RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 11 lingue

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Impresa comune Galileo

Archivi

GALILEO è il programma europeo di radionavigazione e di posizionamento via satellite. Lanciato dalla Commissione europea e sviluppato insieme all'Agenzia spaziale europea, fornirà all'Unione europea una tecnologia indipendente rispetto al GPS americano e al GLONASS russo. Il regolamento relativo adottato nel 2002 ha istituito un'impresa comune incaricata della gestione della fase di sviluppo del programma GALILEO. In seguito il regolamento è stato modificato in modo che l'impresa Galileo cessasse di esistere il 31 dicembre 2006: poiché la fase di sviluppo doveva protrarsi fino alla fine del 2008, le attività dell'impresa comune sono state trasferite all'autorità di supervisione GNSS.

ATTO

Regolamento (CE) n. 876/2002 del Consiglio, del 24 maggio 2002, relativo alla costituzione dell'impresa comune GALILEO [Cfr atti modificativi].

SINTESI

Sottolineando la necessità di dare un impulso concreto alle industrie e ai servizi e di garantire al contempo l'indipendenza dell'Europa in una tecnologia tanto essenziale, il programma GALILEO di radionavigazione satellitare è stato progettato in varie tappe:

  • una fase di definizione, durante la quale sono stati elaborati gli elementi fondamentali del progetto;
  • una fase di sviluppo (che inizialmente doveva svolgersi dal 2002 al 2005), intesa a verificare e a mettere alla prova le componenti dell'architettura del sistema; questa fase dovrebbe in realtà protrarsi oltre il 2008.
  • una fase costitutiva durante la quale saranno costruiti e messi in orbita i satelliti e saranno installate le strutture terrestri;
  • una fase operativa.

Il regolamento stabilisce i principi e gli elementi costitutivi dell'impresa comune GALILEO. Lo scopo perseguito è disporre di una struttura elastica, dotata di personalità giuridica e della capacità di stipulare i contratti necessari per istituire un sistema europeo di radionavigazione via satellite, nonché idonea a proseguire le ricerche sullo sviluppo tecnologico. Inizialmente, la struttura doveva operare nel periodo dal 2002 al 2005, fino alla fine della fase di sviluppo, con un'eventuale proroga. Poiché però la fase di sviluppo non sarà terminata prima della fine del 2008, l'Unione ha ritenuto inutile prorogare le attività dell'impresa comune al 2007, dato che l'autorità di supervisione GNSS, istituita nel 2004, era in grado di portare a compimento le missioni previste.

Pertanto, l'impresa comune Galileo ha cessato di esistere il 31 dicembre 2006.

Le due principali missioni dell'impresa comune sono state:

  • avviare la fase di sviluppo: a tal fine, l'impresa comune ha affidato all'Agenzia spaziale europea, tramite apposito accordo, i lavori da svolgere durante la fase di sviluppo, per quanto riguarda sia il segmento spaziale che il segmento terrestre associato;
  • preparare le fasi successive del programma: l'impresa comune ha permesso la mobilitazione dei fondi pubblici e privati necessari e la preparazione delle strutture per la gestione delle fasi ulteriori.

RIFERIMENTI

AttoData di entrata in vigore - Data di scadenzaTermine ultimo per il recepimento negli Stati membriGazzetta ufficiale
Regolamento (CE) n. 876/200228.5.2002-Gazzetta ufficiale L 138 del 28.5.2002

Atto(i) modificatore(i)Data di entrata in vigoreTermine ultimo per il recepimento negli Stati membriGazzetta ufficiale
Regolamento (CE) n. 1943/200622.12.2006-Gazzetta ufficiale L 367 del 22.12.2006

ATTI COLLEGATI

Proposta di decisione del Consiglio concernente la firma dell'accordo di cooperazione relativo ad un sistema globale di navigazione satellitare civile (GNSS) - GALILEO tra la Comunità europea e i suoi Stati membri e la Repubblica Popolare cinese [COM(2003) 578definitivo - Non pubblicata nella Gazzetta ufficiale]

Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio-Integrazione del programma EGNOS nel programma GALILEO [COM(2003) 123definitivo - Non pubblicata nella Gazzetta ufficiale]

Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio: Progressi del programma di ricerca GALILEO all'inizio del 2004 [COM(2004) 0112definitivo - Non pubblicata nella Gazzetta Ufficiale].
L'analisi è stata eseguita meno di sei mesi dopo la costituzione effettiva dell'impresa comune GALILEO. Secondo la Commissione il 2003 è stato un anno decisivo per il programma. Sono stati ordinati i due primi satelliti sperimentali che devono emettere i loro segnali nel 2006, confermando le frequenze attribuite nel giugno 2003 in occasione della Conferenza mondiale delle radiocomunicazioni. La cooperazione internazionale è in pieno sviluppo e non smette di crescere l'interesse dei paesi terzi. L'Unione europea ha concluso un accordo con la Cina nell'ottobre 2003 e sono in corso trattative con gli Stati Uniti (accordo nel febbraio 2004), Israele (accordo nel marzo 2004), Russia, Brasile, India, Giappone, Canada, e Corea del Sud. Per quanto riguarda il passaggio alla fase costitutiva (2006-2007) e a quella operativa dal 2008 (secondo il calendario definito inizialmente), tre consorzi hanno manifestato il loro interesse a investire nel programma. L'impresa scelta contribuirà con un importo fino a 1,5 miliardi di euro.

Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio, del 24.9.2002, sullo stato di avanzamento del programma GALILEO [COM(2002) 518definitivo - Non pubblicata nella Gazzetta ufficiale].
Quattro mesi dopo l'entrata in vigore del regolamento (CE) n. 876/2002, la comunicazione fa il punto sull'attuazione del programma GALILEO (fase di sviluppo). La realizzazione dell'impresa comune è ritardata a causa delle difficoltà incontrate nell'Agenzia spaziale europea a finalizzare i contributi rispettivi degli Stati membri. Il consiglio per la sicurezza sarà istituito prossimamente. Il corpus del documento tecnico che definisce la missione GALILEO con la gamma, le prestazioni e le caratteristiche tecniche dei servizi associati, è diventato più ricco e completo. La prossima conferenza mondiale delle Radiocomunicazioni (CMR), che si terrà nei mesi di giugno e luglio 2003 sotto l'egida delle Nazioni Unite, dovrà confermare per GALILEO l'accesso ad uno spettro di frequenze sufficientemente elastico per fornire tutti i servizi previsti, e assicurare inoltre la sua compatibilità con gli altri sistemi di radionavigazione (GPS americano, GLONASS russo, sistemi cinesi). La vocazione planetaria di GALILEO implica una cooperazione efficace con tutti i paesi terzi.

Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio: "Il passaggio alle fasi costitutiva e operativa del programma europeo di radionavigazione via satellite" [COM(2004) 636 definitivo. - Non pubblicata nella Gazzetta ufficiale]

Ultima modifica: 02.08.2007
Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina