RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 15 lingue
Nuove lingue disponibili:  CS - HU - PL - RO

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Programma specifico "Idee"

Questo programma specifico mira a sviluppare una "ricerca di frontiera" che consenta di migliorare il livello di eccellenza della ricerca in Europa. Il progetto del Consiglio europeo della ricerca (CER) costituisce l'elemento centrale del programma. Oltre alle caratteristiche e agli obiettivi generali del programma, il presente documento presenta i vari aspetti relativi alla creazione del CER (obiettivi, compiti, composizione, valore aggiunto, ruolo della Commissione ecc.).

ATTO

Decisione 2006/972/CE del Consiglio, del 19 dicembre 2006, concernente il programma specifico Idee che attua il settimo programma quadro della Comunità europea per le attività di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione (2007-2013) [Gazzetta ufficiale L 54 del 22.2.2007].

SINTESI

L'obiettivo principale del programma specifico "Idee" è rafforzare il livello della ricerca europea nei settori caratterizzati da uno sviluppo rapido al fine di conseguire una maggiore competitività economica e un maggior benessere. Si tratta, in altri termini, di sviluppare una "ricerca di frontiera" destinata a realizzare progressi fondamentali nei settori scientifici, tecnologici e universitari, senza tenere conto dei confini tra le discipline e delle frontiere geografiche. Il programma segue un approccio fondato sull’iniziativa dei ricercatori: in altre parole è stato studiato per sostenere i progetti di “ricerca alle frontiere della conoscenza” realizzati su soggetti scelti dai ricercatori stessi..

Il programma è stato istituito conformemente ai principi di eccellenza scientifica, dell’autonomia, dell’efficienza, della trasparenza e della responsabilità con il sostegno di un Consiglio europeo della ricerca (CER).

Il programma specifico può contare su un bilancio di 7 510 milioni di euro per il periodo 2007-2013.

Caratteristiche e obiettivi generali

Il programma specifico «Idee» persegue vari importanti obiettivi destinati a migliorare la competitività e il benessere in Europa:

  • rafforzare l'eccellenza, il dinamismo e la creatività della ricerca europea;
  • fare dell'Europa un polo di attrazione per i migliori ricercatori dei paesi europei e dei paesi terzi, ma anche degli investimenti delle imprese di ricerca;
  • porre la ricerca europea in una posizione di leadership nel progresso scientifico;
  • aprire la strada a nuovi progressi scientifici e tecnologici;
  • incentivare la circolazione delle idee;
  • consentire una valorizzazione più adeguata dei punti forti della società della conoscenza europea.

Sono stati elaborati degli indicatori di prestazioni di tre tipi:, per ottimizzare il monitoraggio dell’attuazione del programma.

  • indicatori quantitativi e qualitativi concernenti lo sviluppo del progresso scientifico e tecnico (pubblicazioni, indice di citazioni, brevetti ecc.);
  • indicatori di gestione destinati a seguire le prestazioni dall'interno e agevolare il processo decisionale a livello di inquadramento superiore (esecuzione del bilancio, termine per la firma dei contratti, termine per i pagamenti ecc);
  • indicatori di risultato destinati a valutare l'efficacia complessiva della ricerca rispetto agli obiettivi globali dell'Unione europea (UE).

L'attuazione del 7° programma quadro, ivi compresi i vari programmi specifici e tutte le attività di ricerca che ne derivano, avviene nel rispetto dei principi etici fondamentali, ma anche degli aspetti sociali, giuridici, socioeconomici, culturali e di parità di genere.

 Consiglio europeo della ricerca (CER)

La Commissione istituisce un Consiglio europeo della ricerca per l’attuazione del programma scientifico «Idee». Il CER è composto da: un Consiglio scientifico indipendente basato su una struttura esecutiva specifica.

Il Consiglio scientifico riunisce rappresentanti della comunità scientifica europea di grande livello. É composto da 22 ricercatori, ingegneri e universitari scientifici di chiara fama. Questi sono nominati dalla Commissione a seguito di una procedura di individuazione indipendente, agiranno a titolo personale e in totale indipendenza rispetto ad interessi politici o di altro genere.

I compiti del CER sono:

  • definire la strategia scientifica globale del programma specifico;
  • elaborare regolarmente il piano di lavoro, apportandovi le eventuali modifiche necessarie;
  • garantire la gestione scientifica, il follow-up e il controllo di qualità dell'attuazione del programma;
  • assicurare le comunicazione con la comunità scientifica e le principali parti interessate.

La struttura esecutivaspecifica assumerà la forma di un’agenzia esecutiva della Commissione responsabile della gestione amministrativa e dell'esecuzione del programma. L’agenzia esecutiva del CER sarà responsabile delle procedure di esame, di valutazione inter-pares e di selezione, sulla base dei principi stabiliti dal Comitato scientifico. Infine provvedere provvederà alla gestione finanziaria e scientifica delle sovvenzioni. In attesa che l’Agenzia esecutiva sia operativa, le funzioni della struttura esecutiva specifica saranno svolte dalla direzione S della DG Ricerca.

Il ruolo della Commissione consiste nel:

  • garantire l'autonomia e l'integrità del CER;
  • garantire il rispetto dei principi e degli obiettivi definiti dal Consiglio scientifico;
  • garantire la definizione e la ripartizione dei compiti e delle responsabilità della struttura esecutiva specifica;
  • adottare il programma di lavoro e i metodi di attuazione definiti dal Consiglio scientifico;
  • verificare che le proposte siano prese in considerazione e che i progetti siano finanziati unicamente in funzione della loro classificazione risultante dalla valutazione inter-pares;
  • informare regolarmente il comitato di programma dell'attuazione del programma;
  • trasmettere al Consiglio e al Parlamento europeo una relazione annuale sul funzionamento e le attività del CER e sulla realizzazione degli obiettivi enunciati nel programma specifico.

Elemento fondamentale del presente programma, il CER conferma il valore aggiunto di un intervento comunitario rispetto ai risultati che possono essere ottenuti con azioni svolte unicamente su scala nazionale. Il CER apporterà infatti un contributo innegabile:

  • incoraggiando e sostenendo l’eccellenza su scala paneuropea;
  • ripartendo le risorse in materia ottimale;
  • conferendo alla «ricerca di frontiera» uno status e una visibilità migliori;
  • agevolando l'adattamento delle strutture nazionali di ricerca all’evoluzione dello Spazio europeo della ricerca;
  • istituendo un sistema europeo della ricerca competitivo su scala mondiale;
  • facendo dell’Europa un polo di attrazione per le industrie e le imprese attive nel settore della ricerca e dello sviluppo;
  • rispondendo alle sfide della società che emergono attualmente in Europa.

Contesto

Dal 1984, l'UE svolge una politica di ricerca e sviluppo tecnologico basata su programmi quadro pluriennali. Il Settimo programma quadro, il secondo dall'avvio della strategia di Lisbona nel 2000, deve svolgere un ruolo di primo piano per la crescita e l'occupazione in Europa nei prossimi anni.

La Commissione intende sviluppare il «triangolo della conoscenza» costituito dalle politiche di ricerca, educazione e innovazione per mettere la conoscenza al servizio del dinamismo economico e del progresso sociale ed ambientale.

RIFERIMENTI

AttoData di entrata in vigore - Data di scadenzaTermine ultimo per il recepimento negli Stati membriGazzetta ufficiale

Decisione 2006/972/CE

1.1.2007-31.12.2013

-

GU L 400 del 22.2.2007

ATTI COLLEGATI

Decisione 2007/134/CE della Commissione, del 2 febbraio 2007 , che istituisce il Consiglio europeo della ricerca [Gazzetta ufficiale L 57/14 del 24.02.2007].
Questa decisione della Commissione istituisce il consiglio scientifico del CER e prevede l’istituzione della struttura esecutiva specifica nonché della figura del segretario generale del CER, il cui compito è quello di assistere il Consiglio scientifico assicurando un efficace collegamento con la Commissione e la struttura esecutiva specifica.
Nel 2007 i principali componenti del CER sono stati realizzati con successo e il programma specifico “Idee” è stato attuato conformemente ai principi enunciati. Il CER ha dovuto trattare numerose proposte ricevute in risposta all'invito a presentare proposte per le sovvenzioni di avviamento, nel rispetto del calendario previsto. Nel contesto dell’esame a metà percorso del funzionamento del CER, saranno esaminate le sue strutture, i suoi meccanismi e la sua governance.

Decisione 2008/37/CE della Commissione, del 14 dicembre 2007, che istituisce l’Agenzia esecutiva del Consiglio europeo della ricerca per la gestione del programma scientifico comunitario Idee, nel settore della ricerca di frontiera, a norma del regolamento (CE) n. 58/2003 del Consiglio (Testo rilevante ai fini del SEE) [Gazzetta ufficiale L 9 del 12.1.2008].
Sono stati compiuti diversi progressi per l’attuazione dell’Agenzia esecutiva, le cui attività sono state avviate nel corso del 2008. Attualmente le funzioni assunte dalla direzione S saranno interamente affidata all’Agenzia non appena sarà in grado di funzionare in piena autonomia.

Relazione della Commissione al Consiglio e al Parlamento europeo sull’operato del Consiglio europeo della ricerca e sulla realizzazione degli obiettivi stabilisti nel programma specifico “idee” nel 2007 [COM(2008) 473 def. – Non pubblicata nella Gazzetta ufficiale].

Ultima modifica: 04.06.2009
Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina