RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 15 lingue
Nuove lingue disponibili:  CS - HU - PL - RO

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Principi generali per la realizzazione del cielo unico europeo

Il cielo unico europeo è un insieme di misure volte a soddisfare i fabbisogni futuri in termini di capacità e di sicurezza aerea. Le misure interessano sia il settore civile sia quello militare e riguardano la regolamentazione, l'economia, la sicurezza, l'ambiente, la tecnologia e le istituzioni. Lo scopo dell’iniziativa è porre fine a un'organizzazione della gestione del traffico aereo, rimasta immutata dagli anni Sessanta, che è ampiamente responsabile dell’attuale congestione del traffico aereo.

ATTO

Regolamento (CE) n. 549/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 10 marzo 2004, che stabilisce i principi generali per l'istituzione del cielo unico europeo ("regolamento quadro") – Dichiarazione degli Stati membri sulle questioni militari connesse con il cielo unico europeo [Cfr. atti modificativi].

SINTESI

Il regolamento fa parte di un pacchetto legislativo sulla gestione del traffico aereo inteso alla realizzazione del cielo unico europeo a decorrere dal 31 dicembre 2004. L’obiettivo del cielo unico europeo è garantire un uso ottimale dello spazio aereo europeo per soddisfare le esigenze di tutti gli utenti dello spazio aereo.

Il pacchetto "cielo unico europeo" comprende il regolamento quadro e tre regolamenti tecnici relativi alla fornitura di servizi di navigazione aerea, all'organizzazione e all'uso dello spazio aereo, nonché all'interoperabilità della rete europea di gestione del traffico aereo. Questi regolamenti sono intesi, in particolare, a migliorare e rafforzare la sicurezza e a ristrutturare lo spazio aereo in funzione del traffico e non delle frontiere nazionali.

Il regolamento quadro si prefigge l’obiettivo di rafforzare le attuali norme di sicurezza e l'efficienza globale del traffico aereo generale in Europa, di ottimizzare la capacità rispondendo alle esigenze di tutti gli utenti dello spazio aereo e di ridurre al minimo i ritardi.

Autorità nazionali di vigilanza

I paesi dell’UE, congiuntamente o individualmente, designano o istituiscono come autorità nazionale di vigilanza un ente o più enti che assumano le funzioni assegnate. Tali autorità sono indipendenti dai fornitori di servizi di navigazione aerea.

Comitato per il cielo unico europeo

Il comitato per il cielo unico europeo, creato con l'entrata in vigore del presente regolamento, assiste la Commissione nella gestione del cielo unico e assicura che siano tenuti in debito conto gli interessi di tutte le categorie di utenti dello spazio aereo. Esso è composto da due rappresentanti per ciascun paese dell’UE e presieduto da un rappresentante della Commissione.

Questioni militari

I paesi dell’UE hanno adottato una dichiarazione generale sulle questioni militari connesse con il cielo unico europeo. Secondo tale dichiarazione, essi devono rafforzare la cooperazione civile/militare, nella misura ritenuta necessaria da tutti i paesi UE interessati.

Organo consultivo di settore

Questo organo fornisce consulenza alla Commissione sull'istituzione del cielo unico europeo.
Esso è composto da rappresentanti dei fornitori di servizi di navigazione aerea, associazioni di utenti dello spazio aereo, operatori aeroportuali, industria manifatturiera aeronautica ed organizzazioni di rappresentanza del personale.

Misure di esecuzione

Eurocontrol (EN) partecipa all'elaborazione di misure di esecuzione che rientrano nel suo ambito di competenza, sulla base di mandati definiti dal comitato per il cielo unico.

Valutazione delle prestazioni

L’istituzione di un sistema di prestazioni è volta a migliorare l’efficienza dei servizi di navigazione aerea e le funzioni della rete nel cielo unico europeo. Il sistema comprende:

  • obiettivi prestazionali a livello europeo relativi ai settori chiave della sicurezza, dell’ambiente, della capacità e dell’efficacia sotto il profilo dei costi;
  • piani nazionali comprendenti obiettivi prestazionali, a garanzia della conformità con gli obiettivi prestazionali a livello europeo;
  • riesame periodico e monitoraggio delle prestazioni dei servizi di navigazione aerea e delle funzioni di rete.

Salvaguardie

Infine, il regolamento non impedisce ai paesi dell’UE di applicare misure di cui essi ravvisino la necessità per salvaguardare interessi essenziali di sicurezza e difesa.

RIFERIMENTI

Atto Data di entrata in vigore Recepimento negli Stati membri Gazzetta ufficiale

Regolamento (CE) n. 549/2004

20.4.2004

-

GU L 96 del 31.3.2004

Atto(i) modificatore(i) Entrata in vigore Termine ultimo per il recepimento negli Stati membri Gazzetta ufficiale

Regolamento (CE) n. 1070/2009

4.12.2009

-

GU L 300 del 14.11.2009

ATTI COLLEGATI

Regolamento (UE) n. 255/2010 della Commissione, del 25 marzo 2010, recante norme comuni per la gestione dei flussi del traffico aereo [Gazzetta ufficiale L 80 del 26.3.2010].

Regolamento (UE) n. 73/2010 della Commissione, del 26 gennaio 2010, che stabilisce i requisiti relativi alla qualità dei dati aeronautici e delle informazioni aeronautiche per il cielo unico europeo [Gazzetta ufficiale L 23 del 27.1.2010].

Regolamento (CE) n. 262/2009 della Commissione, del 30 marzo 2009, che fissa i requisiti per l’assegnazione e l’uso coordinati dei codici dell’interrogatore modo S per il cielo unico europeo [Gazzetta ufficiale L 84 del 31.3.2009].

Regolamento (CE) n. 29/2009 della Commissione, del 16 gennaio 2009, che stabilisce i requisiti per i servizi di collegamento dati (data link) per il cielo unico europeo [Gazzetta ufficiale L 13 del 17.1.2009].

Regolamento (CE) n. 482/2008 della Commissione, del 30 maggio 2008, che istituisce un sistema di garanzia della sicurezza del software obbligatorio per i fornitori di servizi di navigazione aerea e recante modifica dell’allegato II del regolamento (CE) n. 2096/2005 [Gazzetta ufficiale L 141 del 31.5.2008].

Regolamento (CE) n. 1315/2007 della Commissione, dell’8 novembre 2007, sulla sorveglianza della sicurezza nella gestione del traffico aereo e recante modifica del regolamento (CE) n. 2096/2005 [Gazzetta ufficiale L 291 del 9.11.2007].

Regolamento (CE) n. 1265/2007 della Commissione, del 26 ottobre 2007, che stabilisce le prescrizioni relative alla spaziatura tra i canali per le comunicazioni vocali bordo-terra per il cielo unico europeo [Gazzetta ufficiale L 283 del 27.10.2007].

Regolamento (CE) n. 633/2007 della Commissione, del 7 giugno 2007, che stabilisce i requisiti per l’applicazione di un protocollo per il trasferimento di messaggi di volo ai fini della notifica, del coordinamento e del trasferimento dei voli tra gli enti di controllo del traffico aereo

Regolamento (CE) n. 1794/2006 della Commissione, del 6 dicembre 2006, che istituisce un sistema di tariffazione comune per i servizi di navigazione aerea [Gazzetta ufficiale L 341 del 7.12.2006].

Regolamento (CE) n. 1032/2006 della Commissione, del 6 luglio 2006, che stabilisce i requisiti per i sistemi automatici di scambio di dati di volo ai fini della notifica, del coordinamento e del trasferimento di voli tra enti di controllo del traffico aereo [Gazzetta ufficiale L 186 del 7.7.2006].

Regolamento (CE) n. 1033/2006 della Commissione, del 4 luglio 2006, recante disposizioni sulle procedure per i piani di volo nella fase che precede il volo nel contesto del cielo unico europeo [Gazzetta ufficiale L 186 del 7.7.2006].

Regolamento (CE) n. 730/2006 della Commissione, dell’11 maggio 2006, riguardante la classificazione dello spazio aereo e l’accesso al di sopra del livello di volo 195 dei voli effettuati secondo le regole del volo a vista

Regolamento (CE) n. 2150/2005 della Commissione, del 23 dicembre 2005, recante norme comuni per l’uso flessibile dello spazio aereo [Gazzetta ufficiale L 342 del 24.12.2005].

Regolamento (CE) n. 2096/2005 della Commissione, del 20 dicembre 2005, che stabilisce requisiti comuni per la fornitura di servizi di navigazione aerea [Gazzetta ufficiale L 335 del 21.12.2005].

Ultima modifica: 07.06.2010
Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina