RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 11 lingue

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


ARGO

Archivi

ARGO è il nuovo programma d'azione finalizzato alla cooperazione amministrativa nei settori delle politiche dell'asilo, dell'immigrazione e delle frontiere esterne, che sostituisce il programma Odysseus.

ATTO

Decisione del Consiglio, , del 13 giugno 2002, che istituisce un programma d'azione finalizzato alla cooperazione amministrativa nei settori delle frontiere esterne, dei visti, dell'asilo e dell'immigrazione (programma ARGO) [Cfr atti modificativi].

SINTESI

La presente decisione intende istituire un nuovo programma finalizzato alla cooperazione amministrativa nei settori delle frontiere esterne, dei visti, dell'asilo e dell'immigrazione poiché il programma Odysseus ( (DE) (EN) (ES) (FR) (DE) (EN) (ES) (FR) (DE) (EN) (ES) (FR) (DE) (EN) (ES) (FR)) è ormai giunto a termine (il bilancio previsto per Odysseus si è esaurito nel 2001). Il programma, denominato ARGO, è istituito per il periodo 1° gennaio 2002 - 31 dicembre 2006.

Il programma si propone i seguenti obiettivi:

  • promuovere la cooperazione tra le amministrazioni nazionali nell'attuazione delle norme comunitarie, garantendo che si tenga in debito conto la dimensione comunitaria delle azioni;
  • promuovere l'applicazione uniforme del diritto comunitario;
  • promuovere la trasparenza delle azioni nazionali e l'efficacia complessiva dell'attività delle amministrazioni nazionali.

Il programma deve sostenere azioni nei seguenti settori:

  • attraversamento delle frontiere esterne(efficacia dei controlli);
  • visti (rispetto dei principi comunitari in materia di rilascio dei visti, armonizzazione delle norme per l'esame delle domande di visto, armonizzazione delle disposizioni derogatorie, ecc.);
  • asilo (istituzione di un regime comune europeo in materia di asilo, determinazione dello Stato competente per l'esame di una domanda d'asilo, ravvicinamento delle norme sul riconoscimento dello status di rifugiato, ecc.);
  • immigrazione (applicazione effettiva, efficace ed uniforme delle norme in materia di immigrazione clandestina, rimpatrio dei residenti illegali, transito, ecc.).

Nei settori citati il programma può sostenere i seguenti tipi di azione:

  • azioni di formazione;
  • scambio di funzionari;
  • azioni che promuovano il trattamento informatizzato dei fascicoli e lo scambio elettronico dei dati;
  • creazione di centri operativi e di squadre comuni composte di personale proveniente da due o più Stati membri;
  • studi, lavori di ricerca, conferenze e seminari;
  • attività degli Stati membri nei paesi terzi.

Il programma ARGO può finanziare anche progetti nazionali nel settore delle frontiere esterne intesi ad ovviare a specifiche carenze strutturali ai valichi di frontiera strategici, individuati sulla base di criteri oggettivi.

Il programma ARGO può finanziare fino al 60% del costo dell'azione (e fino all'80% in circostanze eccezionali). Il cofinanziamento di un'azione nell'ambito del programma ARGO esclude qualsiasi altro finanziamento da parte di altri programmi finanziati dal bilancio comunitario. L'importo stanziato per l'attuazione del programma è di 25 milioni di euro. L'Autorità di bilancio ha poi aumentato considerevolmente gli stanziamenti destinati al programma ARGO nel 2004, al fine di una migliore gestione delle frontiere esterne

La Commissione è responsabile dell'attuazione del programma, in cooperazione con gli Stati membri. Deve inoltre preparare un programma di lavoro annuale, valutare e selezionare le azioni proposte. La valutazione si basa su alcuni criteri quali la conformità con il programma di lavoro annuale, la dimensione europea e la qualità intrinseca dell'azione proposta, l'importo del finanziamento richiesto, ecc.

La Commissione, assistita da un comitato denominato "comitato ARGO", presenterà ogni anno al Parlamento europeo e al Consiglio una relazione sull'attuazione del programma d'azione ARGO. La Commissione ha presentato la prima relazione nel 2003 e presenterà quella finale non oltre il 31 dicembre 2007.

RIFERIMENTI

AttoData di entrata in vigoreData limite di trasposizione negli Stati membriGazzetta ufficiale
Decisione 2002/463/CE [adozione: consultazione CNS/2001/0230]19.06.2002-GU L 161 del 19.06.2002

Atto(i) modificatore(i)Data di entrata in vigoreData limite di trasposizione negli Stati membriGazzetta ufficiale
Decisione 2004/867/CE18.12.2004-GU L 371/48 del 18.12.2004
Ultima modifica: 13.09.2005
Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina