparente da un coordinatore indipendente. Lo scopo del quadro giuridico dell’UE è garantire che la capacità esistente sia sfruttata al massimo e in maniera più efficiente possibile negli aeroporti dell’UE soggetti a congestione, massimizzando i benefici per i consumatori e promuovendo la concorrenza.

ATTO

Regolamento (CEE) n. 95/93 del Consiglio, del 18 gennaio 1993, relativo a norme comuni per l’assegnazione di bande orarie negli aeroporti della Comunità [Cfr. atti modificativi].

SINTESI

Lo scopo del presente regolamento è garantire che, laddove la capacità aeroportuale sia insufficiente, le bande orarie * disponibili per l’atterraggio e il decollo siano usate in maniera efficiente e assegnate in modo equo, non discriminatorio e trasparente.

Il regolamento stabilisce criteri obiettivi sulla base dei quali un aeroporto può essere designato come "coordinato" o "ad orari facilitati" per via della sua insufficiente capacità.

I paesi dell’Unione europea (UE) possono designare qualsiasi aeroporto come "aeroporto coordinato" * a condizione che venga effettuata un’analisi della capacità e che sia presente una grave insufficienza di capacità non risolvibile nel breve termine.

Coordinatore / facilitatore degli orari

Il paese dell’UE responsabile di un aeroporto coordinato o ad orari facilitati * provvede a nominare come coordinatore aeroportuale o facilitatore degli orari una persona fisica o giuridica qualificata con notevole esperienza in materia di coordinamento degli orari dei vettori aerei. Il coordinatore / facilitatore degli orari deve agire in modo imparziale, non discriminatorio e trasparente ed essere funzionalmente distinto da qualsiasi parte interessata. Inoltre, il sistema di finanziamento delle attività del coordinatore sarà tale da garantire l’indipendenza del coordinatore. Lo stesso coordinatore può essere nominato per più di un aeroporto.

Capacità dell’aeroporto

Le autorità competenti determinano, due volte all'anno, la capacità disponibile per l'assegnazione di bande orarie, secondo le due “stagioni” di programmazione (inverno ed estate) riconosciute dall’aviazione internazionale. Il calcolo della capacità di un aeroporto si basa su un’analisi obiettiva delle possibilità di accogliere il traffico aereo.

I vettori aerei devono comunicare al coordinatore le informazioni pertinenti da questo richieste.

Comitato di coordinamento

Ogni Stato membro assicura che in un aeroporto coordinato sia istituito un comitato di coordinamento, il cui compito è avanzare proposte e consigliare il coordinatore su tutte le questioni relative alla capacità aeroportuale e, in particolare, in merito alle possibilità di un aumento della capacità, ai parametri di coordinamento, ai metodi di controllo e alle linee direttrici locali. Sono ammessi a partecipare a tale comitato:

  • i vettori aerei che usano l’aeroporto;
  • l’autorità aeroportuale;
  • le autorità di controllo del traffico aereo;
  • rappresentanti dell’aviazione generale.

Procedura di assegnazione delle bande orarie

La regola generale per l’assegnazione delle bande orarie prevede che un vettore aereo, che ha utilizzato le sue bande orarie perlomeno nella misura dell’80% durante il periodo di assegnazione estate/inverno, ha diritto ad esigere la stessa serie di bande orarie nel periodo corrispondente dell’anno successivo (si tratta dei cosiddetti diritti acquisiti). Di conseguenza, le bande orarie non sufficientemente utilizzate dai vettori aerei vengono riassegnate (cosiddetta regola “use it or lose it”).

Il regolamento prevede l’istituzione di "pool" contenenti le bande orarie di nuova creazione, quelle inutilizzate e quelle cedute da un vettore o divenute disponibili in altro modo.

Il coordinatore tiene conto anche di altre regole e linee guida stabilite dall’industria del trasporto aereo, nonché delle linee direttrici locali proposte dal comitato di coordinamento e approvate dallo Stato membro o da qualsiasi altro organismo responsabile dell’aeroporto.

Se la richiesta di una banda oraria non può essere accolta, il coordinatore ne comunica le ragioni alla compagnia aerea, proponendo in alternativa la banda oraria più vicina.

Le bande orarie possono essere scambiate o trasferite tra le compagnie aeree in alcune circostanze precise (ad esempio, acquisizione parziale o totale, trasferimento ad un’altra rotta o a un altro tipo di servizio). In questi casi è sempre richiesta la conferma esplicita da parte del coordinatore.

Uno Stato membro può riservare determinate bande orarie per servizi regionali.

Applicazione

Il piano di volo di un vettore aereo può essere respinto dalle competenti autorità preposte alla gestione del traffico aereo se il vettore aereo intende atterrare o decollare in un aeroporto coordinato senza disporre di una banda oraria assegnata dal coordinatore. Se un vettore aereo opera sistematicamente e deliberatamente servizi aerei a orari che si discostano in modo significativo dalla banda oraria assegnata o utilizza le bande orarie in un modo che si discosta notevolmente da quanto prestabilito, il coordinatore può decidere di revocare al vettore aereo questa serie di bande orarie. Questo vettore aereo può pertanto perdere i suoi diritti acquisiti. I paesi dell’UE dovranno assicurare sanzioni effettive, proporzionate e dissuasive per queste situazioni.

Termini chiave dell’atto
  • Banda oraria (slot): il permesso dato da un coordinatore di utilizzare l'intera gamma di infrastrutture aeroportuali necessarie per operare un servizio aereo in un aeroporto coordinato ad una data e in un orario specifici al fine di atterrare o decollare.
  • Aeroporto ad orari facilitati: un aeroporto in cui esiste un rischio di congestione in alcuni periodi e in cui è stato nominato un facilitatore degli orari, con il compito di agevolare l'attività dei vettori aerei che operano o intendono operare in tale aeroporto.
  • Aeroporto coordinato: un aeroporto con un elevato livello di congestione in cui la domanda supera la capacità nel pertinente periodo e in cui, per atterrare o decollare, è necessario per un vettore aereo aver ottenuto l'assegnazione di una banda oraria da parte di un coordinatore.

RIFERIMENTI

AttoEntrata in vigore – Data di scadenzaTermine ultimo per il recepimento negli Stati membriGazzetta ufficiale

Regolamento (CEE) n. 95/93

21.2.1993

-

GU L 14 del 21.2.1993

Atto(i) modificatore(i)Entrata in vigore – Data di scadenzaTermine ultimo per il recepimento negli Stati membriGazzetta ufficiale

Regolamento (CE) n. 894/2002

1.6.2002

-

GU L 142 del 31.5.2002

Regolamento (CE) n. 1554/2003

5.9.2003

-

GU L 221 del 4.9.2003

Regolamento (CE) n. 793/2004

30.7.2004

-

GU L 138 del 30.4.2004

Regolamento (CE) n. 545/2009

27.6.2009

-

GU L 167 del 29.6.2009

ATTI COLLEGATI

Comunicazione della Commissione, del 30 aprile 2008, sull’applicazione del regolamento (CEE) n. 95/93 modificato relativo a norme comuni per l’assegnazione di bande orarie negli aeroporti della Comunità [COM (2008) 227 def. – Non pubblicata nella Gazzetta ufficiale].

Comunicazione della Commissione, del 15 novembre 2007, sull’applicazione del regolamento (CE) n. 793/2004 relativo a norme comuni per l’assegnazione di bande orarie negli aeroporti della Comunità [COM/2007/0704 def. - Non pubblicata nella Gazzetta ufficiale].

Ultima modifica: 06.07.2010
Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina